Vergogna al Pireo, petardi contro i giocatori del Panathinaikos

Vergogna al Pireo, petardi contro i giocatori del Panathinaikos

La gara decisiva della finale del campionato greco si è conclusa nel peggiore dei modi, con i tifosi dell’Olympiacos protagonisti in negativo.

Il peggiore epilogo possibile. E’ questo quanto accaduto nel corso della decisiva gara 5 di finale del campionato greco: con Olympiacos e Panathinaikos in situazione di parità, 2-2 nella serie, la gara di stasera al Pireo avrebbe dovuto decidere le sorti del campionato.

Una gara che ha visto la squadra di Pascual prendere il comando delle operazioni fin dalle prime battute, dilatando il proprio vantaggio nel corso della gara. Un margine cresciuto minuto dopo minuto e che ha toccato anche il +20 al termine del terzo quarto. Dopo un tentativo di reazione da parte di Spanoulis e compagni, a partita abbondantemente chiusa e titolo assegnato ai greens, avanti 66-49 a meno di due minuti dal termine, è andata in scena la vergogna messa in atto dai tifosi dell’Olympiacos, che hanno deciso di tirare dei razzi e dei petardi contro la panchina della squadra di Pascual, costretta a scappare.

La partita è stata sospesa e non più conclusa, i giocatori del Panathinaikos sono tornati negli spogliatoi: i greens saranno campioni di Grecia, o a tavolino o con il punteggio con cui la partita si è interrotta. In una serata che avrebbe dovuto esaltare due grandi squadre, la violenza dei tifosi dell’Olympiacos ha costretto la sospensione della gara, decretando di fatto la vittoria degli avversari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy