Milano comanda 30′, ma poi crolla: vince l’Efes, EA7 eliminata

Milano comanda 30′, ma poi crolla: vince l’Efes, EA7 eliminata

Commenta per primo!

ANADOLU EFES ISTANBUL – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 86 – 78 (13-24, 36-42, 63-59)

Milano gioca 30′ di ottimo livello e tocca anche il +15 come massimo vantaggio, ma sparisce totalmente negli ultimi 10-12 minuti e perde 86-78 sul campo dell’Anadolu Efes. Con Gentile ed un’ottima difesa, l’Olimpia scappa via fin da subito, con un ottimo apporto anche da parte di Hackett  e Brooks; l’Efes patisce tanto, ma chiude a -6 il primo tempo e con un Heurtel spaventoso costruisce la rimonta e la fuga sul finire del terzo periodo. Milano è quindi matematicamente eliminata con una giornata ancora da disputare (giovedì prossimo, al Forum, contro il CSKA Mosca).

QUINTETTO BASE EFES: Heurtel, Janning, Perperoglou, Saric, Krstic
QUINTETTO BASE MILANO: Hackett, Gentile, Moss, Melli, Samuels

CRONACA – Milano sa di essere condannata ad un solo risultato e lo dimostra partendo forte: difesa ferrea e 2-6 dopo 2′ e mezzo. Il raddoppio su Krstic e le rotazioni perfette costringono l’Efes a 4 punti in 5′, mentre Gentile è in grazia di Dio: 7 punti e 4-13 a metà quarto. Con Samuels fuori per 2 falli, Krstic arriva a 6 punti e guida il rientro dei suoi, ma la tripla di Moss doppia i turchi: 8-16 al 7′. L’Olimpia gioca senza pressione: serve una vittoria di 11? Dopo 9′ è già +12, con due piazzati dello stesso Moss e di Hackett. A fine primo quarto Milano è avanti 13-24.

Dopo un paio di attacchi difficoltosi, l’EA7 torna a trovare il fondo della retina e con un Gentile tanto per cambiare super arriva fino al +15, sul 15-30 al 14′. Il capitano biancorosso frena il suo momento, mentre dall’altra parte sale Heurtel: 2 triple + un assist e l’Efes accorcia a -7 (27-34, time-out Banchi). L’Olimpia fatica a segnare, ma con un redivivo James impedisce anche ai turchi di trovare il canestro: si resta a lungo sul 31-40, prima di due liberi di Hackett. Nell’ultimo minuto, però, Bjelica ed una tripla quasi sulla sirena di Saric fissano il punteggio del primo tempo sul 36-42.

Il ritorno in campo di Milano è di gran cattiveria: le difese di Moss e Melli chiudono l’area (con l’Efes che sbaglia pure tanti tiri facili) e parziale offensivo di 0-6 (36-48 al 22′). L’EA7 fa +13 e ha 4 possessi consecutivi da rimbalzo offensivo per “scappare” ma sbaglia sempre: Heurtel ricuce e i turchi sono a -9. Di nuovo il francese e Saric puniscono un’Olimpia troppo ferma in attacco: l’Efes risale a -5 e pou addirittura a -1, sempre con un clamoroso Heurtel protagonista (56-57 al 28′). Milano digiuna per 3′, prima che Hackett smuova il punteggio, ma il piazzato di Krstic a 30″ dal 30′ vale il sorpasso turco, prima dell’ennesima tripla di Heurtel a 6″ dalla fine: 24 già per lui e 63-59 per i suoi.

Un fallo + successivo tecnico di Kleiza aprono l’ultimo periodo: Milano continua a sparacchiare, mentre Krstic sigla l’allungo turco (68-59 al 31′). Samuels fa goal, ma Heurtel oltre a segnare dispensa assist e l’Efes vola via (74-61 al 34′). Gli uomini di Ivkovic calano offensivamente, ma chiudono a meraviglia l’area: l’Olimpia continua a non segnare ed il tecnico a Gentile dimostra tutta la frustrazione ed ormai rassegnazione dei Campioni d’Italia (78-67 al 37′). L’ultimo tentativo vero e proprio milanese è in una tripla di Kleiza a 2′ dalla fine, ma ormai non c’è più nulla da fare. L’Efes controlla e vince 86-78.

BASKETINSIDE MVP: THOMAS HEURTEL

TABELLINI:
EFES: Balbay 0, Osman 3, Perperoglou 8, Batuk 0, Saric 14, Draper 0, Krstic 22, Lasme 5, Korkmaz 2, Janning 2, Heurtel 26, Bjelica 4. Coach: Ivkovic.

MILANO: Ragland 2, Brooks 17, Gentile 17, Gigli n.e., Cerella 0, Melli 3, Kleiza 3, Elegar 2, James 0, Hackett 13, Samuels 16, Moss 5. Coach: Banchi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy