Querelle FIBA-EL, la risposta della Lega Basket: “La FIP decide senza giustificarsi”

Querelle FIBA-EL, la risposta della Lega Basket: “La FIP decide senza giustificarsi”

In merito alle decisioni assunte dal Consiglio Federale della Federazione Italiana Pallacanestro in data odierna, la Lega Basket ha rilasciato la seguente nota.

Commenta per primo!

In merito alle decisioni assunte dal Consiglio Federale della Federazione Italiana Pallacanestro in data odierna, la Lega Basket (nella foto il presidente Fernando Marino) ha rilasciato la seguente nota: “Non si comprende a quale titolo la Federazione risolva una Convenzione che scade il 30 giugno 2017. Se esiste un giusto motivo per risolvere l’accordo, occorre che la Federazione dica espressamente quella sia tale causa. Non è sufficiente richiamare una presunta violazione del principio di centralità della FIP e del dovere di osservare le disposizioni del CONI, della FIBA e della FIP, che, secondo la ricostruzione della Federazione, sarebbe stata messa in atto da questa Lega con la delibera del 17 marzo u.s. Questa Lega e i club ad essa associati ribadiscono con forza il principio di centralità della FIP e, con altrettanta forza, osservano, e continueranno ad osservare, nel modo più scrupoloso, le disposizioni del CONI, della FIBA e della FIP. Con la delibera del 17 marzo, assunta dalla Lega all’unanimità, e ripetiamo, all’unanimità, la Lega ha aderito al progetto della “Fiba Champions League”, divenendone anche azionista, ribadendo tuttavia un principio che la stessa Fiba e la stessa FIP hanno avallato da almeno 15 anni: e cioè quello di poter partecipare a competizioni, o essere associati a organizzazioni, che oggi non sono più riconosciute dalla Federazione Internazionale. Un principio di libertà che non è stato espresso unilateralmente da codesta Lega, né tantomeno dai club ad essa affiliati, con la delibera oggi tanto contestata dalla Federazione. Da almeno 15 anni i club italiani e di tutta Europa hanno partecipato, e partecipano oggi, alle competizioni non organizzate dalla Fiba e non per questo i club e le relative leghe sono stati penalizzati da tale partecipazione. E’ evidente che esiste un problema di natura legale. Ma questo problema, che non è stato risolto da nessuno in tutti questi anni, va oggi risolto non attraverso procedimenti sanzionatori, ma all’interno di un percorso che veda coinvolte tutte le istituzioni del basket a livello nazionale e internazionale. Nell’ ambito delle norme e dei principi sopra richiamati, la Lega proseguirà in tale percorso la prossima settimana, quando sarà convocata un’apposita Assemblea”.

FONTE: Uff. Stampa Lega A Basket

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy