Miracolo di Viggiano sulla sirena! Siena vince sul campo di Malaga

Miracolo di Viggiano sulla sirena! Siena vince sul campo di Malaga

Commenta per primo!

Unicaja Malaga – Montepaschi Siena 73-75 (18-23; 41-39; 64-63) Incredibile finale di partita a Malaga! Siena vince la sua prima partita d’Eurolega quest’anno dopo esser finalmente partita con il piede giusto, salvo poi subire il ritorno degli avversari, arrivati sul +6 a 3′ dalla fine, prima del parziale finale con il quale Hackett prima, e Viggiano con il tiro allo scadere, regalano una vittoria forse non utile per il futuro della Montepaschi nella massima competizione continentale, ma fondamentale per cementare una squadra dal potenziale sicuramente evidente, ma ancora poco amalgamata. Partita da Mvp per il già citato Hackett, 19 punti e 7 assist, leader assoluto. Green top scorer per i biancoverdi con 20, fondamentali punti, 12 di Viggiano e 10 di Carter. English non sceso sul parquet, con un piede e mezzo fuori dalla squadra. Hunter e Rochestie rimandati alla prossima. Malaga paga i tanti errori dalla lunetta (10/19) ed una mancata fluidità offensiva, che ha portato ad una responsabilizzazione eccessiva nelle mani dei soliti Granger (15pt), Dragic (16pt) e Caner-Medley (18), nel finale di partita stanchi e marcati con fisicità dalla Montepaschi. Quintetto Malaga: Granger Toolson Kuzminskas Caner-Medley Stimac Quintetto Siena: Green Hackett Carter Ress Hunter Arbitri: Belosevic, Koromilas, Maestre Cronaca Tiene botta la Montepaschi ad un inizio estremamente fisico di Malaga, avvantaggiata a rimbalzo e praticamente inarrestabile in post con Caner-Medley, già a 9 punti dopo 5′. Il tiro da 3 è l’arma in più di Siena, Carter prima, Ress poi, e Green, in totale fiducia con, anche lui, già 9 punti all’attivo, firmano il +4 (13-17) e di fatto il primo approccio giusto ad una gara di Eurolega quest’anno per i toscani. Solo la tripla di Toolson nel finale restituisce una boccata di ossigeno agli spagnoli che, per quanto dominanti a rimbalzo, soffrono la difesa senese, e chiudono sotto 18-23. Si muovo bene gli attacchi da entrambi i lati, ma calano rispetto al primo quarto le percentuali. Il primo canestro degli andalusi su azione arriva solo al 13′, ma il divario tra le due formazioni viaggia costantemente sui due possessi in favore della Montepaschi. Il rivedibile terzo fallo di Hunter, al quale si aggiunte il leggero infortunio occorso a Carter, costringono Crespi a schierare una squadra più bassa per i minuti restanti del quarto, quindi meno pericolosa in attacco (solo con Hackett) e molto più leggera in difesa. Non manca l’Unicaja di approfittarne, spinta dagli 8 di Granger che regalano la parità a quota 32, con 2′ ancora da giocare. Il canestro sulla sirena di Dragic, inarrestabile negli 8′ in campo da lui giocati, permette a Malaga di portarsi negli spogliatoi avanti 41-39. Dopo un primo tempo vissuto di rincorsa, adesso è la Montepaschi a dover seguire i padroni di casa, aggrappandosi alla voglia dell’incontenibile trio Green Hackett Carter, 35 punti in 3 al 25′. Dall’altro lato del campo Hunter è nullo in difesa, lo si nota dalla facilità con cui Granger, formidabile a smarcarsi con il primo passo, riesce sempre ad arrivare a tabellone per appoggiare. Caner-Medley d’altro canto è principesco con il suo fade-away, punisce con irridente facilità qualsiasi difensore si provi a fermarlo; Unicaja sempre avanti nel terzo quarto, Siena ottima nel saper restare con la testa sul match e solo ad un punto di distanza al 30, 64-63. Timeout prontamente chiamato da Crespi dopo 150 secondi di bulimia in attacco. Malaga apre l’ultimo quarto con un 4-0, e finalmente la tripla del capitano Ress, al 33′, di fatto da il benvenuto a Siena nella frazione finale. E’ però un canestro frutto del caso. Rochestie in totale confusione, Hunter molle sotto canestro, Carter impreciso al tiro, sono i fattori che bloccano totalmente l’attacco senese. Punisce Toolson con due magie che regalano il +6 al 36′, vantaggio recuperato in parte da Siena con il “gol” di Hunter ed un antisportivo generosamente fischiato ad Hackett, che realizza dalla lunetta e serve l’assist per la tripla di Viggiano, parziale di 7-0 per il 72-73 a 1’30” dal termine. L’Unicaja riesce a trovare il pareggio con il libero di Caner-Medley, ultimo possesso Siena. Pasticcio tra Hackett e Ress, palla a Viggiano sulla sirena che tira in aria una preghiera, accolta dagli dei del basket. Incredibile finale, la Montepaschi vince sul campo andaluso 73-75!!! MVP Hackett 19 punti 4 rimbalzi 7 assist 28 valutazione Tabellini Malaga: Sabonis, Vidal, Calloway 3, Suarez 4, Granger 15, Vazquez, Toolson 7, Kuzminskas 2, Dragic 16, Hettsheimeir 4, Caner-Medley 18, Stimac 4. Siena: Viggiano 12, Hunter 4, Cournooh, Rochestie, Carter 10, Ress 6, Ortner 4, Udom, Hackett 19, English, Green 20.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy