ProA 29^ e 30^ Giornata: Verdetti finali; Boulazac e Poitiers Retrocedono, ai play-off Dijon e Nanterre

ProA 29^ e 30^ Giornata: Verdetti finali; Boulazac e Poitiers Retrocedono, ai play-off Dijon e Nanterre

Commenta per primo!

29 ^ Giornata

GRAVELINES-DUNKERQUE – DIJON 68-65 (23-15; 7-11; 20-14; 18-25)

Anticipo che vede la capolista affermare il proprio dominio e staccare le due pretendenti, Strasburgo e Chalon, il primo periodo vede il dominio dei padroni di casa che concedono pochissime occasioni agli avversari, dopo il primo time-out lungo le cose variano e gli ospiti riescono a chiudere le maglie in difesa e riportarsi sotto nel risultato (30-26).

Il ritorno dagli spogliatoi vede lo show di Buycks (per lui 28 punti, 66% da tre punti, 5 rimbalzi un assist per una valutazione di 19)  che inizia a piazzare tiri decisivi da ogni zona del campo e fa fuggire la propria squadra sul punteggio di (50-40), gli ospiti tentano nuovamente l’aggancio con i cesti di Harris nell’area pitturata, ma ormai le distanze sono incolmabili e il Dijon è costretto ad arrendersi alla supremazia avversaria

GRAVELINES-DUNKERQUE: Buycks 28, Winston 9, Mbaye 6, Bokolo 6

DIJON: Owens 21, Harris 16, Leloup 12

PARIS-LEVALLOIS – LYON-VILLEURBANNE 78-84 (18-17; 17-25; 18-25; 25-17)

Sconfitta che decreta la sicura non partecipazione alla fase dei play-off da parte della squadra di casa, il primo periodo si caratterizza da una lotta punto a punto, nella quale il punteggio si fissa sul (18-17), gli ospiti mettono la freccia all’inizio del secondo quarto quando fuggono grazie alle giocate di Sy che è dominatore sotto le plance, e fissa il risultato sul (35-42).

La ripresa non concilia con la il buon momento di forma della squadra di casa che continua a subire le scorribande avversarie e non riescono allo stesso modo ad essere pungenti in zona offensiva, il vantaggio dopo 30 minuti di gioco è pari a 14 punti e i giochi sembrano conclusi, ma i padroni di casa non sembrano arrendersi e cercano fino all’ultimo minuti di cercare l’aggancio che però non si verifica e sono così i tifosi del Lione a poter festeggiare con il punteggio di 78-84.

PARIS-LEVALLOIS: Diot 29, May 21, Cox 9, Ndoye 9

LYON-VILLEURBANNE: Sy 24, Jackson 16, Abromaitis 11, Thompson 11, Nsonwn 11

CHALON – LE HAVRE 78-83 (22-20; 12-21; 27-19; 17-23)

Colpaccio del Le Havre che piazza un colpo decisivo in casa della terza forza del campionato, lo Chalon, il quale continua il proprio periodo di scarsa forma, primo quarto tutto sommato di transizione che vede l’equilibrio padrone del campo, il secondo periodo vede un crollo dei padroni di casa i quali non sono efficaci in zona canestro, e gli ospiti ne approfittano per fuggire sul (34-41) al 20’.

Il ritorno dagli spogliatoi sembra di buon auspicio per i colori di casa, infatti grazie ai cesti del solito Schilb e di Denmon lo Chalon torna in gara e tenterà l’aggancio decisivo nell’ultima frazione di gioco, l’ultima parte di match vede nuovamente gli ospiti riallungare per portare così il risultato nelle proprie tasche e festeggiare matematicamente la salvezza, l’incontro si chiude con il punteggio di 78-83

CHALON: Schilb 25, Denmon 21, Williams 16

LE HAVRE: Brown 23, Smith 17, Pitard 15

ROANNE – NANCY 89-63 (21-17; 28-19; 21-11; 19-16)

“Asfaltata” si è proprio il caso di usare questo termine per descrivere il successo del Roanne sul malcapitato Nancy, il primo quarto vede un distacco ristretto a sole 4 lunghezze, ma dopo 15 minuti di gioco la distanza si raddoppia grazie alla ottima vena realizzativa del solito Amagou, alla fine del secondo quarto il risultato è di (49-36).

Alla ripresa le cose non migliorano per gli ospiti che si trovano ancora in assoluta difficoltà in zona d’attacco e non riescono ad arginare le scorribande avversarie che così continuano ad allungare fino al +23 di fine terzo periodo, l’ultima frazione dell’incontro non risulta significativa in quanto ormai il distacco è troppo elevato per permettere al Nancy di tornare in partita, l’incontro si chiude sul 89-63.

ROANNE: Reid 21, Amagou 20, Gray 11

NANCY: Diabate 11, Toure 10, Marquis 7, Grant 7

BOULAZAC – LIMOGES 85-73 (26-15; 18-18; 13-16; 28-24)

Successo che permette al Boulazac di sperare ancora nella salvezza diretta, basterà infatti alla squadra di coach Lautie battere il Le Havre nell’ultima giornata di regular season e sperare in una concomitante sconfitta da parte del Nancy, l’incontro si presenta subito a ritmi alti e lo spettacolo mostrato dalle due compagini è molto elevato considerando il basso livello di competitività delle due formazioni, nella prima parte dell’incontro sono i padroni a fuggire al decimo minuto sul (26-15) grazie ai cesti di Acker, gli ospiti tentano immediatamente di ricucire ma nel secondo quarto vede un parziale di parità che permette alla squadra di casa di chiudere sul (44-33).

Le emozioni proseguono anche nel secondo tempo quando il Limoges riesce a piazzare un parziale, che li porta a poche lunghezze dagli avversari, grazie al solito Brockman, ma la reazione del Boulazac è immediata e il periodo si conclude sul (57-49), nell’ultimo quarto gli schemi saltano e le difese non reggono più nemmeno il più semplice attacco e il punteggio si alza notevolmente, ciò va a beneficio della squadra di casa che risulta essere più precisa al tiro dalla media distanza e riescono così a chiudere l’incontro sul punteggio di 85-73.

BOULAZAC: Jefferson 20, Dubiez 19, Acker 18

LIMOGES: McAlarney 17, Brockman 14, Plaisted 13

CHOLET – ORLEANS 82-51 (22-16; 17-8; 23-14; 20-13)

Scontro diretto in zona play-off nettamente dominato dallo Cholet che doma senza molti problemi i malcapitati giocatori dell’Orleàns, l’incontro non ha storia fin dai primi minuti dove gli ospiti volano subito sul (22-16) a 10’, i time-out chiamati da coach Herve (Orleàns) non hanno l’effetto dovuto e la difesa ospite continua a perdere acqua da ogni parte, il risultato alla fine dei primi venti minuti di gioco è di (39-24).

La pausa lunga non porta ancora una volta novità iin casa degli ospiti che continuano a non giocare e continuano a lasciar gestire la situazione ai giocatori dello Cholet, (Souchu infila ben 17 punti), la situazione precipita notevolmente ancora nell’ultima frazione di gioco dove ormai i giochi sono fatti e le compagini scendono sul parquet solo ad onor di firma, la partita si chiude con un imbarazzante 82-51

CHOLET: Souchu 17, Jomby 16, Slaughter 16

ORLEANS: Greene 15, Dials 13, Martin 8

NANTERRE – STRASBOURG 69-79 (16-19; 16-13; 19-22; 18-25)

Ritorna al successo lo Strasburgo, dopo la caduta in casa del Dijon della scorsa settimana, questa volta sempre in trasferta la squadra di coach Collet batte il Nanterre dopo un ottima partita versata su un equilibrio tutto sommato costante, il primo quarto vede il punteggio fissarsi sul (16-19) senza parziali degni di nota, il secondo periodo l’equilibrio continua ad essere padrone del campo e si giunge alla pausa lunga sul (32-32).

La terza frazione vede un allungo degli ospiti subito riacciuffati dai padroni ci casa, i quali però nell’ultima frazione di gioco cedono improvvisamente sotto i colpi di Ajinca e Greere i quali fanno fuggire lo Strasburgo sul punteggio finale di 69-79 e riescono a mantenere il secondo posto in classifica, sempre alla spalle della capolista Gravelines-Dunkerque

NANTERRE: Nzeulie 10, Oliver 9, Corosine 9

STRASBOURG: Ajinca 23, Greer 18, Campbell 8, Shurna 8

LE MANS – POITIERS 84-92 (23-21; 14-27; 16-18; 31-26)

Il Poitiers ormai retrocesso mette sul campo l’orgoglio e la voglia di uscire comunque a testa alta dopo una stagione di sofferenza che la vede abbandonare la prima serie Francese, nel primo periodo il Le Mans si porta in vantaggio di poche lunghezze, ma ad inizio secondo quarto inizia lo show di Kante che in maniera inarrestabile piazza tiri dalla lunga e media distanza facendo volare i suoi al riposo con il punteggio di (37-48).

Il ritorno dagli spogliatoi non frutta novità di sorta, e la squadra ospite riesce a mantenere il vantaggio ottenuto, nell’ultimo quarto ormai sicuri del successo gli ospiti si rilassano e concedono un piccolo rientro al Le Mans la quale però ormai ha troppo gap da recuperare in poco tempo a disposizione e l’incontro si chiude definitivamente sul 84-92.

LE MANS: Washington 19, Victor 14, Keselj 14

POITIERS: Kante 21, Dobbins 15, Nivins 14, James 14

30 ^ Giornata

LYON-VILLEURBANNE – CHALON 78-75 (18-18; 26-16; 21-19; 13-22)

Il Lione piazza la zampata decisive nell’ultima giornata di campionato e soffia sotto gli occhi il terzo posto proprio allo Chalon, l’incontro nella prima fase si mantiene in equilibrio, i padroni di casa però mettono il piede sull’accelleratore ad inizio seconda frazione quando infilano una serie di cesti grazie alle finalizzazioni del solito Jackson che manda i suoi all’intervallo lungo sul (44-34)

Alla ripresa delle ostilità gli ospiti continuano a non tenere i ritmi degli avversari che così fuggono anche sul +13 di vantaggio, quando ormai sembra tutto chiuso gli ospiti capiscono che chiudere una regular season con una sconfitta così bruciante non sarebbe di buon auspicio per l’inizio dei play off, così tentano la rimonta e sale in cattedra Williams che piazza una serie di giocate spettacolari sotto canestro, ormai però è troppo tardi e l’incontro si chiude sul punteggio di 78-75

LYON-VILLEURBANNE: Jackson 19, Nsonwu 12, Sy 11

CHALON: Williams 23, Schilb 13, Evtimov 10, Lang 10

LIMOGES – NANTERRE 73-62 (23-12; 20-12; 10-19; 20-19)

Partita con significato solo per il Nanterre che viene sconfitto ma riesce a raggiungere comunque i play-off, il primo periodo è totalmente dominato dalla squadra di casa che grazie ad un ottimo gioco di squadra riesce a volare sul (23-12), la prima pausa non porta novità in casa Nanterre che continua a soffrire e al ventesimo minuto del primo tempo si è sul (43-24).

La strigliata di coach Donnadieu nell’intervallo lungo è benevola e il Nanterre riesce a riprendersi e a portarsi a soli 10 punti di svantaggio, ma ormai le energie sono carenti e la rimonta non viene effettuata l’incontro si chiude con uno schiacciante 73-62, il Limoges termina così una stagione travagliata raggiungendo l’obiettivo della salvezza, il Nanterre la vedremo protagonista dal 13 di maggio negli incontri di play-off

LIMOGES: Boungou 13, Plaisted 12, Gipson 10, Wanamaker 10

NANTERRE: Brun 14, Passave 12, Meacham 8

ORLEANS – PARIS-LEVALLOIS 94-67 (32-18; 22-20; 29-14; 11-15)

L’Orleàns stravince contro i malcapitati, ed ormai già con la testa alle vacanze, giocatori del Parigi che non entrano mai nel match fin dai primi minuti, infatti il primo periodo si chiude con un sontuoso (32-18), con un super duo Hil,l Martin che piazzano tiri decisivi da ogni zona del campo, il secondo quarto continua sulla stessa d’onda, con l’eccezione che gli ospiti riescono ad arrivare al fondo della retina con più continuità e il secondo quarto si chiude sul (54-38).

Il ritorno sul parquet chiude definitivamente i conti in quanto i padroni di casa piazzano un parziale devastante che chiude definitivamente la contesa ancora prima dell’ultimo periodo, ultimo periodo che vede l’entrata in campo di molte riserve per i padroni di casa che perdono qualche punto di vantaggio ma riescono comunque a vincere la partita per 94-67.

ORLEANS: Hill 17, Martin 17, Adamus 15

PARIS-LEVALLOIS: May 16, Cox 12, Labeyrie 10

POITIERS – ROANNE 68-65 (14-19; 16-17; 23-14; 15-15)

Il Poitiers mette orgoglio e cuore nell’ultimo incontro della stagione e riesce a portare a casa un successo che può solo far morale per la prossima stagione in cui la formazione si troverà a giocare in ProB, Il primo tempo è gestito dagli ospiti i quali si portano in vantaggio e riescono a gestire la situazione grazie ad un ottima pressione difensiva, con un Amagou non in un ottima forma fisica, gli ospiti si appoggiano alle giocate di Collins devastante sotto le plance con un sontuoso (6 su 7 da due punti) e manda i suoi alla pausa lunga sul (30-36).

La ripresa vede i padroni di casa tornare in partita con un ottimo terzo periodo in cui riescono a siglare ben 23 punti e chiudere il parziale sul (53-50), l’ultimo quarto si mantiene in sostanziale parità il Roanne cerca di passare in vantaggio ma una serie di scelte offensive errate costringe la compagine alla resa finale con il punteggio di 68-65.

POITIERS: Grant 13, James 13, Kante 11

ROANNE: Collins 15, Gradit 14, Amagou 9

LE HAVRE – BOULAZAC 75-80 (19-21; 26-22; 16-21; 14-16)

Emozionante e scoppiettante incontro quello tra queste due formazioni che vede uscente la neo-retrocessa Boulazac la quale ha voluto fare bella figura alla sua ultima uscita in ProA, il primo periodo si mantiene tuttavia in equilibrio tanto che le formazioni sono distanziate solo di due punti dopo i primi dieci minuti, il secondo periodo vede il continuo stato di equilibrio proseguire così le squadre vanno sul intervallo lungo sul punteggio di (45-43).

Il ritorno sul parquet coincide con il primo vero parziale del match, gli ospiti guidati da Acker infilano una serie di canestri consecutivi i padroni di casa non si disuniscono e riescono a contenere il divario, (61-64) al 30’, nell’ultimo quarto si vede una pessima pallacanestro, palle perse da entrambi le parti portano le squadre poche volte al canestro e così il sorpasso del Le Havre non si verifica, l’incontro termina con il punteggio di 75-80.

LE HAVRE: Kounguere 26, Brown 14, Pitard 13

BOULAZAC: Smith 14, Acker 14, Jefferson 13, McKenzie 13

DIJON – CHOLET 75-69 (18-18; 23-16; 18-17; 16-18)

Forse la partita chiave di tutta la giornata è proprio questa, infatti il Dijon vincendo questo incontro è riuscita a raggiungere la settima piazza in classica e riuscire ad agganciare il treno play-off, dall’altra parte lo Cholet con stesso numero di punti manca l’accesso all’ultima fase e lo staff tecnico ed i giocatori non possono far altro che disperarsi con loro stessi, la cronaca dell’incontro si apre con un primo quarto ti totale equilibrio che si chiude sul (18-18), la seconda frazione vede il parziale che porta alla fuga il Dijon la quale al ventesimo minuto si trova sul (41-34).

Lo Cholet prva ad arginare le folate offensive degli avversari ma con scarso successo e il distacco non si modifica di molto dopo trenta minuti di partita (59-51), l’ultimo periodo del match vede le squadre stanche ed affaticate, gli allenatori inseriscono i giocatori più freschi ma la musica non cambia è sempre il Dijon a gestire l’incontro e a portare a casa due punti più qualificazione ai play-off con il punteggio di 75-69

DIJON: Leloup 25, Harris 10, Campbell 9

CHOLET: Slaughter 18, Coleman 13, Gobert 11

STRASBOURG – GRAVELINES-DUNKERQUE 79-85 (21-25; 16-17; 21-19; 21-24)

Scontro di alto vertice che ne vede uscente come vincitrice la squadra del Gravelines, l’incontro si presta essere subito emozionante e ad alto punteggio, infatti dopo i primi dieci minuti il tabellone già segna (21-25), il secondo periodo si mantiene sulla stessa lunghezza d’onda gli ospiti tentano di accorciare le poche lunghezze di margine ma il contenimento degli ospiti è ottimo.

Il ritorno dagli spogliatoi non mette sul piatto nulla di nuovo stesso equilibrio e giocatori che continuano a segnare con un buon ritmo, il punteggio dopo trenta minuti di gara è di (58-61), gli ospiti iniziano l’ultima frazione con il solito scatenato Buycks che piazza il parziale decisivo della vittoria, i giocatori delo Strasburgo tentano la rimonta ma ormai è tutto inutile, l’incontro si chiude sul 79-85

STRASBOURG: Greer 22, Ajinca 16, Siggers 15

GRAVELINES-DUNKERQUE: Buycks 21, Winston 17, Bokolo 11

NANCY – LE MANS 83-68 (25-13; 23-20; 19-23; 16-12)

Altro incontro fondamentale di quest’ultima giornata di regular season che grazie al successo del Nancy sul Le Mans permette alla squadra di casa di festeggiare una salvezza meritata, il Le Mans d’altro canto può dire di essersi presa una giornata di “riposo” in vista dei play-off, l’incontro non ha storia fin dai primi minuti dove il parziale dei padroni di casa è subito netto, (25-13) al 10’, il pessimo momento prosegue anche ad inizio secondo periodo, così coach Jackson decide di dare una strigliata ai suoi, ma rimane tutto vano il Le Mans non trova le motivazioni giuste nemmeno ad inizio secondo tempo.

L’ultimo periodo vede le due compagini stanche ed ormai il gap accumulato dal Le Mans è troppo elevato tanto da far alzare bandiera bianca molti minuti prima della chiusura dell’incontro, il quale si chiude con un punteggio di (83-69) per i padroni di casa.

NANCY: Shuler 18, Sommerville 14, Diabate 12

LE MANS: Batista 18, Keselj 14, Victor 12

Classifica di fine stagione

GRAVELINES-DUNERQUE 42

STASBOURG 36

LYON-VILLEURBANNE 36

CHALON 36

ROANNE 34

LE MANS 32

DIJON 30

NANTERRE 30

ORLEANS 30

CHOLET 30

LE HAVRE 26

PARIS-LEVALLOIS 26

LIMOGES 26

NANCY 24

Boulazac 22

Poitiers 20

 

N.B. In Grassetto maiuscolo le squadre qualificate ai play-off, in grassetto minuscolo le squadre retrocesse.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy