Liga ACB, semifinali: colpaccio Valencia! Sul velluto il Barça

Liga ACB, semifinali: colpaccio Valencia! Sul velluto il Barça

Commenta per primo!

Gran colpo del Valencia, che sbanca Madrid e riporta in parità la serie, prendendosi anche il fattore campo.

E’ un’impresa vera e propria quella dei ragazzi di Carles Duran, se consideriamo le pesanti assenze di Ribas e Loncar, una vittoria arrivata al termine di una partita intensa e molto fisica.
L’inizio è scoppiettante, con Harangody che sfida Llull e Carroll nel tiro pesante, ma Van Rossom e Dubljevic danno il la al parziale di 2-14 che permette, alla Comunidad, di chiudere sul +9 (22-31) il primo periodo.

Il Valencia è caldissimo, il Real è tramortito, Nedovic, Vives e Lucic si iscrivono al festival della tripla, il parziale, a cavallo dei due periodi, diventa di 2-22, gli ospiti volano sul +17 (22-39), con Pablo Laso che è costretto al time out d’urgenza. Le urla del coach dei “blancos” fanno tremare il Barclaycard Center, Nocioni si carica i suoi sulle spalle, Llull è una certezza su cui si può sempre fare affidamento, arriva il controparziale di 19-4 che rimette le “merengues” in partita, 41-43 a metà gara.

La tensione è massima, i nervi sono a fior di pelle, ci casca il Valencia, che subisce un paio di sanzioni arbitrali che tengono in vita il Real, che con Reyes e Ayon prova a fare la voce grossa in vernice, anche perchè Lischuk, come in gara 1, continua ad essere un problema sul pick & roll, e Dubljevic, con la sua duttilità, è un rebus di difficile risoluzione per la difesa capitolina. Si arriva a contatto all’ultimo intervallo, 71-73, con la tensione alle stelle.

Nocioni apre le danze con la tripla (74-73), i primi 5 minuti del periodo sono un tourbillon di errori e difese forti, a 5 minuti dalla sirena finale comanda il Real (79-75). Ma si stacca la spina “blanca, un cortocircuito che rianima il Valencia che, trascinato da Vives, Nedovic e Dubljevic, piazza il break di 0-14 che la fa volare sul +10 (79-89). Silenzio irreale alla Caja Magica, Reyes e Llull abbozzano la reazione, il Real rientra fino al -2 (89-91), Vives è glaciale dalla lunetta, 2/2, 89-93, il Valencia si prende Madrid e l’1-1 nella serie.

Real Madrid – Valencia 89-93 (1-1)

Real Madrid: Llull 28 punti, Reyes 17 punti
Valencia: Dubljevic 18 punti, Vives 14 punti

 

Tutto facile, anche in gara 2, per il Barcellona, che dopo il +31 di gara 1 ne rifila altri 21, a Malaga, nel secondo atto della serie, una serie che i catalani stanno davvero controllando senza alcuna difficoltà.

Rispetto a gara 1 almeno un minimo di iniziale equilibrio c’è, che però il Barça, col parziale di 27-14 nel secondo periodo, spezza subito, con Tomic, Huertas e Satoransky a far davvero male alla difesa andalusa.

La musica non cambia nella ripresa, coi blau grana che controllano il vantaggio senza patemi, col solo Granger, in casa Unicaja, a provare a rendere meno pesante lo score finale, che è comunque eloquente, con la winmil finale, di Mario Hezonja, a mettere il punto esclamativo sullo strapotere blau grana.

Barcellona – Malaga 91-70 (2-0)

Barcellona: Satoransky 19 punti, Huertas 14 punti
Malaga: Granger 16 punti, W. Thomas 12 punti

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy