Si ferma la corsa della Sidigas: Ostenda passa al Del Mauro

Si ferma la corsa della Sidigas: Ostenda passa al Del Mauro

Dopo sette successi consecutivi tra campionato e coppa, gli uomini di Sacripanti incappano nella prima battuta d’arresto nella competizione continentale.

Commenta per primo!

Al PalaDelMauro arriva la prima sconfitta nella Basketball Champions League per la Scandone Avellino (3-1), che ha ceduto alla Telenet Oostende (1-3) 72-77. Partita sempre in equilibrio, con gli ospiti che sono venuti fuori grazie ad una maggiore intensità difensiva nel corso dell’ultimo periodo (massimo vantaggio di +8 al 37′), che gli ha consegnato di fatto la prima vittoria in questa competizione. Di contro una Scandone apparsa un po’ sulle gambe e poco lucida, aldilà di qualche decisione arbitrale discutibile. Miglior realizzatore del match è stato Newbill, che ha trascinato i suoi con 19 punti, ben coadiuvato da Katic che ne ha aggiunti 16, più 7 rimbalzi; per la Sidigas non è bastato un Ragland da 16 punti e 10 assist.

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Severini, Thomas, Leunen, Cusin.
Telenet: Salumu, Djordjevic, Kesteloot, Kuridza, Katic.

PRIMO TEMPO: Avvio equilibrato di gara: ai canestri di Severini e Ragland risponde Katic per il 4-4 del 3′. Grazie alla verve di Cusin e Thomas la Scandone riesce a tenere dietro gli ospiti, che con Kesteloot e Kuridza si mantiene a -3 al 7′ 16-13; è qui che la Sidigas prova a dare una primissima spallata alla partita: Thomas, Randolph e Fesenko danno il +9 ai biancoverdi, ma Ostenda riesce a chiudere il quarto sul -7 con un altro canestro di Kuridza (22-15 al 10′). Pronti via, subito mini parziale di 0-5 per i belgi firmato dai neoentrati Gillet e Walden per il 22-20 del 12′; risponde Avellino con Obasohan e Zerini, ma ancora Walden e Newbill tengono a contatto la Telenet (30-29 al 15′). Ad un Walden ispirato per i belgi (9 punti nel solo secondo periodo), rispondono Zerini, Leunen e Ragland, che confezionano il rinnovato +8 al 18′ (44-36), prima dei punti di Newbill, anch’egli in palla, che fissano il punteggio sul 44-41 al 20′.

SECONDO TEMPO: Ragland da una parte e Salumu dall’altra portano la contesa sul 50-46 per la Scandone al 23′; Kuridza da tre, Katic e Djordjevic danno addirittura il vantaggio ad Ostenda, con Cusin che prova a tamponare l’emorragia (52-53 al 26′). Il pubblico diventa una polveriera per alcune decisioni arbitrali discutibili, con la Telenet che torna prima sul +2 al 29′ e allunga poi, con una bomba di Gillet, sul +5 alla terza sirena. 55-60 il parziale al 30′. Quattro punti consecutivi di Fesenko in apertura danno il -1 alla Sidigas (59-60 al 32′); Ostenda però risponde bene con Katic e Walden e si porta sul +6 al 35′ (60-66); prova a reagire la Scandone con Thomas, ma Salumu e Newbill danno 8 lunghezze di vantaggio alla Telenet, che al 37′ conduce 62-70. Ci provano ancora Thomas e Ragland ad accorciare per Avellino, che però non difende in maniera egregia su Newbill e Djordjevic: è 70-75 al 39′. Thomas segna due liberi per il -3 a 39” dal termine, ma dall’altrab parte dopo una quasi recuperata di Obasohan, Newbill trova molto fortunosamente un pallone che sfrutta per un gioco da tre punti di valore incredibile, che regala di fatto la vittoria ai belgi: finisce 72-77.

MVP basketinside.com: DJ Newbill

SIDIGAS Avellino 72-77 TELENET Oostende
Parziali: 22-15; 44-41; 55-60

AVELLINO: Zerini 5, Ragland 16, Green 3, Esposito n.e., Leunen 6, Cusin 6, Severini 3, Randolph 4, Obasohan 4, Fesenko 11, Thomas 14, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

OOSTENDE: Lambrecht n.e., Walden 10, Hemeleers n.e., Kotrulja n.e., Gillet 6, Salumu 7, Katic 16, Boukichou 1, Djordjevic 7, Kuridza 7, Kesteloot 4, Newbill 19. Coach: Gjergja.

Arbitri: Viatorn, Manos, Proc.

Fotogallery a cura di Mario D’Argenio

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy