Pro A francese, settima giornata: Il Nanterre riprende a correre. L’ASVEL non si ferma più

Pro A francese, settima giornata: Il Nanterre riprende a correre. L’ASVEL non si ferma più

Che il campionato francese fosse uno dei più spettacolari ed equilibrati del “Vecchio Continente”già lo si sapeva e questo settimo turno non ha fatto che confermare questa costante.

Già negli anticipi si sono registrate le prime sorprese: Roanne ha infatti interrotto la sua corsa e si è arreso di fronte ad un grande Chalon (58-64) guidato da un solidissimo Tchicambaud (15 punti, 5 assist e 5 rimbalzi).

 

A Le Havre il Levallois rialza la testa (82-85) pur avendo poi subito in settimana una pesantissima sconfitta contro il Valencia. Alla Docks Oceane sono determinanti ai fini del risultato i 18 punti di Jawad Williams.

 

Ancora niente da fare per Antibes che continua il suo periodo negativo incassando un altro scarto di 20 punti (77-57) da Dijon che prosegue il suo sorprendente cammino e aggancia il quarto posto in classifica con gli stessi punti (10) però dell’attuale seconda.

 

Non se la passa bene neanche l’altra illustre neo promossa, il Pau Orthez che porta a casa il secondo insuccesso consecutivo per opera di uno Cholet (94-87) che si insedia al sesto posto in graduatoria anch’esso a 10 punti. 19 punti e 6 rimbalzi per l’indiscusso MVP Rudy Jomby.

 

In coda l’ASVEL sembra essersi sbloccato definitivamente e si è aggiudicato nel finale il “derby” della bassa classifica con il Dunkerque (che si è subito rifatto sconfiggendo in Eurocup l’Acea Roma). Buona prova di squadra con 4 uomini in doppia cifra.

 

Ritorna alla vittoria – dopo il passo falso contro Le Mans – e riprende la sua marcia trionfale in testa il Nanterre che passa di misura contro la “mina vagante” Orleans (71-69). Tra i campioni in carica di Francia sempre più leader offensivo Deshaun Thomas (20 punti).

 

Nel primo dei due posticipi tutto facile per il le Mans che, grazie all’ ex “italiano” DeShaun Wood (18 punti) schianta lo Strasburgo (84-68) in cui rimane in ombra (solo 4 punti siglati) il campione europeo con la canotta della Francia Alexis Ajinca.

 

Infine due punti esterni importanti per il Nancy che batte sul filo di lana il Limoges (71-74) il quale deve arrestare la sua rincorsa all’imprendibile Nanterre. 30 punti mandati a referto per un monumentale Paul Harris.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy