Milano svogliata, CKSA determinato: i russi passano al Forum e chiudono primi

Milano svogliata, CKSA determinato: i russi passano al Forum e chiudono primi

Commenta per primo!

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO – CSKA MOSCA 79 – 88 (15-23, 34-550, 55-73)

Una squadra già eliminata e demotivata contro una ancora in corsa e vogliosa di migliorare il più possibile la propria posizione in classifica: ovviamente non può uscirne altro che una partita a senso unico (almeno per 37′), dominata dal CSKA. I russi battono Milano per 79-88 al termine di 40′ decisamente incanalati verso gli ospiti. Teodosic a predicare pallacanestro (pur con un atteggiamento a tratti “antisportivo” nei confronti del pubblico milanese), Kaun e Vorontsevich a fare la voce grossa sotto canestro e Kirilenko a fare da collante: gli uomini di Itoudis sbancano il Forum e si prendono il primo posto nel girone.

QUINTETTO BASE MILANO: Hackett, Brooks, Gentile, Melli, Samuels
QUINTETTO BASE MOSCA: Teodosic, Weems, Kirilenko, Vorontsevich, Kaun

CRONACA – In un avvio blando (per non dire soporifero), Milano entra troppo molle, eccezion fatta per un Melli combattivo: Teodosic crea, Kaun segna ed il CSKA va (3-8 al 3′). L’Olimpia attacca in modo statico e sterile; sono ben più fluidi ed organizzati i rossoblu, col 4 in regia e con Vorontsevich e Kaun a fare il vuoto sotto le plance (6-17 al 7′). Il livello offensivo milanese non migliora, poco meglio va invece quello difensivo, con l’ingresso di Moss, ma il primo quarto è “roba” dei russi: al 10′ è 15-23.

Un paio di buone cose da Ragland ed Elegar smuovono il tabellone milanese, ma è la difesa a fare ancora acqua: i russi entrano senza problemi, muovono bene la palla e fanno +11 (20-31 al 13′). Banchi prova la zona, ma non cambia nulla: Jackson e Kirilenko guidano gli uomini di Itoudis al +15 (27-42 al 15′, time-out EA7). L’Olimpia riprende a sparare a caso e a sbagliare, invito a nozze per i moscoviti, che toccano anche il +21 (27-48 al 17′). Il CSKA resta saldamente in controllo, pur rilassandosi un attimo: l’Olimpia può “provare ad accorciare”, ma a fine primo tempo è 34-55 per gli ospiti.

Vorontsevich e Kaun continuano a segnare e portano il CSKA a sfiorare il +25, prima che Brooks e Samuels (finalmente combattivo contro i lunghi ospiti) cerchino di metterci una pezza. Teodosic continua a sfornare assist, prima di applaudire ironicamente il pubblico milanese uscendo dal campo (pubblico milanese che lo aveva applaudito fino a un istante fa, prima di fischiarlo per un paio di gomiti alti): Samuels ha la meglio contro Hines e tiene Milano sotto i 20 punti di scarto, ma anche al 30′ la gara è saldamente nelle mani di Kirilenko & co.: 55-73.

Samuels continua a mostrare buone cose sotto canestro, ma le “seconde linee” russe (e si fa molta fatica a chiamare così Weems e De Colo…) tengono alta la pressione ospite, che ritorna a toccare il +20 (61-81 al 35‘). Teodosic quasi prende sul personale la partita ed inizia a sparare dappertutto, peggiorando la qualità offensiva russa; ci pensa Khryapa a migliorare le cose, prima che gli uomini di Itoudis decidano di smettere di giocare e Brooks inizi a segnare con regolarità: Milano passa dal -16 al -9 (77-86 al 38′), ma ormai è troppo tardi: i russi chiamano time-out e da lì in poi Milano non attacca quasi più. Il finale è 79-88.

BASKETINSIDE MVP: SASHA KAUN

TABELLINI:
MILANO: Ragland 6, Brooks 13, Gentile 15, Gigli n.e., Cerella n.e., Melli 9, Kleiza 7, Elegar 2, James 0, Hackett 4, Samuels 18, Moss 5. Coach: Banchi.

MOSCA: De Colo 8, Teodosic 4, Nichols 3, Jackson 8, Markoishvili 2, Korobkov 0, Weems 6, Vorontsevich 14, Kaun 19, Khryapa 4, Hines 6, Kirilenko 14. Coach: Itoudis.

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy