Maccabi, Gershon durissimo con Weems: “Ha guidato una rivolta, dovevano zittirlo”

Maccabi, Gershon durissimo con Weems: “Ha guidato una rivolta, dovevano zittirlo”

Pesante attacco dell’ex allenatore del Maccabi contro una delle stelle della squadra, colpevole della rivolta che ha portato all’esonero di Edelstein.

La stagione del Maccabi Tel Aviv non è iniziata nel migliore dei modi, con l’esonero di Erez Edelstein come ultimo avvenimento. Nel corso di una discussione sul canale Sports 5 in Israele, il leggendario ex allenatore della squadra Pini Gershon ha criticato la decisione di esonerare l’allenatore, trovando in Sonny Weems uno dei principali colpevoli della situazione che si è venuta a creare.

Chi è Sonny Weems? Ha aperto troppo la bocca quando era al CSKA Mosca e lo hanno zittito quando ha attaccato Ettore Messina. Prima di firmarlo, nessuno al Maccabi ha chiesto come si fosse comportato al CSKA. Weems ha guidato la rivolta e dovevano zittirlo. Non c’è stato nessuno nel club che lo abbia messo a tacere e non lo faranno perché guadagna 1.3 milioni l’anno. Non capisce gli schemi, non è la prima, nè la seconda, nè la terza opzione offensiva della squadra. E ha qualche idea sul gioco di squadra?”.

Perché Edelstein è stato esonerato? La decisione – ha proseguito Gershon – è stata dettata dall’isteria. Shimon Mizrahi ha detto che c’erano molte ragioni per non esonerarlo: infortuni, selezione dei giocatori nei vari ruoli,… Il Maccabi ha perso contro Milano che poi ha battuto il Darussafaka Dogus. Poi ha perso contro il Real Madrid che è una potenza in Europa. Avrebbero dovuto vincere le gare contro Galatasaray e Zalgiris Kaunas, che avranno adesso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy