Proposta FIBA, le squadre di EuroLega non ci stanno

Proposta FIBA, le squadre di EuroLega non ci stanno

Le squadre che giocheranno l’EuroLega hanno declinato l’offerta della FIBA di spostare di un giorno due turni delle qualificazioni.

Commenta per primo!

Oggi si sono incontrati i rappresentati delle 16 squadre di EuroLega, per decidere riguardo alla proposta della FIBA di spostare di un giorno le gare di qualificazione a novembre 2017 e febbraio 2018.
Il responso è stato ancora una volta negativo, in quanto per le squadre di EuroLega il nocciolo della questione, vale a dire le finestre per la Nazionale durante la stagione regolare, rimane sostanzialmente invariato.

Nel comunicato ufficiale uscito dall’incontro, i partecipanti hanno concluso che è responsabilità della FIBA e delle federazioni nazionali far sì che le partite delle nazionali possano vedere in campo i migliori giocatori, allenatori e arbitri, mentre questa proposta non risolve il problema ma crea ulteriori difficoltà, in quanto non risolverebbe il problema centrale (i giocatori, soprattutto quelli in NBA, non potrebbero comunque partecipare alle qualificazioni) e aumenterebbe i viaggi dei giocatori, riducendone il tempo di riposo.

Continua dunque il braccio di ferro tra FIBA ed EuroLega, anche se entrambe le parti si dichiarano aperte al dialogo per trovare una soluzione che soddisfi tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy