Patrick Comninos: “Anversa è stata una scommessa vinta, siamo orgogliosi del risultato. Bologna e Tenerife due squadre di tradizione”

Patrick Comninos: “Anversa è stata una scommessa vinta, siamo orgogliosi del risultato. Bologna e Tenerife due squadre di tradizione”

Il CEO della Basketball Champions League Patrick Comninos ha incontrato i media nella mattinata di oggi.

di Gabriele Leslie Giudice

Il CEO della Basketball Champions League Patrick Comninos ha incontrato i media ad Anversa in occasione della Final Four. Questi alcuni dei passaggi più importanti dell’incontro:

Per noi Anversa è stata una grande scommessa. Vogliamo spingerci oltre, e per questo abbiamo scelto di organizzare l’evento nell’impianto più grande. Sapevamo che in sole 4 settimane sarebbe stato complicato riempire l’arena e creare un evento all’altezza, ma grazie anche all’enorme collaborazione delle autorità locali siamo riusciti ad avere più di 17000 persone e un’atmosfera magnifica. Poterci confermare dopo la Final Four di OAKA dello scorso anno, soprattutto facendolo in un paese con meno tradizione cestistica, è per noi motivo di orgoglio e stimolo per il futuro.

Domenica per noi sarà una sfida, essendo la prima volta che nella finale per il primo posto non sarà impegnata la squadra ospitante. Ma siamo fiduciosi e felici che ci siano due squadre con una tradizione cestistica così forte come Bologna e Tenerife.

La Virtus Bologna come Tenerife, si garantirà un posto nella Basketball Champions League se vincerà la finale, oppure dovrà qualificarsi grazie alla propria posizione in campionato.

L’accesso alla Basketball Champions League è totalmente trasparente. C’è un chiaro e pubblico criterio di assegnazione dei posti nella fase a gironi e nei preliminari che tutte le squadre conoscono, e che è basato sulle performance sul campo e nei campionati nazionali. Per questo è un punto cruciale: vogliamo garantire a tutti i club la possibilità di pianificare sul lungo periodo le proprie decisioni, sapendo in anticipo quali sono le condizioni per accedere alla competizione e quali sono i benefici economici che possono avere. La vincitrice della finale di Domenica si aggiudicherà un premio di 1 milione di Euro.

In 3 anni abbiamo avuto competizioni in 37 paesi diversi, più di 100 club coinvolti. Tutte le leghe nazionali e i club che vogliono partecipare, sanno che possono farlo in BCL grazie alle proprie performances sul campo. Il principio di inclusione per noi è cruciale.

Storie come quella dei campioni di Svizzera di Friburgo ci rendono orgogliosi: il loro cammino nella competizione ha portato grandissimi benefici al club e a tutto il movimento svizzero, che ha visto per la prima volta 6.000 persone alla finale di coppa nazionale. Il fatto che la FIBA e la Champions League possano rappresentare un boost per i club e le leghe nazionali ci motiva a proseguire su questo percorso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy