Overseas Sensations – more than USA #4 – Grecia, A1 Ethniki

Overseas Sensations – more than USA #4 – Grecia, A1 Ethniki

Quarta puntata della nostra rubrica sui migliori prospetti dei vari campionati europei. Oggi facciamo un giro in Grecia, nella A1 Ethniki 

 

Nikos Pappas (Panionios)

Età: 21 anni (11 Giugno 1990)

Ruolo: PG/SG (1,95, 98 Kg.)

Dopo aver vinto tutto quello che era possibile vincere con la nazionale giovanile greca (3 ori e 3 argenti tra Europei e Mondiali Under 18, 19 e 20) ed essere stato il miglior marcatore dell’Europeo Under 20 nel 2010, è stato eletto come miglior giovane della lega greca vestendo la maglia del Kolossos Rodou. Passato nel 2012 al PAOK, ha disputato 11 partite con la squadra di Salonicco andando sei volte in doppia cifra e dimostrando di essere già prontissimo alla sfida coi professionisti piu’ esperti. L’anno appena passato è stato quello della consacrazione: infatti è già la stella nonché il miglior marcatore del Panionios, squadra nella quale è approdato la scorsa estate, che si è classificato terzo in classifica, dietro soltanto alle corazzate Olympiacos e Panathinaikos. Nella lega greca ha segnato 17 punti a partita con 3 assist, 4 rimbalzi e quasi 2 recuperi,  andando cinque volte oltre i 30 punti; nelle sei partite di Eurocup ha avuto una media di 20 punti con ottime media al tiro (62% da due, 45% da tre). Giocatore particolarmente intelligente, che fa delle letture e della eccezionale visione di gioco il suo piatto forte, con buon feeling con il canestro e ben dotato fisicamente sia per giocare da play che da guardia. Di contro c’è uno scarso atletismo che gli ha precluso la possibilità di essere scelto allo scorso Draft. E’ notizia di poche ore fa quella del suo approdo al Panathinaikos insieme al suo compagno di squadra al Panionios, Jankovic, di cui parliamo qualche paragrafo piu’ avanti.

 

Kostas Papanikolaou (Olympiakos) facebook.com

Età: 22 anni (1 Agosto 1990)

Ruolo: F (2,06, 104 Kg.)

Già scelto al Draft 2012 dai New York Knicks alla n. 48, i suoi diritti sono adesso di proprietà dei Portland Trail Blazers che lo hanno ottenuto nello scambio che ha portato Raymond Felton nella Grande Mela, effettuato tre settimane dopo lo stesso Draft. Nel frattempo Papanikolaou è rimasto un altro anno all’Olympiacos in attesa di capire se sbarcare o meno nella NBA al termine di questa stagione, e ha avuto l’opportunità di vincere due Eurolega consecutive dando il suo buon contributo sia nella scorsa stagione, dove è stato soprattutto decisivo nella rimonta in finalissima contro il CSKA con 18 punti e 5/5 al tiro, che in questa stagione (31 partite, 8,7 punti, 4,4 rimbalzi e il 52% al tiro da tre con 92 tentativi) vincendo il premio Rising Star, come miglior Under 22 della competizione. Papanikolaou è un’ala mancina con grande tiro e con braccia lunghe che gli consentono di essere un piu’ che discreto rimbalzista e stoppatore, anche se ha esaltato gli scouts grazie alla sua leadership, intelligenza cestistica ed etica al lavoro. Si trova di fronte ad un bivio: proseguire con l’Olympiacos dove ha tutto per poter diventare una bandiera e competere da protagonista al massimo livello continentale, oppure testare il suo talento in NBA dove lo attendono i Blazers.

 

solobasket.comVladimir Jankovic (Panionios) 

Età: 23 anni (3 marzo 1990)

Ruolo: SF (2,02, 100 Kg.)

Talento serbo ma di passaporto greco e figlio d’arte: suo padre era Boban Jankovic, ex giocatore soprattutto della Stella Rossa che fu vittima di una purtroppo indimenticata tragedia personale avvenuta proprio sul parquet durante una gara di playoffs dell’allora suo Panionios contro il Panathinaikos, che segnò totalmente non solo la carriera ma purtroppo la vita dell’ex ala serba. (http://www.youtube.com/watch?v=tdP7ybWPI1k) Jankovic ha esordito da professionista proprio con la maglia del Panionios dove tutt’ora gioca, dopo un intervallo di un anno al Mega nel campionato serbo. Dotato di stazza maggiore rispetto a quella di una normale un’ala piccola e di lunghe braccia, è un buon tiratore soprattutto in catch and shoot, mentre il non ottimo ball-handling lo rende poco efficace in altre situazioni perimetrali. Buonissima presenza a rimbalzo nonostante i due metri scarsi, particolare che evidentemente ha preso dal padre, aiutato anche da un piu’ che discreto atletismo. La NBA è abbastanza fuori radar ma, come detto nella scheda relativa al compagno di squadra Pappas, il passaggio al Panathinaikos è un cambio di casacca che rappresenta certamente una svolta positiva nella giovane carriera di Jankovic.

 

Andreas Kanonidis (Peristeri) dailybasket.it

Età: 21 anni (26 Giugno 1991)

Ruolo: G/F (2,00, 98 Kg.)

Esordisce appena diciassettenne con la maglia del Panionios, entrando in campo per pochi minuti in due gare di Eurolega e di campionato greco, nel 2009. Nella stagione successiva, dopo un periodo senza sussulti e giocando solo tra le giovanili all’Ilysiakos, il giocatore dimostra di essere in anticipo sui tempi rispetto ai pari età diventando subito fondamentale nel Maroussi, giocando sette partite ad un livello per lui nuovo, con 10 punti, 6 rimbalzi e quasi 2 assist di media negli addirittura 29 minuti a gara che gli vengono concessi, un minutaggio non da tutti alla sua età. La scorsa estate è passato al Peristeri, dove parte costantemente in quintetto nel ruolo di ala piccola collezionando 25 minuti a gara, con 9 punti e 5,5 rimbalzi e con dieci gare in doppia cifra e un massimo stagionale di 22 punti messi a segno contro il Kavala lo scorso dicembre. Le caratteristiche sono quelle di un’ala con buone intangibles, con senso della posizione e dinamico soprattutto a rimbalzo, ma che ha un range di tiro troppo ristretto per un esterno. Il suo tiro da fuori infatti è tutt’altro che una certezza, la maggior parte delle conclusioni che prende sono in avvicinamento al canestro. 

 

zimbio.comNemanja Mitrovic (Kavala)

Età: 22 anni (27 Giugno 1990)

Ruolo: SG (1,96, 91 Kg.)

Nonostante l’ultimo posto in classifica e le sole cinque vittorie stagionali, nel Kavala di quest’anno si sono espressi con buon minutaggio una manciata di giovani di cui alcuni di buona prospettiva. Tra questi c’è Mitrovic, guardia nata a Sarajevo e con passaporto canadese, essendo cresciuto a Toronto, e formatosi cestisticamente negli Stati Uniti dove ha giocato al College a Portland. C’è un po’ di tutto nel background di questo giocatore, un altro figlio d’arte tra i giocatori che presentiamo oggi, visto che suo padre Miki era membro della nazionale jugoslava negli anni ’80; lui ha scelto la nazionalità bosniaca e potremmo vederlo impegnato ai prossimi europei di settembre. Dopo la carriera collegiale terminata nel 2012 a 8 punti di media in 22 minuti, con una buona stagione da junior a 13,5 punti e 3 rimbalzi, Mitrovic ha accettato l’offerta del Kavala, e alla sua prima stagione da professionista è sceso in campo in undici partite di Baltic League (24,9 minuti, 10,6 punti, 2,8 rimbalzi e il 47% da tre punti) e in venticinque di lega greca (25 Minuti, 9,2 punti, 2,5 rimbalzi). Il tiro dall’arco è la sua principale caratteristica, al college è stato al sesto posto della nazione per percentuale dai tre punti nel suo anno da junior, ed è efficace sia in catch and shoot che dal palleggio. E’ anche un discreto passatore, mentre in penetrazione ha qualche difficoltà a buttarsi dentro, complice anche una scarsa fisicità e un limitato atletismo.   

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy