Melli: “Avevo contatti con un team NBA, ho scelto il Fenerbahce per Obradovic”

Melli: “Avevo contatti con un team NBA, ho scelto il Fenerbahce per Obradovic”

L’ex Olimpia e Bamberg si racconta da neo-giocatore del Fenerbahce: la scelta in estate, gli obiettivi per la stagione e il futuro con la Nazionale.

In un intervista rilasciata al portale Eurohoops.net, Niccolò Melli ha raccontato il suo primo mese da giocatore del Fenerbahce: la scelta in estate, gli obiettivi per la stagione e il futuro della Nazionale.

“Ho scelto il Fenerbahce perchè volevo fare un nuovo passo avanti nella mia carriera. Ho grandi ambizioni come giocatore e voglio anche una squadra che abbia le stesse ambizioni. Un’altro importante fattore che mi ha guidato nella scelta è stata la figura di coach Obradovic: credo che possa aiutarmi a capire il basket e diventare un giocatore migliore. In estate ho dovuto scegliere tra un team NBA e due top-team europei. non è stata una decisione facile, perchè non sai se la chiamata dall’NBA si ripresenterà, ma sono contento della mia scelta”. Scelta non influenzata dalla presenza dell’altro italiano Luigi Datome. ” Non ne ho parlato con nessuno, solo con la mia famiglia, con la mia ragazza e i miei amici, che mi conoscono molto bene. E’ una mia scelta, non dipende dai compagni di squadra. Devi decidere con la tua testa”.

Sul suo inserimento nel team, dice: “E’ stato tutto molto veloce, abbiamo giocato solo sei partite di preparazione. Sto ancora lavorando per capire la “filosofia” di questa squadra […] Prima devo capire il sistema di Obradovic, come vuole giocare. Posso adattarmi a sistemi di gioco differenti, ma prima devo capire di cosa ha bisogno il team per poterlo aiutare al meglio”.

Dopo l’Italia e la Germania, ora il tempo della Turchia: “Ad essere onesto, non conosco bene il campionato turco, come non conoscevo quello tedesco prima di arrivare a Bamberg. Ma so che è un campionato molto competitivo e questo aiuterà me e il team a migliorare. I nostri avversari saranno motivati dal giocare contro i campioni d’Europa, noi dobbiamo essere più motivati di loro”. A partire dal Banvit, avversario nella President’s Cup: “E’ il primo obiettivo della stagione, è una finale secca, la società ci tiene e faremo tutto il possibile per portarla a casa”. Aggiornamento: il Fenerbahce ha conquistato oggi la Supercoppa con il punteggio 75-64.

 

Ultima parentesi sulla Nazionale, a partire dall’ultimo Eurobasket: “Abbiamo fatto quello che dovevamo, possiamo essere soddisfatti per la nostra campagna europea. Purtroppo sono molte edizioni che non vinciamo una medaglia, è una situazione difficile e sta diventando un po’ pesante da sopportare. Ma abbiamo fatto il nostro meglio, siamo tra le prime otto squadre d’Europa”. Per quanto riguarda invece la querelle sulle qualificazioni FIBA: “Onestamente non sono molto “dentro” a questi argomenti “politici”. Quello che posso dire è che quando sarà l’ora di giocare queste partite di qualificazione, parlerò con la Federazione, con il coach e troveremo una soluzione. Se le due istituzioni europee più grandi (FIBA ed EuroLega, ndr) non parlano tra di loro, si creerà soltanto una grande confusione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy