In Spagna non c’è pace: il Siviglia rischia di sparire, Liga Endesa a 16 squadre?

In Spagna non c’è pace: il Siviglia rischia di sparire, Liga Endesa a 16 squadre?

Se l’Italia ha spesso pianto negli ultimi anni, non si può dire che la Spagna stia ridendo.

Commenta per primo!

Se l’Italia ha spesso pianto negli ultimi anni, non si può dire che la Spagna stia ridendo. Jorge Garbajosa è fresco di elezione ai vertici della Federbasket, ma già spuntano qua e là le prime emergenze. Al piano più alto, è corsa contro il tempo per salvare il Siviglia. Dopo l’autoretrocessione del Gipuzkoa Basket, gli andalusi sono ancora a corto di un patron. La CaixaBank, che deteneva il 99% delle azioni, ha annunciato da tempo l’intenzione di vendere, e pare che il club di calcio del Betis voglia offrire un aiuto concreto con risorse economiche, nome e addirittura i colori sociali, ma sia lo statuto della società (aiuti non possibili oltre i 500mila euro) sia la ley del deporte all’articolo 19.4 parlano chiaro: le società sportive anonime e non polisportive possono partecipare a una sola competizione. Sembra dunque dietro l’angolo la scomparsa di una realtà che in 30 anni di storia ha lasciato il segno nel basket spagnolo, e che nell’immediato lascerà la Liga Endesa orfana di un’altra formazione, con un campionato “mozzato” a 16 squadre.

Le grane tuttavia non finiscono qui: infatti nonostante la contrarietà delle società, cambia anche la composizione della LEB Oro che, vista la discesa dei baschi, salirà a 18 squadre: così a Magia Huesca, San Pablo Burgos, Leyma Coruña, Oviedo Baloncesto, Ourense, Cáceres, Palma Air Europa, Breogán, Castelló, F.C. Barcelona Lassa, Cocinas.com, Prat Joventut, si aggiungeranno Palencia e Melilla (vincitrici del campionato ma che hanno deciso di non salire per ragioni economiche), ovviamente il Gipuzkoa Basket, quindi il Força Lleida, promosso dalla LEB Argento, e il Baskonia Vitoria B.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy