Maccabi Tel Aviv, super rifondazione in vista con Maik Zirbes, Quincy Miller e Sonny Weems?

Maccabi Tel Aviv, super rifondazione in vista con Maik Zirbes, Quincy Miller e Sonny Weems?

Stagione troppo brutta per essere vera, in casa Maccabi Tel Aviv, invece i padroni storici del basket israeliano hanno fatto i conti con delusioni su delusioni. La parola d’ordine sembra rifondazione, ovviamente all’insegna della qualità.

Commenta per primo!

Stagione troppo brutta per essere vera, in casa Maccabi Tel Aviv, invece i padroni storici del basket israeliano hanno fatto i conti con risultati raccapriccianti, cambi di panchina, delusioni su delusioni. Quanto al titolo nazionale resta tutto ancora in gioco, ma la parola d’ordine – stando anche ai rumors riportati da David Pick – sembra rifondazione, ovviamente all’insegna della qualità.

Non a caso, i primi nomi che circolano sono di livello assoluto: il primo è l’ala Quincy Miller, che dopo tre stagioni in NBA (Denver e qualche apparizione in maglia Kings e Pistons) ha deciso quest’anno di assaggiare il basket europeo. L’esperimento è andato molto bene, considerando che il classe 1992 si è imposto come uno dei trascinatori della Stella Rossa verso i playoffs della massima competizione continentale (devono ancora finire le Top 16 ma la qualificazione è già arrivata). L’ex Baylor sta segnando 14.2 punti di media col 59% dal campo ed ora molte squadre di altissimo livello hanno messo gli occhi su di lui.

Altro profilo interessante sarebbe quello del compagno di squadra Maik Zirbes: il pivottone 26enne tedesco ex Bamberg non è da meno come cifre e impatto rispetto a Miller, firmando la bellezza di 13,1 ppg al 62,6% da 2 in 25′ con 6,5 rpg e 15,0 di valutazione media in Eurolega, cifre non lontano da quelle toccate in Lega Adriatica (13,4 ppg in 23′ al 68,8% da 2 con 5,8 rpg e 16,2 di valutazione).

Infine, visto che non c’è due senza tre, non mancherebbe sul taccuino il 2/3 ex Denver e Toronto Sonny Weems, in uscita dall’asse Phoenix – Philadelphia (43 presenze), a cui gli israeliani avrebbero offerto un biennale. Prodotto degli Arkansas Razorbacks, in Europa ha lasciato il segno nelle ultime quattro stagioni, vestendo le maglie di Kaunas e soprattutto del CSKA Mosca: un campionato lituano (2011-12), tre VTB United League consecutive (dal 2012 al 2015), oltre al miglior quintetto dell’Eurolega di due anni fa rendono il giocatore di West Memphis un elemento di sicuro valore (lo scorso anno in Eurolega 13,1 ppg con 4,0 rpg, 3,5 apg) in cerca di riscatto dopo le delusioni oltreoceano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy