Liga ACB – Baskonia fa l’impresa, sbanca Madrid e ribalta il fattore campo

Liga ACB – Baskonia fa l’impresa, sbanca Madrid e ribalta il fattore campo

Impresa dei Baschi che giocano una gara perfetta e portano a casa gara 1, imponendosi con il risultato di 90-94.

di Federico Di Domenico

La finale play-off tra Real Madrid e Baskonia, che assegnerà il titolo Spagnolo, non delude le attese e inizia col botto. Gli spettatori del WiZink Center hanno assistito ad una partita stupenda, emozionante e giocata dall’inizio alla fine sul filo dell’equilibrio.

I padroni di casa partono con Campazzo, Causeur, Doncic, Thompkins e Tavares. I Baschi rispondono con il quintetto formato da Janning, Timma, Vildoza, Shengelia e Poirier. Il Real parte forte con Tavares e riesce a trovare regolarmente la via del canestro, ma gli ospiti rispondono colpo su colpo con le triple di Vildoza e Timma, e dopo 6 minuti si portano sul 10-14, massimo vantaggio del match insieme al 4-0 iniziale dei padroni di casa. Campazzo non ci sta e riporta i suoi a meno uno con la prima tripla del match del Real. Negli ultimi minuti del primo periodo si segna con il contagoccie, ma Baskonia riesce a conservare un piccolo vantaggio e chiudere avanti i primi dieci minuti, sul punteggio di 17-19.

Nella prima metà del secondo quarto entrambe le squadre fanno fatica a segnare, si sbloccano solo a metà periodo, con un botta e risposta dall’arco: Timma porta Baskonia sul +4 ma Rudy Fernandez fissa immediatamente il punteggio sul 24-25. Subito dopo proprio Fernandez si fa fischiare un tecnico che cambia l’inerzia della partita. Doncic e Llull sbagliano dall’arco e Baskonia ne approfitta per portarsi fino al +7, sul 24-31.  A stoppare la fuga degli ospiti ci pensa il solito Carroll con una tripla che chiude il 6-0 di parziale di Baskonia. A un minuto e mezzo dal termine del primo tempo Baskonia tenta nuovamente di piazzare un break importante e si porta sul +6, ma è ancora una volta una bomba di Carroll a tenere il match in equilibrio. Il Real resiste e risponde colpo sul colpo, riuscendo ad impattare il match sul 39 pari grazie a un canestro allo scadere di Doncic.

Nel terzo periodo fanno meglio gli ospiti, che partono forte grazie a un tiro dall’arco di Voigtmann, che è caldissimo e replica con un altra tripla due minuti più tardi, per il provvisorio 43-47. Dopo tanti minuti riesce a rimettere il naso avanti il Real grazie a una tripla di Causeur che firma il 50-49.  Si gioca punto a punto fino a due minuti dalla fine del terzo periodo. Il Real si riporta avanti sul 56-55 ma ha un black-out totale in entrambe le metà campo e subisce un parziale di 12-2 negli ultimi due minuti, firmato da Beaubois e Janning che segnano 6 punti a testa. A dieci minuti dal termine Baskonia è avanti 58-67.

Nell’ultimo quarto arriva l’attesa reazione del Real, che da squadra vera riesce a restare in partita. Pronti via e 5 punti della coppia Carroll-Fernandez riavvicinano le due squadre. Baskonia tenta la fuga e torna sul + 9 con la tripla del 63-72 di Shengelia ma i padroni di casa firmano un 7-0 di parziale, è Llull dall’arco a fissare il punteggio sul 70-72 e a costringere Martinez a chiamare time-out. Carroll è scatenato e segna 8 punti di fila, tenendo a galla i suoi. A 3 minuti dal termine il tabellone recita 78-79. A riportare avanti i blancos ci pensa Tavares dall’arco, che segna il canestro dell’81-79. Gli ultimi minuti si giocano punto a punto, con molti viaggi in lunetta per entrambe le squadre. Baskonia segna 13 degli ultimi 15 punti con i liberi e vince con il risultato finale di 90-94. Decisiva la freddezza dalla lunetta dei vari Shengelia, Voigtmann e Beaubois. Non basta al Real un Carroll incredibile, autore di 20 punti con il 5/7 dall’arco in soli 14 minuti sul parquet. Baskonia firma l’impresa e ribalta subito il fattore campo.

 

Real Madrid-Baskonia 90-94 (0-1)

REAL MADRID:  Causeur 5, Doncic 12, Carroll 20, Campazzo 4, Thompkins 4, Tavares 12, Randolph, Fernandez 8, Ayon 4, Llull 14, Taylor 3, Reyes 4.

BASKONIA: Vildoza 16, Timma 12, Janning 9, Poirier 13, Shengelia 12, Voigtmann 11, Malmanis, Huertas 9, Beaubois 11, Diop 3, Granger, Garino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy