Pro A francese, quarta giornata: Nanterre è un rullo compressore. Primo squillo per Antibes

Pro A francese, quarta giornata: Nanterre è un rullo compressore. Primo squillo per Antibes

Con il posticipo di ieri in cui sono scesi in campo Antibes e Roanne si è chiusa anche la quarta giornata della Pro A francese, che anche in questa occasione è andata in scena con il consueto turno “spezzatino”.

 

La più grande sorpresa ce l’hanno regalata proprio ieri gli Sharks di Antibes che, grazie ad un Tim Blue da 19 punti, si sono riusciti a sbloccare e, battendo per 73 a 68 il Roanne. hanno abbandonato l’ultimo posto in graduatoria.

 

Ultimo gradino della classifica che ora è occupato soltanto dall’ASVEL Villeurbanne che persino domenica non è riuscito ad abbandonare quota zero punti e si è dovuto inchinare anche ai campioni in carica del Nanterre che non conoscono soste e hanno messo in fila la quarta vittoria consecutiva (94-81). Decisivi, nel successo parigino, i 17 punti di Marc Judith.

 

Brutto stop per Strasburgo che, dopo aver schiantato Antibes alla terza giornata, si è dovuto arrestare di fronte ad un assai coriaceo Cholet che ha centrato il colpaccio esterno. Nel 75 a 81 finale brillano i 22 punti e 8 rimbalzi della stella ex NBA Alexis Ajinca.

 

Anche l’altra metà di Parigi, Levallois, sorride e incassa una preziosa vittoria in casa dello Chalon (65-75). Importantissimi ai fini del risultato i 17 punti e 7 rimbalzi di Anagonye.

 

Continua il momento negativo del Gravelines che esce sconfitto anche dal match disputato contro Nancy nonostante i 19 punti di Souleyman Diabate. Tra i vincitori si è messo in mostra l’esperta guardia-ala americana Austin Nichols e il giovane Clevin Hannah, autore di una maestosa doppia doppia (11 punti e 10 assist conditi da 5 rimbalzi).

 

Il Pau Orthez mostra difficoltà nella continuità di rendimento e, dopo aver schiantato l’ASVEL, non è ripetuto soccombendo sotto i colpi dell’Orleans (81-62) e di Darnel Harris (17 punti per lui).

 

Altro tonfo anche per il Le Havre che subisce l’ennesimo disavanzo pesantissimo (a Cholet i punti di scarto sono stati 22) e alla Docks Oceane esce dal campo senza gloria ed applausi dopo il 47 a 74 finale contro il Limoges di un grande Adrien Moerman (17 punti e 9 rimbalzi).

 

Infine, chiudiamo registrando il buon successo del Dijon sul Le Mans (83-67( che compie un piccolo passo indietro rispetto ai due successi iniziali che avevano fatto presagire ad una stagione ben diversa da quella che si potrebbe prospettare davanti a Deshaun Wood e compagni.

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy