Pablo Laso: “Come Zidane, sono felice di potere scegliere tra tante opzioni. Il Chacho? Gli voglio bene, ma spero che perda venerdì”

Pablo Laso: “Come Zidane, sono felice di potere scegliere tra tante opzioni. Il Chacho? Gli voglio bene, ma spero che perda venerdì”

L’allenatore del Real ha parlato dell’imminente Final Four di Belgrado, del lavoro compiuto dalla sua squadra e delle difficoltà che ha dovuto superare nel corso della stagione.

di La Redazione

Ultimi giorni di preparazione per le quattro squadre che saranno impegnate nella Final Four di Belgrado, atto finale della stagione di EuroLega. Una delle squadre che avrà sicuramente voglia di rifarsi dopo l’eliminazione in semifinale dello scorso anno contro il Fenerbahce poi campione è il Real Madrid, protagonista di una stagione di alto livello nonostante le diverse problematiche di infortuni occorse nel corso dell’annata. Il ritorno di Llull nei playoff ha ridato nuova spinta a un gruppo che arriva a Belgrado in un momento di forma eccellente, forse il migliore dell’intera stagione. Grandi meriti della crescita del Real vanno dati a Pablo Laso, capace di ridisegnare la squadra a seconda delle esigenze: l’allenatore, nella conferenza stampa pre Final Four, ha affermato che “dal mio punto di vista la squadra ha fatto un’ottima stagione, siamo tra le quattro migliori squadre d’Europa. Abbiamo fatto un grande lavoro durante l’anno, nonostante le difficoltà il gruppo è stato in grado di essere costante. Anche la Liga ci ha tolto energie, siamo arrivati primi anche lì e quindi sono molto soddisfatto. Questa è stata la prima settimana in cui ho avuto a disposizione tutti i giocatori, ho fiducia nei miei giocatori. Nella Final Four ci sono fattori che non si possono controllare, come l’impatto che può avere il pubblico, ed altre che io posso controllare, come ad esempio la forma dei miei giocatori, la preparazione nel giocare partite di questo tipo”.

Laso si è poi soffermato sul CSKA Mosca, squadra che sarà opposta al Real nella semifinale di venerdì (in programma alle 21) e sul percorso compiuto dalla sua squadra nel corso della stagione, contrassegnata da una serie di problemi fisici che hanno colpito a turno alcuni dei giocatori più importanti del Real: “La gara contro il CSKA è una finale, in questo tipo di competizioni, come anche la Copa del Rey, tutte le partite sono finali. Il cammino che abbiamo fatto in stagione ha dimostrato le capacità dei giocatori di fare le cose: abbiamo la fiducia e la tranquillità di sapere di essere in un buon momento. Ogni Final Four che abbiamo raggiunto ha avuto per me lo stesso valore, non ne ho una che ritengo più bella di altre: quest’anno abbiamo avuto molti problemi ma abbiamo lavorato tantissimo, abbiamo ottenuto vittorie grandissime in stagione, come contro il Fenerbahce”.

“Il Chacho è un giocatore di grande talento – aggiunge Pablo Laso – che gioca in un roster di altissimo livello: per noi lui è speciale perché ha vinto tutto con il Real. Quando lui decise di andare in NBA lo appoggiai perché era un passo importante per la sua carriera, ora gioca in una squadra fortissima: io gli voglio molto bene ma spero che perda venerdì”. Sulla possibilità di avere a disposizione tutti i giocatori del roster, l’allenatore del Real ha affermato: “preferisco avere la sensazione di potere scegliere tra tutti i giocatori piuttosto che dire non ho questo giocatore, non ho l’altro giocatore… Preferisco iniziare a dire con ho questo giocatrore, come ha spiegato anche Zidane: voglio potere scegliere tra tante opzioni”.

Nella giornata di ieri è stato annunciato che sarà Vitoria-Gasteiz a ospitare la Final Four di EuroLega del 2019 e Laso, vitoriano, ha espresso la sua felicità per la città basca: “Sono felice per la città di Vitoria, sapere che un evento così grande viene ospitato lì mi dà molto orgoglio e dico che è meritato perché ci sono persone che hanno lavorato a lungo e tantissimo per dare tradizione cestistica a Vitoria. Vincere a casa mia con il Real? Manca ancora più di un anno alla Final Four 2019 (ride, ndr)”.

“Il piano partita contro il Panathinaikos è stato lo stesso in gara 1 e in gara 2, ma nella prima partita abbiamo perso di trenta punti” ha affermato Pablo Laso, tornando sulla serie di playoff contro il Panathinaikos che ha promosso il Real Madrid alla Final Four di Belgrado, mentre per quanto riguarda l’imminente sfida al CSKA l’allenatore del Real ha fatto il punto della situazione fisica dei suoi giocatori: “Llull non è al 100%, Doncic può essere decisivo? Spero sia decisivo uno dei miei giocatori. Luka ha fatto una stagione magnifica. Gli infortuni ci hanno costretto a modificare il nostro assetto di squadra: è accaduto in stagione che perdessimo tre partite consecutive ma non abbiamo mai perso la fiducia in noi stessi, credo che ognuno dei miei giocatori possa dare un impatto positivo alla squadra. Per quanto riguarda la partita di venerdì, se Campazzo può giocare, giocherà. Se può giocare trenta minuti, giocherà trenta minuti: è una finale, devo scegliere le soluzioni migliori per affrontare la gara”.

Laso ha voluto poi parlare della profondità dei roster delle squadre che sono arrivate alle Final Four, sottolineando la necessità di avere a disposizione una base larga di giocatori per potere arrivare fino in fondo in tutte le competizioni: “Le squadre che sono arrivate qui giocano 70-80 partite l’anno, quindi è necessario avere una base di giocatori importante per potere essere competitivi tutta la stagione: è una cosa che accettiamo. Anche il CSKA, come noi, ha avuto problemi di infortuni, perché De Colo e Hines hanno saltato la serie contro il Khimki, che è stata molto dura per loro. Credo che la forza di una squadra sia quella di avere la capacità di sapere che ogni giocatore è importante: Thompkins ha segnato il canestro della vittoria contro Murcia, Doncic contro la Stella Rossa, Causeur contro Malaga, Rudy qui contro il Baskonia”. 

“Doncic è la mia preoccupazione minore, è un ragazzo molto maturo ed è stato il migliore giocatore dell’EuroLega. Ho parlato con lui come con tutti i miei giocatori” , ha concluso Laso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy