Vicenda FIBA vs Euroleague, Novak: “Rivalutare i piani FIBA”

Vicenda FIBA vs Euroleague, Novak: “Rivalutare i piani FIBA”

basket-minute.com

In un’intervista rilasciata alla rivista tedesca BIG, l’amministratore esecutivo della FIBA Europe Kamil Novak ha parlato in merito ai cambiamenti in programma per la FIBA, in vista dell’inaugurazione della nuova Champions League.

In seguito alla decisione di iscrivere le squadre francesi ed italiane – tranne l’Olimpia Milano – solo alle competizioni FIBA, la stessa Federazione reagirà di fronte alla firma di undici tra le migliori squadre europee – Panathinaikos, Olympiacos, CSKA Mosca, Real Madrid, Barcellona, Saski Baskonia, Maccabi Tel Aviv, Anadolu Efes, Fenerbahce, Zalgiris Kaunas e Milano – con il nuovo progetto dell’Eurolega.

Queste le dichiarazioni di Novak: “Poiché le società hanno svoltato in un’altra direzione, ora è tempo di riflettere. È chiaro che gli investimenti ed i numeri dovranno essere nuovamente valutati. Ciò di cui sono a conoscenza è che nel prossimo autunno ci sarà una nuova lega. Con quanto denaro? Lo sapremo nei prossimi due mesi.”

Secondo Novak, la FIBA deve continuare il rimodellamento delle competizioni europee per club, eliminando le licenze A: “Abbiamo deciso che la qualificazione dei club avverrà solo tramite criteri sportivi, in modo che tutti possano lottare per la partecipazione in una competizione europea, mentre nel caso in cui un club di alto prestigio non finisse il campionato nazionale tra le prime posizioni, allora non potrà partecipare a tale competizione.”

L’annuncio sul futuro delle squadre italiane e francesi era aspettato sin dallo scorso Eurobasket: era evidente che la Francia fosse pronta a seguire la FIBA, stesso discorso per l’Italia che sta cercando di assicurarsi uno dei tre tornei preolimpici. Circa i posti mancanti nella prossima competizione FIBA, ci sono alcuni rumors riguardo alla possibilità che questi vengano occupati da squadre come l’AEK Atene, Unicaja Malaga, Galatasaray e alcune società russe.

Dall’altra parte, l’Eurolega possiede ancora cinque spots liberi, uno dei quali spetterà alla squadra vincitrice dell’Eurocup. Per ora l’Eurolega ha smentito le voci sulla possibilità di rendere “chiusa” la competizione. In ogni caso, si prospetta un’estate interessante e una stagione caratterizzata da ben 4 competizioni europee.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy