UFFICIALE: Yaniv Green annuncia il ritiro, in carriera tanti successi con il Maccabi

Il basket europeo saluta Yaniv Green, il centrone israeliano – fermo ormai da più di un anno e mezzo per problemi fisici – ha deciso di appendere le scarpette al chiodo, chiudendo una carriera piena di trofei e di successi.

Commenta per primo!

Il basket europeo saluta Yaniv Green. Il centrone israeliano – fermo ormai da più di un anno e mezzo per problemi fisici – ha deciso di appendere le scarpette al chiodo, chiudendo una carriera piena di trofei e di successi.

Classe 1980. Green, alto 2,06cm, la sua fama resterà legata al Maccabi Tel-Aviv, dove ha disputato 6 stagioni vincendo l’Eurolega nel 2005 e raggiunto le finali, sempre in Eurolega, nelle stagioni 2006-2011. La sua carriera comincia nel 1996 nella squadra giovanile del Bnei Herzliah per poi passare in prima squadra dove vi resta per due stagioni 1998-1999/1999-2000. Nella stagione 2000-2001 gioca con la maglia del Maccabi Raanana (Suproleague), per poi tornare nella sua squadra di origine (Bnei Herzliah) stagione 2001-2002 collezionando 24 presenze con una media di 10 punti partita.Fa l’esordio nella massima serie israeliana (Premier League) nel campionato 2002-2003 con l’Hapoel Tel-Aviv giocando 24 volte con una media di 6,5 punti partita. Prende parte anche alla Fiba Champions Cup collezionando 15 presenze. L’anno successivo (2003-2004), sempre con l’Hapoel di Tel-Aviv fa parte del quintetto titolare  e gioca  22 partite con 10,2 punti partita. A Giugno del 2004 prende parte alla Summer League con i Detroit Piston. Al rientro firma con il Maccabi di Tel-Aviv disputando un ottimo campionato con 21 presenze ed una media punti partita 8,9. Prende parte all’Eurolega, vincendola nel  2005, giocando 23 volte. Resta al Maccabi fino alla stagione 2006-2007 (finalista Eurolega) per poi trasferirsi, nella stagione 2007-2008, in Russia per giocare la Superleague con il Csk Samara giocando 23 incontri con una media di 8,9 punti partita. Nello stesso anno, con la squadra russa, colleziona 10 presenze nella EuroCup. Al termine della parentesi in russia, Green firma un nuovo contratto triennale con il Maccabi Tel-Aviv, nell’estate del 2011 la unica quanto sfortunata esperienza italiana con la maglia di Teramo: in 20 partite 4 punti con 2 rimbalzi di media, poi la sospensione dal roster per motivi disciplinari che di fatto chiude il rapporto. Nell’estate 2013 torna a casa ingaggiato dall’Hapoel Galil Gilboa, quindi altre due stagioni con l’Hapoel Gerusalemme. Ultimo traguardo il 10 settembre 2015, con la sua presenza n.189, diventando il giocatore con più convocazioni nella storia della nazionale israeliana. Inoltre, con 1.478 punti segnati, rientra nella top five dei marcatori ogni epoca.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy