Kazan va alle final four, ma è una Caserta da applausi

Kazan va alle final four, ma è una Caserta da applausi

Commenta per primo!

 Alla Pepsi, comunque, va fatto un plauso perché, dopo il pessimo inizio di gara (-18 al minuto diciotto), i casertani hanno completamente cambiato registro arrivando sul +3 nelle battute finali per poi mollare la vittoria ai russi quando nell’ultimo di gioco ormai l’impresa di ribaltare lo scarto della partita d’ andata era tramontata. Ottime le prestazioni di Jones , trascinatore della squadra nel secondo tempo, e di Bowers capace di dare la scossa giusta ai suoi compagni nelle battute finali del secondo quarto. Per Caserta purtroppo Kazan nelle due partite tra andata e ritorno ha trovato tra le sua fila protagonisti inattesi, infatti dopo i 30 punti di Veremeenko all’ andata ci sono stati in questa serata i 31 punti con 16 rimbalzi e 35 di valutazione di Lampe.

L’inizio partita si apre nel segno di Lampe (8 punti) che dà l’immediato allungo ai suoi sul 12-4 al 4’, Caserta va in bambola e coach Sacripanti è costretto a chiamare il primo minuto di sospensione.  La Pepsi in attacco non la mette mai ed il polacco Lampe arrivato al suo undicesimo punto da il + 10 a Kazan (15-5 al 6’). Caserta finalmente è un minimo più aggressiva in attacco e si riporta sul -6 (17-11 al 8’), ma Veremeenko con 4 punti in fila riporta i suoi nuovamente in doppia cifra di vantaggio (23-13 al 9’). Il primo quarto si chiude con Kazan avanti sul 26-17. Anche con l’inizio della seconda frazione la musica non cambia e l’Unics raggiunge il +12 (32-20 al 13’). Caserta è troppo fallosa in attacco e permette ai russi, orchestrati da un  ottimo Popovic (6 assist nei primi 20’), facili canestri in contropiede ; sul 39-25 al 16’ Sacripanti è costretto a rifugiarsi nel suo secondo time-out. Nemmeno il minuto  di sospensione fa scattare  la molla giusta nei bianconeri, e Kazan vola sul +18 (46-28 al 19’). Si va all’intervallo lungo con la Pepsi che si porta sul -11 (46-35 al 20’) con un break di 7-0 confezionato interamente da Tim Bowers.  Al rientro dagli spogliatoi Caserta continua sulla scia di fine secondo quarto e con un nuovo parziale di 8-2 si porta sul -5 (48-43 al 22’).La Pepsi  continua la rimonta e con una bomba di Ere ricuce sul -3  53-50 al 24’). Kazan con un 4-0 a suo favore si porta sul 57-50, ma i casertani rispondono con la stessa moneta e ritornano sul -3 (57-54 al 26’). Jones colpisce da tre e la Pepsi impatta sul 57-57 al 27’. Il terzo quarto si chiude con 4 punti in fila di Lampe che riporta l’Unics avanti sul 63-59. Ad inizio dell’ultima frazione Caserta fa fatica in attacco e Kazan con un tap in di Lampe va sul 65-59 al 32’.  Caserta con  quattro punti in fila di Williams un arresto e tiro di Jones e un tiro libero di Di Bella torna sul -1 (71-70 al 36’). Continua il break casertano due liberi di Di Bella  e una schiacciata di Williams; la Pepsi va avanti sul 71-74 al 37’. Kazan reagisce piazza un 4-0 e torna avanti sul 75-74 al 39’. Jones va ancora a segno da tre (75-77), ma l’Unics con due liberi di Vereemenko impatta sul  77 pari a 40 secondi dal fine.  Un fallo di sfondamento di Bowers e i sogni di qualificazione di una generosissima Caserta si infrangono. Nel finale due liberi di Minard consegnano la vittoria all’Unics, ma a Caserta vanno l’onore delle armi per un grandissimo secondo tempo.

Tabellino dell’incontro

Unics Kazan: Lampe 31, Veremeenko 11, Popovic 17, MccCarty 4, Lyday 8, Minard 6

Pepsi Caserta: Di Bella 7, Jones 23, Bowers 15, Garri 2, Ebi Ere 11, Koszarek 5, Williams 11,Doornekamp 3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy