TBL, Playoff: il Trabzonspor ribalta il fattore campo contro il ricco Darussafaka, il Pinar da spettacolo. Fatica l’Efes

TBL, Playoff: il Trabzonspor ribalta il fattore campo contro il ricco Darussafaka, il Pinar da spettacolo. Fatica l’Efes

 

tbl.org.tr

Si è completato il primo turno di playoff anche in Turchia (con serie al meglio delle 3), e come in tutta la regular season l’equilibrio ha regnato sovrano con fattore campo rispettato per tre delle quattro eliminatorie.

Innanzitutto il Fenerbahçe di Obradovic ha conquistato la semifinale soffrendo più del previsto contro un Galatasaray in gran difficoltà da mesi (per il remake della scorsa finale vi rimandiamo all’articolo approfondito), e affronterà il Pinar Karsiyaka di Izmir che ha superato in tre gare come ampiamente prevedibile un Banvit Bandirma che dopo aver lottato nelle prime due sfide si è sciolto come neve al sole alla ”bella”.  In gara 1 il Banvit iniziava molto bene (17-24 il primo periodo) con un Rowland in formissima (27 punti), prima che il Pinar si scatenasse (tutti e cinque gli uomini del quintetto in doppia cifra) sfoderando la propria arma principale, ovvero il tiro da tre punti, che permetteva agli uomini di coach Sarica di andare all’intervallo sul +11. Il Banvit riusciva a ricucire e giocarsela fino all’ultimo ma Karsiyaka la spuntava (87-79). Gara 2 a Bandirma si svolgeva interamente sul filo dell’equilibrio ma era ancora una volta il fattore campo ad essere decisivo (70-66). In gara 3 il Pinar non lasciava scampo ad un Banvit apparso scarico, toccando anche il +30 con una pioggia di triple (14 alla fine, 11 nel primo tempo) e giocate spettacolari come una schiacciata super di Kenny Gabriel (top scorer con 24 punti). 90-79 il punteggio che regalava a Dixon e soci una semifinale tutt’altro che scontata contro il Fenerbahçe.

L’Anadolu Efes sembrava dover fare un sol boccone del Turk Telekom, invece così non è stato visto che la squadra di Ivkovic l’ha spuntata soltanto in gara 3 tra le mura amiche. Gara 1 finiva 88-71 con l’Efes che prendeva il largo soltanto nel secondo tempo bilanciando bene le soluzioni da fuori e dentro l’area e ”sfornando” ben 21 assist di squadra tra cui 8 di Thomas Heurtel. In gara 2 il Turk Telekom reagiva e con un moto d’orgoglio riusciva a regalare una gioia ai propri tifosi (88-83); Ankara prendeva il comando con un ottimo primo quarto (28-17) e controllava il ritorno dell’Efes grazie anche alla grande prova di Chris Johnson (22 punti). In gara 3 l’Efes preferiva non scherzare col fuoco e da subito metteva le cose in chiaro toccando il +18 già nel secondo quarto trascinato dal baby Cedi Osman (20 punti e 5/5 da tre) e chiudendo i conti sul 93-75.

A sorpresa non sarà il Darussafaka di Oktay Mahmuti a vedersela con l’Efes, bensì un Trabzonspor che si sta prepotentemente affacciando sul panorama del basket turco ed europeo ed è stata l’unica squadra a ribaltare il fattore campo e l’unica a chiudere la serie sul 2-0. Gara 1, giocata a Istanbul, era molto intensa ma sicuramente non bellissima: il Darussafaka, molto spesso sotto nel punteggio, riusciva a forzare l’overtime ma non a portare a casa il match visto che era il Trabzonspor a fare festa (76-79) con il trio Hardy-Velickovic-Stipanovic (non a caso i tre che hanno rinnovato il contratto anche per la prossima stagione) a combinare 55 punti. In gara 2, sul parquet di Trebisonda, il Darussafaka rimaneva sempre molto vicina nel punteggio ma non dava mai l’impressione di poterla portare a casa, facendo troppo affidamento al talento sconfinato di Jordan Farmar (22 punti) che non bastava per espugnare un vero e proprio catino infernale che esplodeva quando il punteggio alla sirena recitava 78-71.

 

Fenerbahçe Ulker Istanbul – Galatasaray 2-1 (87-79; 89-84; 87-79)
Pinar Karsiyaka Izmir – Banvit Bandirma 2-1 (87-79; 66-70; 90-79)
Anadolu Efes Istanbul – Turk Telekom Ankara 2-1 (88-71; 83-88; 93-75)
Darussafaka Dogus – Trabzonspor 0-2 (76-79 overtime; 71-78 )

Semifinali:

Fenerbahçe Ulker Istanbul – Pinar Karsiyaka Izmir
Anadolu Efes Istanbul – Trabzonspor

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy