Liga ACB: ancora “El Clasico”, la finale più attesa

Liga ACB: ancora “El Clasico”, la finale più attesa

Commenta per primo!

Era quello che tutti si aspettavano e che, sinceramente, volevano.
L’atto finale della Liga ACB 2014/2015 metterà di fronte, ancora una volta, per il 4° anno consecutivo, Real Madrid e Barcellona.

Una sfida infinita, una rivalità acerrima che sfocerà, ancora una volta, in una partita che assegna un trofeo, come le finali di Supercoppa e Coppa del Re, ma è anche una sfida che, se si risolverà in 3 partite, arriverà alla 9° riproposizione stagionale, se consideriamo anche le doppie sfide in Regular Season e nelle Top 16 d’Eurolega.

Una partita che ha valenza doppia se pensiamo che il Real ha la seria possibilità di centrare uno storico, quanto clamoroso, “Quadriplete”, dopo aver già messo in bacheca Supercoppa, Coppa del Re ed Eurolega, mentre il Barça deve assolutamente vincere questo scudetto, se vuole evitare di chiudere la stagione a “Zero Titoli” e, soprattutto, se vuole negare l’en plein agli acerrimi nemici.

Nonostante il grosso spessore di entrambe le squadre, è palese come il Real, che ha il vantaggio del fattore campo, parta comunque favorito.

Pablo Laso dispone di un’autentica nazionale, una squadra kilometrica, che si concede il lusso di utilizzare tale Ioannis Bourousis come 12°, non proprio il vostro abituale ragazzino delle giovanili. Un rooster di un livello pazzesco, probabilmente una delle squadre più forti che si siano viste, in Europa, negli ultimi 10 anni, una squadra che mescola tutte le caeratteristiche, in aggiunta ad esperienza, solidità e cinismo, che in partite del genere sono il sale.

La regia arguta e fantasiosa di Sergio Rodriguez, la mano rovente di Rudy Fernandez, Sergio Llull, K.C. Rivers e Jaycee Carroll, la sostanza di Jonas Maciulis, la durezza ed esperienza di Andres Nocioni, con l’incommensurabile Felipe Reyes, Gustavo Ayon, il debordante atletismo di Marcus Slaughter e la sfrontatezza di Salah Mejri a fare la guardia ai tabelloni, un roster da leccarsi i baffi, senza ombra di dubbio.

Dall’altra parte il Barcellona, che giocherà la sua 9° finale scudetto consecutiva, un autentico record. Sette di queste nove finali le ha allenate Xavi Pascual, che vuole mettere in bacheca il 5° titolo in carriera.
Il Barça è partito forte in questi Play Off, regolando senza patemi il Badalona, poi la semifinale con Malaga: dopo i primi due episodi della serie la strada sembrava nuovamente in discesa, ma gli andalusi si sono rivelati duri a morire, e i catalani si sono presi la finale soltanto a gara 5, e anche li con grande sofferenza.

Rispetto al Real, il Barcellona è più un mix di giovani di bellissime speranze e veterani dal sangue gelido, se pensiamo ad un nome su tutti, Juan Carlos Navarro, che con la sua tripla a 19″ dalla fine di gara 5 ha fatto saltare il banco. Tomas Satoransky, Mario Hezonja e Alex Abrines, 64 anni in 3, la linea verde che regala a Pascual faccia tosta, spensieratezza e, soprattutto, fisicità e atletismo, necessari quando si gioca a questi livelli e una volta ogni due giorni, viaggi annessi.
Il tutto ben corredato dall’esperienza, oltre che di Navarro, di Brad Oleson e Marcelinho Huertas, il primo autentico specialista nel tiro da fuori, il secondo play maker dalla spiccata visione di gioco, senza dimenticare l’esplosività di DeShaun Thomas.

La fanteria pesante dei “blancos” se la dovrà vedere con un reparto lunghi altrettanto importante, con Ante Tomic (fresco di rinnovo fino al 2018) ad aprire la strada con la sua tecnica sopraffina, seguito dalla grande efficacia di Justin Doellman, uno che magari non lo vedi, ma poi ne ha messi 15 con 7 rimbalzi, il tutto in silenzio. La duttilità di Maciej Lampe e le leve lunghissime, oltre alla grande presenza a rimbalzo, di Tibor Pleiss completano il reparto, mettiamoci comodi e godiamoci l’ennesima riproposizione del Clasico.

Questo il programma completo della finale, che potrete seguire sempre su SportItalia (canale 153 del digitale terrestre e 225 del bouquet Sky):

Gara 1 venerdì 19 Giugno ore 19
Gara 2 domenica 21 Giugno ore 12:30
Gara 3 mercoledì 24 Giugno ore 19
Eventuale Gara 4 venerdì 26 Giugno ore 19
Eventuale Gara 5 domenica 28 Giugno ore 12:30

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy