Jasikevicius: “Io un grande allenatore? Zeljko lo deve dire perché è mio amico”

Jasikevicius: “Io un grande allenatore? Zeljko lo deve dire perché è mio amico”

L’allenatore dello Zalgiris ha parlato della gara di domani contro i campioni in carica, discutendo anche dei complimenti ricevuti in questi mesi.

di La Redazione

Vigilia di semifinale per le quattro squadre impegnate nelle Final Four di Belgrado. Spazio alle parole dei protagonisti della contesa di domani e domenica: uno dei più attesi è stato l’allenatore dello Zalgiris Sarunas Jasikevicius, mente sopraffina della più bella storia della stagione. Il lituano ha presentato la sfida di domani ai campioni in carica del Fenerbahce, partendo dalle grandi considerazioni su di lui fatte da Obradovic nel corso dell’intera annata: “Zeljko deve dire che sono un bravo allenatore (ride, ndr) perché è un mio amico. Cosa dovrebbe dire? Che non sono un buon allenatore? Non può dire che sono un cattivo allenatore”.

Preparato e attento, Jasikevicius è già proiettato alla partita di domani, che aprirà il programma della Final Four di Belgrado: “Abbiamo battuto squadre che volevano controllare i ritmi, squadre che giocavano ad alti ritmi e abbiamo perso anche contro queste squadre… Credo che il Fenerbahce sia una grande squadra ed è ottima nel controllo della partita, sono difficili da battere perché in queste gare non commettono errori. Sono una squadra vera, preparata, con tanta esperienza, hanno tutto: sono i campioni d’Europa. E’ chiaro che abbiamo possibilità di vincere la partita, dobbiamo giocare la nostra pallacanestro per quaranta minuti perché può accadere di tutto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy