L’EurOlimpia mette la seconda: Simon risolve in un finale thrilling

L’EurOlimpia mette la seconda: Simon risolve in un finale thrilling

La seconda giornata di EuroLega ha visto Milano sfidare una squadra ambiziosa su un campo difficile: la squadra di Repesa ha ottenuto una vittoria importante.

DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 80 – 81 (23-24, 18-22, 17-14, 22-21)

La seconda giornata di EuroLega ha messo di fronte all’Olimpia Milano l’ambizioso Darussafaka Dogus guidato da David Blatt e reduce dalla vittoria all’esordio in rimonta sul campo della Stella Rossa. La squadra di Repesa ha offerto una prestazione autorevole, comandando le operazioni fin dalle prime battute e arrivando più volte in doppia cifra di vantaggio, con i turchi sempre costretti ad inseguire. L’MVP della partita è Milan Macvan, autore di 19 punti e 21 di valutazione.

Il Darussafaka sceglie Wanamaker, Batuk, Anderson, Clyburn e Slaughter, mentre Milano risponde con Hickman, Dragic, Gentile, Macvan e Raduljica. La squadra di Repesa esce meglio dall’avvio della gara, proponendo un gioco corale di alto livello e un Macvan subito molto ispirato a trovare canestri importanti anche da tre punti: dopo 3 minuti di gara il tabellone recita 11-3 per gli ospiti. Guidato da Anderson e Moerman, il Darussafaka riesce a ridurre lo svantaggio e a impattare la gara a quota 15, prima che la terza tripla consecutiva di squadra, la prima di Wilbekin, valga il sorpasso sul 18-17 a 2 minuti dal primo intervallo. Grande equilibrio ora in campo, con le due squadre che ribattono canestro su canestro: la gara ora è molto bella e il canestro di Hickman chiude il primo parziale con Milano avanti 24-23. Ancora una volta è l’EA7 a iniziare meglio il quarto, sull’asse Simon-McLean: il 9-0 di break vale il nuovo allungo sul +10: il terzo fallo di Sanders toglie un uomo alle rotazioni di Repesa ma è Alessandro Gentile a caricarsi la squadra sulle spalle, con due canestri consecutivi che valgono il 37-27 a 5 minuti dall’intervallo. Tre canestri consecutivi di Clyburn permettono ai turchi di riavvicinarsi nel punteggio, ma l’equilibrio in campo fa sì che il divario oscilli costantemente tra i 4 e i 7 punti a favore degli ospiti. Una tripla di Kalnietis e un canestro di Wilbekin chiudono il primo tempo, con Milano in vantaggio per 46-41.

Nel terzo quarto le percentuali al tiro si abbassano, con pochi canestri da parte di entrambe le squadre: l’Olimpia si mantiene sempre in vantaggio, anche grazie a due triple di Dragic e Macvan, a cui risponde Moerman per tenere il Darussafaka in scia. Il terzo peiodo termina con due liberi di Kalnietis e una tripla di Anderson: dopo 30 minuti il tabellone recita 60-58 per l’EA7. Wanamaker corona l’inseguimento con il canestro del pareggio in avvio di ultima frazione, prima che le triple di Sanders e Kalnietis provino a creare un nuovo break a favore di Milano. Ancora Wilbekin da 3 firma la parità a 66, a 7 minuti dal termine della sfida: Macvan e Gentile segnano due canestri consecutivi che spingono nuovamente avanti la squadra di Repesa, in una partita equilibrata e punto a punto. Uno scatenato Macvan segna il +7 con una tripla molto pesante, prima di un contro parziale di 10-0 del Darussafaka firmato Anderson-Moerman-Wanamaker che vale il sorpasso per i turchi. Un libero di Sanders e una tripla di Kalnietis valgono il nuovo +1 Olimpia sul 77-76 a 48 secondi dalla fine, in un finale incredibile, con Blatt che interrompe il gioco. Anderson sbaglia la tripla dopo il time-out e McLean fa 2/2 in lunetta, mettendo un possesso pieno tra le due squadre, Moerman accorcia subito prima che Kalnietis faccia 0/2 in lunetta. Sanders prende il rimbalzo offensivo e Simon, con un 2/2, ridà tre punti di vantaggio a Milano. Gentile ruba palla nell’azione seguente ma fa 0/2 in lunetta, mentre non trema nemmeno Wanamaker, che segna due liberi pesanti che valgono il -1 per la sua squadra a 2 secondi dalla fine: Repesa chiede time-out per organizzare l’ultima rimessa. Kalnietis finisce la gara con la palla in mano: l’Olimpia può fare festa, finisce 81-80. Per Milano, oltre a Macvan (19), molto bene Kalnietis (11) e McLean (11), mentre al Darussafaka non bastano Moerman (20), Anderson (14) e Wanamaker(14).

TABELLINI:

DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL: Wilbekin 13, Arslan n.e., Batuk 2, Wanamaker 14, Clyburn 8, Moerman 20, Aldemir, Savas 2, Anderson 14, Slaughter, Bertans 2, Harangody 3

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: McLean 11, Gentile 10, Hickman 4, Kalnietis 11, Raduljica 6, Dragic 7, Macvan 19, Pascolo n.e., Cinciarini, Sanders 6, Abass n.e., Simon 7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy