TBL, Playoff: la nottata eroica di Guler in gara 2 regala un successo epico al Galatasaray, ma in semifinale ci va il Fenerbahçe

TBL, Playoff: la nottata eroica di Guler in gara 2 regala un successo epico al Galatasaray, ma in semifinale ci va il Fenerbahçe

meydangazetesi.com.tr

L’anno scorso era stata la finale, con quella clamorosa decisione di dirigenza e giocatori del Galatasaray di ”boicottare” gara 7 consegnando così a tavolino il titolo al Fenerbahçe. Quest’anno, complici i problemi economici di un Galatasaray che ha fatto tanta fatica per arrivare alla post season, è valso ”soltanto” il primo turno dei playoff, ma il derby di Istanbul per eccellenza non ha comunque tradito le attese.

Molti dicevano che la truppa di Obradovic, tornata infuriata dalla trasferta madrilena per quelle Final Four di Eurolega tanto sognate, avrebbe fatto un sol boccone di questo Galatasaray sull’orlo del baratro (nonostante le voci che vedono l’arrivo di nuovi sponsor milionari), e questa tesi sembrava trovare conferma dopo una gara 1 senza storia finita 93-67 per l’Ulker. Un +26 forse limitato soltanto dalla voglia del Fenerbahçe di non infierire e di risparmiarsi per il lungo prosieguo di stagione,  che faceva male, molto male al Gala, con coach Ataman che firmava la resa mandando in campo anche i giovani ”canterani” Ural (classe ’95), Arar (classe ’96) che quasi mai avevano ”assaggiato” le tavole del parquet in stagione e l’interessante prospetto macedone Nikolov, anche lui del ’96.

In gara 2, invece, succede  l’inimmaginabile: Abdi Ipekçi ribollente di tifo, il Galatasaray è lì, se la gioca con un’intensità difensiva pazzesca, Justin Carter mette 17 punti, Young non esce praticamente mai ma ci mette sempre la stessa energia come se fossimo ancora alla palla a due. Vesely è limitato dai falli, Goudelock tira malissimo (3/14) e anche Bogdanovic non fa molto meglio. A fine terzo quarto, poi, il migliore del Galatasaray fino a quel momento, Sinan Guler, si scontra durante lo smarcamento per andare a prendere la palla con Nikos Zisis, i due restano a terra, momenti di panico, Guler perde sangue. Zisis si rialza, ha un colpo all’altezza della nuca e gli viene applicato del ghiaccio, mentre il leone del Galatasaray viene medicato  per un taglio profondo sulla fronte ma si rialza e si dirige verso la panchina del Fenerbahçe per sincerarsi delle condizioni di Zisis tra gli applausi di tutti, con il pubblico che scandisce il suo nome mentre il giovane Nikolov che lo rimpiazza non trema e fa 2/2 dalla lunetta. Guler, con una specie di turbante, rientra immediatamente, ma il Fenerbahçe ricuce i 7 punti di scarto della terza sirena. Patrick Young segna il canestro del 63-61 e subisce fallo, il quinto di Vesely, ma non completa il gioco da tre punti. Goudelock sbaglia, Erceg può chiuderla ma il suo tiro entra ed esce, e così con una giocata di puro talento Bjelica impatta a quota 63 con meno di un minuto da giocare. Nikolov sbaglia un ottimo palleggio arresto e tiro dalla media, dall’altro lato se la gioca Bjelica in isolamento contro Erceg e scarica per Zoric che viene cancellato da Patrick Young. Si va all’overtime. Regna ancora l’equilibrio, Preldzic è glaciale dalla lunetta: 68-69 Fenerbahçe con 24 secondi da giocare, Ataman affida il pallone al suo uomo migliore, Sinan Guler, con Obradovic che ha appena rimesso in campo Sipahi proprio per difendere su di lui. Guler chiama il blocco, prontamente arriva Gonlum e sul numero 32 si ritrova Nemanja Bjelica. Guler accelera, si arresta a tre metri dal canestro e lancia un arcobaleno. Canestro. Più uno Galatasaray, ma mancano cinque secondi. Obradovic chiama timeout e disegna una rimessa per Goudelock. La difesa del Galatasaray perde l’ex Lakers e Kazan, ma di pura astuzia Patrick Young gli tocca il pallone e lo allontana dal canestro. Goudelock tira da dieci metri e per poco non la mette, ma il ferro rifiuta il suo tiro. Guler è l’eroe della serata. Si va a gara 3.

Gara 3 la vince il Fenerbahçe per 67-59, con il Galatasaray che mette comunque paura agli avversari con la rotazione forse più limitata dell’anno: Young, Carter, Gonlum, Guler ed Erceg più i giovani Arar, Ural e Nikolov. Rispetto a gara due e gara uno erano fuori Micov, Pocius e Arslan, mica roba da niente. Dall’altro lato Goudelock chiude con 0 punti e -12 di valutazione, ma a salvare il Fener ci pensa un Mahmutoglu da 18 punti.

Il Fenerbahçe è in semifinale, ma questo sembra quasi non avere importanza. Il Galatasaray e Sinan Guler il loro scudetto lo hanno già vinto, con una gara 2 da consegnare alla storia.

GARA 1
Fenerbahçe Ulker Istanbul – Galatasaray 93-67

Fenerbahçe: Bogdanovic 15, Zoric 13, Vesely 13
Galatasaray: Young 15, Micov 13, Erceg 10

GARA 2
 Galatasaray – Fenerbahçe Ulker Istanbul 70-69 overtime

Galatasaray:  Guler 20, Carter 17, Young 15
Fenerbahçe: Bogdanovic 13, N.Bjelica 12, Erden 8

GARA 3
Fenerbahçe Ulker Istanbul – Galatasaray 67-59

Fenerbahçe: Mahmutoglu 18, N.Bjelica 15, Vesely 12
Galatasaray: Young 18, Erceg 12, Guler 10

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy