Liga ACB: Rudy è ispirato e il Real fa sua gara 1

Liga ACB: Rudy è ispirato e il Real fa sua gara 1

Commenta per primo!
acb.com

Il Real Madrid vince gara 1 della finale per il titolo della Liga ACB.

La partenza è tutta di marca Real, con Reyes sotto le plance a dettar legge, ben supportato da un ispirato Rudy Fernandez, la cui mano è caldissima.
Il Barcellona prova ad alzare il ritmo con Satoransky ed Hezonja, che risponde a Fernandez con 6 punti consecutivi, ma i catalani devono fare i conti con anche con Gustavo Ayon, autentico spauracchio sotto le plance (7 punti in un amen con Tomic già gravato di 2 falli), e con il solito Andres Nocioni, col +7 (27-20) a fine primo periodo che conferma quanto visto fin qui.

Si raffredda Rudy Fernandez, si accende Jaycee Carroll: l’ex Teramo segna 6 punti consecutivi e diventa un rebus di difficile risoluzione per il Barça, che in un attimo si ritrova sotto di 10 punti.
Per fortuna Huertas quello che ti leva in difesa te lo dà in attacco: decide di mettersi in partita con decisione, anche coinvolgendo gli altri, soprattutto un redivivo Navarro, costantemente attaccato nella sua metà campo, ma sempre capace di far male agli avversari.
Il discreto impatto di Mejri sui due lati del campo permette alle “merengues” di tenere larga la forbice, il Barça, con un lay up allo scadere di Lampe, riesce a limitare i danni, 47-40 all’intervallo lungo.

Si torna in campo e il leit motif sembra non cambiare, perché Fernandez non raffredda le falangi e il Real può tornare a gestire 10 punti di vantaggio. Il Barça prova a coinvolgere maggiormente i suoi lunghi, Doellman e Tomic danno segni di vita e gli ospiti tornano a contatto (50-45).
Il Real riesce a tenere le distanze anche perché nel terzo periodo si segna davvero col contagocce, i “blancos” tornano a presidiare il pitturato, le percentuali si abbassano, alla penultima sirena è 59-53 per i padroni di casa.

I primi 4 minuti dell’ultimo periodo sono un monologo capitolino, perché Rodriguez e Reyes confezionano il parziale di 7-2 che permette al Real di tornare a distanza di sicurezza (66-55).
Ma i conti vanno fatti con Mario Hezonja: il gioiellino croato torna a far male, segna 3 triple e griffa il contro parziale di 4-11 che rimette in partita il Barça (70-66 al 37’).
Nel finale Rodriguez e Oleson segnano un canestro a testa, Llull sbaglia la tripla ma un “tap out” di Rudy Fernandez fa respirare il Barclaycard Center. 2/2 dalla lunetta per l’ex Blazers, Satoransky butta via un pallone, Reyes e Rodriguez sentenziano, il Real fa sua gara 1.

Real Madrid – Barcellona 78-72 (1-0)

Real Madrid: R. Fernandez 17 punti, Reyes 12 punti
Barcellona: Hezonja 18 punti, Lampe 9 punti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy