TBL, 4° Giornata: Pianigiani, che colpo! Sconfitto il Besiktas, Farmar guida l’Efes

TBL, 4° Giornata: Pianigiani, che colpo! Sconfitto il Besiktas, Farmar guida l’Efes

Commenta per primo!

Banvit BC – Ted Ankara Kolejililer 112-76 (20-20; 52-33; 83-53; 112-76)

Brutta battuta d’arresto per il Ted Kolejililer che cede nettamente sul campo del ben più quotato Banvit ormai in procinto di esordire in Eurocup a Valencia. Gli ospiti si presentano sul parquet di Balikesir con l’importantissima assenza di Kirk Penney, stella della squadra, ma nonostante tutto partono bene toccando anche il +6 (8-14) in un primo quarto che il Banvit riesce a chiudere in parità.

La serata perfetta dei padroni di casa (nonostante un Sammy Mejia in ombra con 5 punti e 2/4 dal campo) inizia nel secondo quarto, con il Ted Kolejililer che non ci capisce più niente e viene sovrastata a rimbalzo (42-20, 14 rimbalzi offensivi concessi) nonostante abbia tra le sue fila Nedim Yucel, il miglior rimbalzista del campionato fino a questo momento. Il Banvit chiude sul +19 il secondo quarto e da allora in poi la partita non ha più nulla da dire, se non che il vantaggio si dilata fino a toccare il +36 finale (112-76). Orhun Ene può così ruotare moltissimo tutti i suoi dodici ragazzi, preservando i migliori per la trasferta europea in terra spagnola.

Banvit: Keith Simmons 20, Kalin Lucas 16, Chuck Davis 14+5 ass.,Erkan Veyseloglu 12, Izzet Turkyilmaz 12

Kolejililer: Vanja Plisnic 15, Jovo Stanojevic 13, Caner Erdeniz 12, Nedim Yucel 11

 

Galatasaray Medical Park – Olin Edirne 81-62 (22-7; 42-21; 67-41; 81-62 )

Prosegue senza intoppi il cammino del Galatasaray Medical Park di Ergin Ataman, fin qui la squadra più regolare di questo campionato e che meno ha sofferto nelle prime quattro partite (tra cui una gara pressoché dominata sul campo dell’Efes). Il quattro su quattro dei giallorossi si concretizza contro l’Olin Edirne nell’Abdi Ipekci Arena, con alcune novità nel roster: ancora fuori Henry Domercant, sembra pace fatta con Jaka Lakovic (dato molto vicino all’Emporio Armani) che però non ha brillato (0 punti in 15 minuti). Il Galatasaray mette subito in chiaro le cose in avvio, attaccando bene e difendendo meglio (22-7). Da quel momento in poi per gli uomini di casa è solo un allenamento, con una piccola flessione solo nell’ultimo parziale vinto dagli ospiti per 14-21. Ottima la prova di Boniface Ndong (20 punti, 9/11 dal campo in 19 minuti), bene anche Hawkins e Arslan, un po’ sottotono Macvan, Akyol e Jamont Gordon. L’importante, però, è che tutti si facciano trovare pronti per l’abbordabile trasferta polacca sul campo del Trefl Sopot in Eurocup.

Galatasaray: Boniface Ndong 20, David Hawkins 12, Ersin Dagli 12, Engin Atsur 10

Edirne: Mehmet Yagmur 21, David Jelinek 12+6 ass., Artsiom Parakhouski 10

 

Royal Hali Gaziantep – Mersin Buyuksehir 79-74 (12-18; 29-34; 48-53; 79-74)

Prima gioia in campionato per il Royal Hali Gaziantep, che dopo tre sconfitte lascia finalmente la ‘’compagnia’’ del Mersin all’ultimo posto in classifica.

Sfida tra fanalini di coda fermi a zero punti, quindi, sul campo di Gaziantep, ed è la squadra ospite (che annovera tra le sue file il nuovo acquisto Will Solomon, ex Kings, Raptors e Grizzlies e con esperienze di Eurolega importanti con Fenerbahce, Efes e Maccabi) a partire più decisa nonostante la scarsa vena da oltre l’arco (2/17, 11%) grazie soprattutto ad un Omar Sneed che si prende tiri in quantità industriale (24 punti, 12/19) e ad Ali Karadeniz. Nel secondo quarto il Royal Hali abbozza una reazione arrivando quasi ad impattare il match, ma sempre Sneed e l’altro americano Holston permettono al Mersin di andare negli spogliatoi ancora in vantaggio di cinque punti, stesso margine della fine del terzo periodo. Con una grande prestazione corale negli ultimi dieci minuti, però, Gaziantep firma il parziale decisivo di 31-21 che le permette di recuperare tutto lo svantaggio e di chiudere il match sul +5. Fondamentali sono state la grande prova di Charles Rhodes, la presenza sotto canestro di Isaiah Swann, gli assist e la freddezza di Andre Collins, i rimbalzi di Caner Ercan e le bombe (3/3) di un implacabile Mutlu Akpinar.

Gaziantep : Charles Rhodes 24+13 r., Isaiah Swann 17, Andre Collins 14+5 ass.

Mersin: Omar Sneed 24+9 r., David Holston 19, Ali Karadeniz 16

 

Tofas Bursa – Pinar Karsiyaka 95-94 ot (21-24; 46-40; 61-55; 80-80; 95-94 )

Grande sfida a Bursa tra il Tofas e l’ex capolista Pinar Karsiyaka decisa solo all’overtime (il primo in questa Tbl). Nel primo quarto Karsiyaka si affida alle triple di Jon Diebler e ai punti di Thomas, Buker e Sonkol per chiudere avanti 21-24. Al rientro in campo dal mini intervallo Bursa reagisce affidandosi alla prova mostruosa del duo Burtt-Heytvelt, ben coadiuvati dalla coppia Sipahi-Elonu (46-40 all’intervallo). Nel terzo quarto le difese sono molto attente, e il Tofas rispedisce al mittente i tentativi di rimonta ospite. Il finale di partita è molto concitato; i padroni di casa sono sempre avanti ma con l’uscita di Elonu per falli a tre minuti dalla fine si trovano un po’ in difficoltà e grazie a Bobby Dixon il Pinar è a +2 a 12 secondi dalla fine, ma Steve Burtt ci mette una pezza portando la gara al supplementare con un canestro a fil di sirena.

Nell’overtime sono gli ospiti ad avere la partita in pugno, sul +5 a 20 secondi dalla fine, ma Bursa ha un cuore enorme, e recupera prima con un piazzato, poi con la bomba di Sipahi (92-93 a 7’’ dalla fine); Bobby Dixon sbaglia un tiro libero, nessuno riesce incredibilmente a far fallo su Steve Burtt che raddoppiato scarica su Josh Heytvelt, che con due mani avversarie in faccia spara da tre e cade all’indietro; la palla colpisce il secondo ferro e si alza in area per un secondo che sembra un’eternità, con i giocatori di Karsiyaka e la panchina che alzano le braccia al cielo per esultare, ma la palla, beffarda, scende e buca la retina facendo esplodere di gioia il palazzo e con Heytvelt che, ovviamente, viene ricoperto dall’abbraccio dei suoi compagni. Miglior gara dell’anno, senza dubbio. E sarà difficile batterla. Per fortuna, però, martedì in Eurochallenge le due squadre si affronteranno ancora, nello stesso luogo e, speriamo, con lo stesso spettacolo.

Bursa: Steve Burtt Jr. 25+6 ass., Josh Heytvelt 24, Kenan Sipahi 15, Chinemelu Elonu 11+14 r.

Karsiyaka: Jon Diebler 19, Will Thomas 19, Evren Buker 15, Bobby Dixon 13+9r.+6ass., Umit Sonkol 12

 

Antalya Buyuksehir – Anadolu Efes Istanbul 65-74 (17-13; 39-31; 50-53: 65-74)

Nell’unico match domenicale di Tbl, l’Antalya ha accarezzato l’impresa di battere l’Anadolu Efes. Nel primo quarto i padroni di casa riescono a limitare le sfuriate di Jordan Farmar, e grazie ai suoi americani riesce a chiudere in vantaggio. Il sogno continua anche nel secondo quarto, grazie al bombarolo Reha Oz (3/11 per lui nella serata) che tiene vivo il vantaggio di Antalya (che però non tira benissimo da 2, 16/37). Però la grande differenza tra le superpotenze e le altre squadre in questa Tbl sta tutta (oltre che nella caratura dei giocatori ovviamente) nella lunghezza della panchina; infatti, nonostante l’assenza di Barac, con Vujacic e Tunceri sottotono, e con Batista, Kurtoglu, Batuk e Balbay poco utilizzati, negli ultimi venti minuti viene fuori la maggiore freschezza degli ospiti (seppur dopo la battaglia di Vitoria). Antalya manca di lucidità in attacco (e si vede dalle percentuali) così l’Efes può chiudere avanti di tre punti il terzo periodo e, anche se non riesce mai a prendere davvero il largo, strappa un’importante ma non facilissima vittoria.

Antalya: Jordan Theodore 17+5 ass., Warren Carter 15, Ron Lewis 12, Reha Oz 11+7 r.

Efes: Jordan Farmar 21, Jamon Lucas 12, Dusko Savanovic 11, Kerem Gonlum 10, Semih Erden 9+9 r.

 

Hacettepe Universitesi – Erdemirspor 75-70 (13-20; 32-37; 50-60; 75-70)

Sfida salvezza andata in scena nella capitale Ankara, tra l’Hacettepe Universitesi e l’Erdemirspor. Nel primo quarto l’Erdemir parte bene con le triple di Mahmutoglu (4/7) e con la presenza costante sotto le plance di Sean Marshall (13-20 al 10’). Hacettepe si affida di più al gioco corale, e tira benissimo da tre punti (9/24) coprendo così le pessime prestazioni al tiro da due e ai liberi.

Al rientro dagli spogliatoi è sempre Erdemir a tenere la testa avanti e Hacettepe sembra avere poche armi da opporre, visto che anche la difesa oltre all’attacco fa acqua da tutte le parti e la partita sembra sfuggire piano piano al controllo dei capitolini.

Nell’ultimo quarto, però, succede quello che non ti aspetti e sembra un’altra partita. Hacettepe attacca alla grande, trova tanti punti e ne concede solo dieci ad Erdemir. Il risultato è una grande vittoria in rimonta che lancia l’Universitesi al sesto posto; ad Erdemir, invece, va il premio sfortuna di questo avvio di stagione, con una vittoria e tre partite perse con sette punti di scarto massimo.

Hacettepe: Cameron Bennerman 18, Michael Glover 11, Ali Isik 10

Erdemir: Sean Marshall 18+8 r., Jure Balazic 14, Melih Mahmutoglu 12, Gerrod Henderson 10+6 r.+4 ass.

 

Turk Telekom Ankara – Aliaga Petkim 66-77 (17-24; 36-40; 52-60; 66-77 )

Ad Ankara si giocava anche la sfida tra il Turk Telekom e l’Aliaga Petkim, ma stavolta il risultato finale non ha sorriso affatto alla squadra della capitale. Pessime per i padroni di casa le prove degli americani Banks (2 punti in 18 minuti) e Dee Brown (5 punti, 2/10 dal campo e 7 assist in 34 minuti), e non benissimo nemmeno Saruhan. Di certo non potevano bastare le ottime prove del croato Pasalic e dello sloveno Zupan (43 punti su 66) che predicavano nel deserto e poco hanno potuto contro la comunque molto corta Aliaga (sei uomini con un discreto minutaggio più Erdogan e Senturk entrati nel finale).

Nel primo quarto l’Aliaga mette subito il turbo con un Chalmers inserito perfettamente negli schemi della squadra dopo appena dieci giorni dall’arrivo che sforna assist per tiri puliti anche da tre punti, e quando i tiri non entrano ci pensa l’azero Haciyeva a dare ai suoi compagni seconde opportunità (16 rimbalzi totali di cui 7 offensivi). Nel secondo quarto, bene o male, Ankara riesce a restare a contatto e si va al riposo ancora in sostanziale parità. Con gli americani praticamente nulli, è però difficile resistere per molto, così l’Aliaga scappa via nel terzo quarto e resiste nel finale bissando così il successo dell’esordio contro Hacettepe e può preparare la grande sfida ad un Efes apparso un po’ stanco con maggiore fiducia nei propri mezzi.

Turk Telekom: Drago Pasalic 24+7 r., Miha Zupan 19+6 r.

Aliaga: Torin Francis 18+8 r., Mehmet Gorkem 17+7 r., Lionel Chalmers 17+6 ass., Orhan Haciyeva 15+16 r.

 

Fenerbahce Ulker – Besiktas 83-74 (17-20; 39-44; 68-64; 83-74)

Come al solito il programma della giornata si chiude con il big match serale del lunedì (praticamente come in Italia) e che questa settimana ha visto protagonisti i campioni in carica del Besiktas sul campo di quelli che campioni vogliono diventarlo, ovvero il Fenerbahce, che si presenta alla palla a due con McCalebb e Peker ancora ai box ed Ermis e Batiste non al meglio utilizzati solo per alcuni scampoli di partita. Le due squadre arrivano in campo con sentimenti contrastanti: gli uomini di Pianigiani, infatti, vengono dalla vittoria contro il Panathinaikos mentre il Besiktas ha visto un po’ ridimensionati i propri progetti in Europa dopo la batosta subita a domicilio dal Cska di Messina. Il Besiktas, però, è bravo a tramutare il suo sentimento in cattiveria agonistica e chiude il primo quarto avanti 17-20 nonostante l’assenza di Dasic. Si va a riposo sul 39-44, ma nel terzo quarto la musica cambia e il Fenerbahce seleziona molto meglio i tiri (ottime percentuali da due e da tre, male solo i liberi) e nonostante non difenda un granché bene riesce a finire il terzo quarto avanti di quattro. La difesa arriva nell’ultimo periodo, e la vittoria non è più un problema per i ragazzi in canotta gialloblu che si godono il primato.

Fenerbahce: Bojan Bogdanovic 18, David Andersen 17, Omer Onan 14, Emir Preldzic 12+7 ass.

Besiktas: Curtis Jerrells 15+5 ass., Damir Markota 12+7 r., Cehver Ozer 12, Patrick Christopher 10

 

Classifica dopo 4 giornate:

Galatasaray Medical Park 8

Fenerbahce Ulker 8

Pinar Karsiyaka 6

Anadolu Efes Istanbul 6

Banvitspor 6

Ted Ankara Kolejililer 4

Besiktas 4

Hacettepe Universitesi 4

Tofas Bursa 4

Aliaga Petkim 4

Erdemirspor 2

Turk Telekom Ankara 2

Olin Edirne 2

Antalya BSB 2

Royal Hali Gaziantep 2

Mersin Buyuksehir 0

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy