Roma e la bestia nera dei finali: la Virtus perde ancora negli ultimi minuti contro Gravelines

Roma e la bestia nera dei finali: la Virtus perde ancora negli ultimi minuti contro Gravelines

Commenta per primo!

Trasferta importante per Roma, in ottica qualificazione, a cui la Virtus si presenta senza Lollo D’Ercole, fermo per una botta riportata durante la partita con Bologna.
Nel primo quarto la Virtus parte abbastanza forte, e dopo circa 6 minuti di gioco si trova avanti 7-13, con un parziale 0-11 guidato da Hosley e Jones; Gravelines però riesce a sfruttare il fattore casa e a ricucire lo strappo e a riportarsi in chiusura di quarto sotto solo di tre punti. Dopo 2:30 del secondo quarto le squadre si trovano a combattere punto a punto, e raggiungono la metà del periodo di gioco in parità 25-25, ma a questo punto Johnson e Holland da tre piazzano da tre un mini parziale per Gravellines, che riesce a mantenersi avanti fino all’intervallo lungo, a cui si arriva sul 35-31 per i padroni di casa.

E’ ancora all’insegna dell’equilibrio la prima metà del terzo quarto, che offre una gara che sembra non riuscire proprio a sbloccarsi: a metà del periodo le squadre si trovano 43-40. Moraschini riesce a segnare i due punti del -1, ma la Virtus non sa gestire e Gravelines piazza un parziale di 7-0; i padroni di casa riescono a mantenersi avanti e a chiudere in vantaggio 50-47. All’inizio del quarto periodo la Virtus ha un guizzo di ripresa, e raggiunge il pareggio seguito subito dal vantaggio per mano di una tripla di Taylor (52-55); ancora una volta però Roma ha difficoltà a gestire il vantaggio e ad approcciare agli ultimi minuti di gioco: con un parziale di 8-0 Gravelines si porta avanti a tre minuti dalla fine, e mantiene il vantaggio fino alla vittoria finale per 74-64.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy