Liga ACB, semifinali: Real in finale. Malaga-Barça: è gara 5!

Liga ACB, semifinali: Real in finale. Malaga-Barça: è gara 5!

Commenta per primo!
acb.com

Il Real Madrid sbanca, nuovamente, Valencia, chiude i conti e vola in finale per il titolo della Liga.
Le “merengues” prevalgono al termine di una gara 4 vibrante, dove ha fatto la differenza la maggiore profondità della panchina madrilena, a dispetto di un Valencia stanco per via di una rotazione ulteriormente accorciata dall’infortunio di Loncar e dalle non perfette condizioni di Rafa Martinez e Pau Ribas.

Decisivo è stato l’allungo dei “blancos” nel terzo periodo (17-25 il parziale che serve a rimontare il vantaggio valenciano), con la Comunidad che ha provato, vanamente, a rimettersi in partita negli ultimi 10 minuti, ma il Real, con la solita esperienza, ha gestito bene il vantaggio, portando a casa l’intera posta.

Fin quando il Valencia è riuscito, con Harangody, Sato e Martinez, a colpire da dietro l’arco, si è avuta l’impressione che la serie potesse tornare in parità, e quindi avere un atto conclusivo, ma una volta che il Real è riuscito ad alzare l’intensità difensiva, e le percentuali dei padroni di casa si sono, inevitabilmente, sporcate, ecco che la forbice si è allargata in favore degli ospiti, che con la freddezza di Fernandez e Lull e la sostanza di Nocioni e Ayon, scappa via senza più fermarsi, e a nulla serve il solito, ottimo, Dubljevic, oltre al gran cuore di Guillem Vives, la corsa del Valencia si ferma qui.

Valencia – Real Madrid 84-90 (1-3)

Valencia: Dubljevic 24 punti, Vives 13 punti
Real Madrid: R. Fernandez 12 punti, Nocioni 12 punti

Servirà, invece, gara 5 per determinare l’avversario del Real Madrid in finale. Perché Malaga non molla un colpo, difende il Juan Martin Carpena e costringe il Barcellona alla “bella”, domani alle 17 al Palau Blau Grana.

Si è rivista l’Unicaja che abbiamo ammirato per gran parte della Regular Season, una squadra che ha aggredito da subito l’avversario, che ha giocato bene, con tutti gli effettivi coinvolti all’interno del sistema.

La partita si riassume in due avvii degli andalusi: l’inizio di partita, col 9-0 che fa capire da subito le intenzioni dei ragazzi di Joan Plaza, e il 9-1 che apre il secondo periodo, che permette all’Unicaja la fuga (29-15) che poi sarà decisiva, visto che la difesa è un fortino inespugnabile, il Barcellona non trova il bandolo della matassa, e il margine diventa più ampio nel terzo periodo, quando i padroni di casa arrivano a condurre anche di 20 punti (46-26).

A quel punto il Barça decide di darsi una svegliata, Huertas e Navarro si caricano la squadra sulle spalle, producendo un break che permette agli ospiti di rimontare fino al -7 (59-52) a 6 minuti dalla sirena finale. Ma Suarez, ancora ispirato, trova un paio di giocate che chiudono la partita, rimandando il verdetto a gara 5.

Malaga – Barcellona 77-66 (2-2)

Malaga: Granger 11 punti, Suarez 9 punti
Barcellona: Huertas 14 punti, Tomic 12 punti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy