Liga Endesa, 30° Giornata. Al Malaga il derby andaluso, upset Canaria: super Richotti, Bilbao KO

Liga Endesa, 30° Giornata. Al Malaga il derby andaluso, upset Canaria: super Richotti, Bilbao KO

Commenta per primo!

 

CAI ZARAGOZA – BLANCOS DE RUEDA VALLADOLID 99 – 86
Un travolgente secondo quarto permette a Zaragoza di rafforzare la propria posizione Play Off e di insidiare il quarto posto di Valencia.
Non é la miglior versione della squadra di José Luis Abós ma basta per avere la meglio su una Valladolid che ha da recriminare per le troppe palle perse (23) e che subisce, questo si, una precisione quasi teutonica degli avversari dall’arco (65% da 3 per Zaragoza).
E proprio dall’arco colpiscono in serie Roll (20), Llompart (17) e Stefansson (16) mentre Norel (22) mette d’accordo tutti sotto le plance.
A Valladolid non basta la miglior prestazione di Montañez (22) dal suo ritorno al basket che conta né un buon O’Leary. Sugli esterni buono l’apporto di Porta (14) e Grimau (12).
TABELLINO
CAI ZARAGOZA
Norel 22, Roll 20, Llompart 17, Stefansson 16, Van Rossom 10, Jones 7, Toppert 3, García 2, Aguilar 2. Ne: Portalez.
Rimbalzi: Jones 9
Assist: Roll 5
BLANCOS DE RUEDA VALLADOLID
Montañez 22, O’Leary 17, Porta 14, Grimau 12, Martín 8, Sinanovic 8, D. Navarro 2, Humphrey 2, Cizauskas 1, Izquierdo. Ne: Ruiz.
Rimbalzi: Humphrey 7
Assist: Montañez 4

CAJASOL SIVIGLIA – UNICAJA MALAGA 61 – 77
Un ritorno ed un debutto al San Pablo di Siviglia, tra i padroni di casa si rivedeva finalmente Latavious Williams mentre nel roster di Repesa l’ex Pesaro Kinsey é alla prima assoluta.
Vince Malaga questo derby dell’Andalusia, lo vince controllando il match dall’inizio alla fine senza concedere agli avversari la speranza di recuperare.
Sastre (15) e Holland (15) pedalano nella giornata un pó opaca di Satoransky ma Malaga puó contare su un buonissimo Calloway (16) che trova l’apporto fondamentale di Zoric (13) e di un Vidal (11) in ripresa.
Siviglia paga la minor precisione al tiro contro una Malaga che tira con percentuali di tutto rispetto (61% da 2 e 40% da 3) ma soprattutto recupera piú palloni e ne perde di meno, l’impatto del rientrante Williams é discreto ma si vede che non é al 100%, Kinsey comincia invece la sua nuova avventura con 6 minuti in campo e 2 punti.
TABELLINO
CAJASOL SIVIGLIA
Sastre 15, Holland 15, Satoransky 9, Williams 4, Bogdanovic 4, Tepic 4, Blakney 3, Asbury 3, Triguero 2, Balvin 2, Porzingis, Burjanadze.
Rimbalzi: Triguero 7
Assist: Satoransky 5
UNICAJA MALAGA
Calloway 16, Zoric 13, Vidal 11, Panko 8, Lima 8, Simon 7, Vazquez 6, Urtasun 5, Kinsey 2, Díaz 1, Todorovic. Ne: Perovic.
Rimbalzi: Zoric 7
Assist: Simon 4

VALENCIA BASKET – LAGUN ARO SAN SEBASTIAN 93 – 65
Sempre piú vicina la retrocessione di San Sebastián. Gli uomini di Sito Alonso vengono letteralmente spazzati via da una Valencia che difende il fattore campo per il primo turno dei Play Off.
Totalmente superati gli ospiti, Valencia, spinta da un grande Dubljevic (22+8r) e da un Doellman (16) costante, domina senza troppi affanni ambo i pitturati e sugli esterni Kelati (14) fa mostra di efficacia e Markovic (10+7ass) dirige l’orchestra di Perasovic.
San Sebastián si riassume in scampoli di Ekene (10) e Paunic (12) ed una passivitá inconcepibile per una squadra ancora in lotta per una salvezza che, ora, pare quasi impossibile.
Solo nel secondo quarto gli uomini di Sito Alonso accennano una reazione ma al ritorno dagli spogliatoi é un monologo taronja, 26-7 il parziale del terzo quarto che decide tutto, il resto é solo garbage time.
TABELLINO
VALENCIA BASKET
Dubljevic 22, Doellman 16, Kelati 14, Markovic 10, Martinez 9, San Miguel 9, Robinson 5, Hrycaniuk 4, Ribas 2, Hanley 2, Abia.
Rimbalzi: Dubljevic 22
Assist: Markovic 7
LAGUN ARO SAN SEBASTIAN
Paunic 12, Ekene 10, Woods 9, Doblas 9, Neto 8, Papamakarios 7, Salgado 6, Finley 2, Díez 2, Rubio, Olaizola, Motos.
Rimbalzi: Ekene 4
Assist: Salgado 6

BLUSENS MONBUS OBRADOIRO – FIATC JOVENTUT BADALONA 79 – 82
Colpaccio Badalona in quel di Santiago: i neroverdi si impongono in un match equilibratissimo grazie all’eccellente difesa messa in mostra nel terzo quarto e ad un Oliver (27) ancora una volta decisivo oltre che maestoso.
Si suol dire che il vino migliora invecchiando, Oliver é allora un vino di quelli di qualitá. Sempre comprimario nella sua carriera, a Badalona ha trovato la fiducia di tecnico e dirigenza ed é esploso, tardi ma é esploso.
Al suo fianco torna su buoni livelli Manny Quezada (16) mentre é Trias a dare il giusto apporto sotto le plance in una partita che l’Obradoiro avrebbe pure potuto vincere se non fosse per quello scellerato terzo periodo in cui mette insieme la miseria di 8 punti.
Non basta allora la buonissima prestazione realizzativa del duo Hummel (16) – Mejri Salah (16), Corbacho (11), forza troppo dall’arco (3/9) e la grandissima regia di Rodriguez (10 ass) diventa insufficiente davanti a qualche scelta sbagliata di Dewar (1/5 da 3) o della stessa guardia spagnola. Ai punti l’Obradoiro avrebbe meritato il successo, ma questa non é boxe.
TABELLINO
BLUSENS MONBUS OBRADOIRO
Hummel 16, Mejri Salah 16, Corbacho 11, Kendall 10, Dewar 9, Buford 8, A. Rodriguez 5, Pumprla 2, Luz 2, Junyent. Ne: Sanz, Stobart.
Rimbalzi: Mejri Salah 6
Assist: A. Rodriguez 10
FIATC JOVENTUT BADALONA
Oliver 27, Quezada 16, Trias 9, Tomás 7, Ehambe 5, Kuzmic 4, Savanè 4, Ventura 3, Suarez 3, Fisher 2, Llovet 2, Barrera.
Rimbalzi: Trias 7
Assist: Quezada 4

UCAM MURCIA – MAD CROC FUENLABRADA 87 – 79
Si ferma a Murcia la serie positiva di Fuenlabrada, poco male vista la sconfitta di San Sebastián in quel di Valencia.
I padroni di casa soffrono nei due periodi centrali del match ma nel primo quarto piazzano il +5 e nel secondo il parziale di 20 – 14 che chiude il discorso.
Cinque uomini in doppia cifra per Murcia, sugli scudi Tillie (22), bravo a confezionare un buonissimo 80% dal campo, bene anche Lewis (12) e Ragland (14) che stavolta colpisce meglio dall’area che dall’arco. Gli altri due in doppia cifra sono il solito Berni Rodriguez (10) e Franch (10).
Inutile, per Fuenlabrada, la maiuscola prestazione di Kurz (22+12r) che va in doppia doppia, Feldeine (21) fa un buonissimo lavoro nell’area ma viene meno nei momenti decisivi quando é lui ad essere scelto dai compagni per la soluzione dalla distanza.
TABELLINO
UCAM MURCIA
Tillie 22, Ragland 14, Lewis 12, B. Rodriguez 10, Franch 10, Antelo 8, Miso 5, Gatens 4, Barlow 2. Ne: Servera, Jasen.
Rimbalzi: Antelo 11
Assist: B. Rodriguez 4
MAD CROC FUENLABRADA
Kurz 22, Feldeine 21, Mainoldi 9, Gladyr 7, Valters 5, Vega 5, Colom 5, Cortaberria 3, Laso 2, Sené. Ne: Muñoz, Sanchez.
Rimbalzi: Kurz 12
Assist: Colom, Feldeine, Valters 3

HERBALIFE GRAN CANARIA – REAL MADRID 74 – 76
All’ultimo respiro il Real, ancora preda della sbornia per la qualificazione alle Final 4 di Eurolega, trova il successo in casa di una Gran Canaria che era rimasta in corsa per tutto il match trovando anche il pari dopo un inizio di chiaro segno madridista.
Non é sufficiente la grande prestazione di un ritrovato Nelson (24) a dare la vittoria agli isolani che pure godono di un buon apporto dagli esterni con Toolson (16) e Newley (14) ma la mancanza di Bellas, tenuto in panchina da Martínez, si é sentita contro un Real dove era il solo Mirotic (19) a raggiungere la doppia cifra; tuttavia é la panchina a fare la differenza, fuori dallo starting five il Real trova 33 punti contro i 27 di Gran Canaria la cui superioritá nel quintetto base é molto lieve, solo 7 uomini in giallo vanno a segno mentre nel Real é il solo Draper a non trovare la via del canestro.
TABELLINO
HERBALIFE GRAN CANARIA
Nelson 24, Toolson 16, Newley 14, Baez 7, Rey 6, Alvarado 5, Guerra 2, Tavares, Scheyer, Beirán. Ne: Bellas, Dominguez.
Rimbalzi: Nelson 6
Assist: Nelson 4.
REAL MADRID
Mirotic 19, Reyes 9, S. Rodriguez 9, Carroll 8, Llull 8, Rudy Fernandez 5, Reyes 5, Darden 5, Hettsheimeir 3, Slaughter 3, Begic 2, Draper.
Rimbalzi: Reyes, Mirotic 5
Assist: S. Rodriguez, Suarez 3

CB CANARIAS – UXUE BILBAO 104 – 101
Tenerife puó sognare. Vittoria di assoluto prestigio per i gialloneri contro una Bilbao ancora scottata dalla sconfitta in Eurocup contro il Lokomotiv Kuban. Ora la zona Play Off é a soli due punti.
Spettacolo al Santiago Martín, con la sfida tutta sugli esterni tra Richotti (22 e 32 di valutazione) e Zisis (22), con Bilbao che mette in tavola i carichi Vasileiadis (21) e Mumbrú (21), ma la risposta isolana é Sekulic (20) + Lampropoulos (18) oltre ad una maggiore precisione nei tiri liberi e dall’area.
Inizio straripante dei padroni di casa che nel primo quarto segnano 30 punti concedendone 20 agli avversari. É una partita piena di capovolgimenti di fronte con gli attacchi che hanno la meglio sulle difese, tuttavia nel secondo periodo Tenerife resiste alla prima sfuriata di Bilbao rispondendo colpo su colpo, si va al riposo con il tabellone che recita 55 – 45 ma non siamo in NBA e non si sono giocati 24’.
Al ritorno dagli spogliatoi Bilbao prende il sopravvento, parziale di 27-17 e punteggio fissato sul pari a quota 72. Comincia la girandola dei liberi nel punto a punto dell’ultimo quarto. Tenerife trova in Lampropoulos e Richotti due uomini glaciali, a Bilbao invece la palla scotta e per i tifosi di casa é il momento della festa.
Importantissimo il successo non solo per la matematica salvezza raggiunta ma anche perché nella stessa domenica Tenerife viene catapultata in una nuova battaglia molto piú affascinante, la qualificazione ai Play Off, basta un passo falso di Málaga ed Obradoiro per raggiungere l’ottavo posto, perché non provarci?
TABELLINO
CB CANARIAS
Richotti 22, Sekulic 20, Lampropoulos 18, Blanco 11, Uriz 11, Donaldson 7, Chagoyen 6, Rost 6, Biviá 4, Guillen. Ne: Rodriguez.
Rimbalzi: Blanco 6
Assist: Uriz, Richotti 5
UXUE BILBAO
Zisis 22, Vasileiadis 21, Mumbrú 21, Hamilton 14, Samb 10, Grimau 7, Hervelle 6, Moerman, Pilepic. Ne: Sanchez.
Rimbalzi: Moerman 4
Assist: Mumbrú, Vasileiadis 5

CAJA LABORAL VITORIA – LA BRUIXA D’OR MANRESA 81 – 70
Partita senza storia al Buesa Arena, una Manresa giá retrocessa oppone poca resistenza ad una Vitoria stanca per le fatiche contro il CSKA, basti dire che il successo arriva pur tirando da 3 con il 12%. Certo, dall’area Vitoria é un martello (74%) ma Manresa fa di tutto per facilitarle le cose, tira male, malissimo da 2 (32%) e nella norma da 3 (36%) con Hanga (18) e Arco (16) uniche luci nel buio biancorosso.
Vitoria é invece attenta e trova in Causeur (21) e San Emeterio (13) ma soprattutto nella doppia doppia di Pleiss (10+14r), quanto basta in un match che controlla con tranquillitá per tutti e 40’.
Solo nel secondo quarto Manresa, pur continuando il festival dell’errore da 2, stringe le maglie difensive e se la gioca quasi alla pari contro una Vitoria che poi chiude rapidamente il match e tiene a distanza Barcellona nella corsa al secondo posto.
TABELLINO
CAJA LABORAL VITORIA
Causeur 21, San Emeterio 13, Pleiss 10, M. Bjelica 10, Heurtel 8, Lampe 7, N. Bjelica 6, Jelinek 4, Cook 2, Nocioni. Ne: Van Oostrum, Calbarro.
Rimbalzi: Pleiss 14
Assist: Heurtel 4
LA BRUIXA D’OR MANRESA
Hanga 18, Arco 16, Hernandez 10, Aleksandrov 9, Arteaga 6, De Vries 6, Asselin 5, Creus, Palsson, Yanev.
Rimbalzi: Hanga 8
Assist: Hernandez, Hanga 4

REGAL FC BARCELONA – ASEFA ESTUDIANTES 78 – 65
L’Estudiantes é prossimo a salutare definitivamente i Play Off. La crisi di risultati non si ferma a Barcellona dove i padroni di casa, dopo un brutto inizio, fanno un sol boccone degli avversari nel secondo tempo.
Non é il Barça delle serate di gala, i blaugrana hanno la testa al Panathinaikos e quindi Navarro e Jasikevicius ancora in tribuna. Marcelinho (15) e Ingles (14) sono ottimi sostituti e Lorbek (12) pare riapparire dopo un inopinato letargo.
Gli uomini di Vidorreta, dal loro canto, trovano punti costanti solo da Granger (21) e Kuric (16), patiscono l’assenza di English che ormai puó dare per finita la propria stagione a meno di miracoli e di capitan Gabriel, indisponibile per infortunio; a rimbalzo, poi, é un confronto da Telefono Azzurro quello tra Nogueira (11) e Jawai (10), esempio della superioritá schiacciante blaugrana. In regia é Sada a vincere il duello con Granger.
Finisce con un successo netto di un Barcellona che ora puó guardare all’Eurolega.
TABELLINO
REGAL FC BARCELLONA
Marcelinho 15, Ingles 14, Lorbek 12, Oleson 10, Jawai 10, Abrines 8, Tomic 5, Sada 4, Todorovic, Wallace, Rabaseda, Hezonja.
Rimbalzi: Wallace 7
Assist: Sada 5
ASEFA ESTUDIANTES
Granger 21, Kuric 16, Nogueira 11, Kirksay 7, Clark 6, Fernandez 2, Barnes 2, Fisher, Vicedo. Ne: Guerra.
Rimbalzi: Kirksay 9
Assist: Granger 3

CLASSIFICA
REAL MADRID 52
VITORIA 44 (1 PARTITA IN MENO)
BARCELLONA 40
VALENCIA 38
ZARAGOZA 36
BILBAO 34 (1 PARTITA IN MENO)
GRAN CANARIA 34
OBRADOIRO 30
MALAGA 30
BADALONA 28
TENERIFE 28
ESTUDIANTES 26
MURCIA 24
FUENLABRADA 22
SIVIGLIA 22
VALLADOLID 22
SAN SEBASTIAN 16
MANRESA 12

MVP Basketinside: Nicolás Richotti (CB Canarias)
L’uomo decisivo nella partita piú spettacolare della giornata é Richotti: 22 punti, 5 assist, 32 di valutazione ma soprattutto la glaciale freddezza dalla lunetta che regala a Tenerife il sogno di poter lottare per i Play Off.
A volte pare facile tirare i liberi ma non lo é quando la palla scotta come negli ultimi istanti di un match tiratissimo contro un avversario della caratura di Bilbao.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy