Montepaschi corsara a Berlino, terza vittoria consecutiva in Eurolega

Montepaschi corsara a Berlino, terza vittoria consecutiva in Eurolega

Commenta per primo!

Alba Berlino – Montepaschi Siena 73-75(17-21; 34-39; 52-60)

Siena si vendica della cocente sconfitta subita in gara 1 tra le mura amiche, espugnando il campo di Berlino grazie alla solita prestazione da Mvp di Brown, con 21 punti e 21 di valutazione. Fondamentale la giocata finale di Hackett sul finale che regala di fatto il canestro della vittoria, ma se Siena è arrivata a lottare punto a punto nel finale, pur conducendo per 3 quarti, è stato grazie alle triple di Kangur (3/3) e alla presenza sotto canestro di Ortner, non ancora inserito al meglio nei meccanismi biancoverdi, ma presenza ben più consistente, sia in attacco che in difesa, di Kasun, che pure è da Agosto che lavora con la squadra, e non da poche settimane. Argomento su cui riflettere. Per gli avversari, prestazione da mvp per Thompson con 20pt e 8rimbalzi, ma scarsamente supportato dalle prestazioni rivedibili di Djedovic Wood e Morley, che hanno giocato a corrente alternata.

Quintetto BerlinoWood Avdalovic Morley Thompson Avdalovic

Quintetto SienaBrown Janning Moss Sanikidze Ortner

Partita interessante per agonismo e voglia da parte di entrambe le formazioni. L’inizio senese è sicuramente diverso dai soliti approcci soft delle gare precedenti; la giusta intensità difensiva di Ortner, premiato in quintetto al posto di Kasun, permette da subito ai toscani di trovare ritmo in attacco, per tener botta alla squadra offensivamente più in forma del girone. Sono 4 i punti del centro austriaco, così come quelli diBrown, che rispondono alle penetrazioni di Thompson (6pt), troppo spesso perso da Sanikidze sotto canestro: è parità al 6’ sul 12-12.

Montepaschi corsara a Berlino, terza vittoria consecutiva in EurolegaPrima della chiusura del quarto, Banchi butta nella mischia, come di consueto nei suoi piani partita, i due giocatori che maggiormente riescono ad imprimere un’accelerata al ritmo di gioco della squadraHackett e Kangur. Passano proprio dalle loro mani gran parte dei giochi finali del primo quarto, che si chiude a favore della Mps 17-21.

Soltanto la seconda tripla di Avdalovic e le continue sortite sotto canestro di un Thompson incontenibile (14pt 7/7 2pt) permettono a Berlino di non affondare nel secondo quarto: Siena ha aumentato sensibilmente l’intensità difensiva e non fatica (come del resto nelle ultime recenti uscite) a trovare canestri importanti con tutti i suoi più talentuosi interpreti, utili a mantenere sempre un vantaggio di almeno due possessi (26-31 a metà secondo quarto).

La macchina da punti senese soffre però gli ultimi minuti del primo tempo, non a caso quando in campo si presentano contemporaneamente Rasic (redivivo!), Kasun e Carraretto. Il primo oggetto misterioso, il centro svogliato e sfiduciato, il capitano in una fase della stagione dove non riesce ad esprimersi a meglio. La Mps chiude solo a 39 punti segnati sulla sirena, ma bastano per essere avanti, 34-39.

BrownE’ tutto suo il marchio ad inizio della ripresa, con 5 punti che lanciano Siena al massimo vantaggio (34-44). Hackett supporta il gioco di BB con recuperi e penetrazioni, che spesso giungono al ferro e trovano il fondo della retina. Ma non bastano le loro giocate per creare un divario consistente, per via del duo terribile Thompson & Avdalovic, supportati anche dalla costante pericolosità sotto canestro di Idbihi. Siena comunque chiude al 30′ avanti 52-60.

Montepaschi corsara a Berlino, terza vittoria consecutiva in EurolegaL’ultimo quarto comincia, ma solo per i padroni di casa. Il tremendo parziale di 7-0, 5 di unospietato Djedovic fin’ora in ombra, riporta a -1 Berlino e costringe Banchi ad un pronto timeout. E’ Brown adesso il faro della squadra e giocatore sul quale poggia tutto l’attacco senese. Giustamente l’americano cerca (e trova) i falli per raggiungere il prima possibile il bonus e pescare qualche libero per combattere contro una siccità in attacco che rischia di rivelarsi fatale.

I 5′ finali sono vissuti con apprensione da Siena, che si trova sempre a rincorrere nel punteggio, magari raggiungere il pareggio, ma mai di nuovo il sorpasso, nonostante le occasioni non manchino. La vera sofferenza è a rimbalzo, troppi quelli concessi al duo Djedovic e Thompson(28tot)

L’ultimo minuto non è per deboli di cuore, il punteggio recita 73-73: Berlino più e più volte tira e cattura il rimbalzo offensivo senza realizzare, dall’altra parte del campo Hackett si prende la responsabilità, spara e realizza il piazzato che vale il 73-75 a 14” dal termine. Palla all’Alba che ha il tiro del possibile pareggio o addirittura sorpasso, ma non arriva grazie alla attentissima difesa di Ress che oscura la visuale e costringe Wood ad un tiro che rimbalza sul ferro! La vendetta per la sconfitta di gara 1 è servita!

Tabellini

Berlino: Avdalovic 13, Schultze, Schaffartzik 2, Thompson 20, Fulle, Monse, Djedovic 10, Miralles 4, Herwig, Wood 9, Idbihi 12, Morley 3.
Siena: Kasun 2, Brown 21, Carraretto, Rasic, Kangur 13, Sanikidze, Ress 6, Ortner 8, Janning 5, Hackett 12, Moss 8.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy