VTB United League al via: CSKA per il pokerissimo, ma la concorrenza sarà agguerrita

VTB United League al via: CSKA per il pokerissimo, ma la concorrenza sarà agguerrita

Commenta per primo!
                        www.sportliga.com

Motori ormai caldi: sta per partire, precisamente sabato 5 ottobre, la sesta edizione della VTB United League.
La Lega, fondata nel 2008, ha visto affermarsi per ben 4 volte su 5 il CSKA Mosca, con l’unica eccezione del Khimki nella stagione 2010/11. Dalle 8 partecipanti della prima edizione c’è stata progressivamente una continua espansione, sia in termini numerici (20 le partecipanti della scorsa stagione, numero confermato anche per quest’anno) che geografici: quest’anno la VTB può contare sulla partecipazione di ben 9 nazioni: Russia, Lituania, Ucraina, Bielorussia, Lettonia, Estonia, Kazakistan, Polonia e Repubblica Ceca.
Entrando nello specifico, quattro sono le compagini che si apprestano a partecipare al Qualifying Round per l’accesso alla fase a gironi di Eurolega che avrà luogo questa settimana a Vilnius: i padroni di casa del Lietuvos Rytas, il VEF Riga dell’ex-Roma Gani Lawal, i cechi del CEZ Nymburk e i più seri accreditati alla vittoria del suddetto QR, cioè il Khimki Mosca di Mike Green.
Due invece sono le squadre che sono in procinto di iniziare da protagoniste l’imminente edizione della coppa regina d’Europa, entrando dalla porta principale: ovviamente il CSKA Mosca di coach Messina e il Lokomotiv Kuban Krasnodar guidato da Evgeny Pashutin.
A completare le partecipanti alla lega transeuropea da citare la presenza dell’Unics Kazan di coach Trinchieri, del KK Samara vincitore dell’ultima edizione dell’EuroChallenge e dell’Astana di Matteo Boniciolli.
Per il resto si tratta di formazioni per lo più sconosciute al grande pubblico (citiamo ad esempio l’Enisey Krasnoyarsk e il Nizhny Novgorod), abituato a team e palcoscenici di maggior appeal: nonostante questo, il prestigio della competizione sta prendendo sempre più piede, in termini prettamente geografici non si sbaglierebbe a considerarla una sorta di mini NBA (un’ipotetica trasferta del Nymburk ad Astana sarebbe di “soli” 9300 km tra andata e ritorno). Ovviamente la competitività non è paragonabile al più importante torneo del mondo, ma in ambito esclusivamente continentale, siamo sicuramente di fronte ad un campionato di alto livello, che seppur giovane (come detto sta iniziando la sesta edizione), annovera squadre che già ora, e con ogni probabilità nei prossimi anni, potrebbero fare la voce grossa anche in competizioni di più ampio respiro. Il Dio denaro può tutto, e considerando il fatto che nelle ex repubbliche sovietiche ne gira parecchio, non ci stupiremmo nel vedere primeggiare in tempi brevi una delle sconosciute compagini della remota madre Russia, anche senza una pluriennale tradizione vincente come quella del CSKA.

Elenchiamo di seguito l’elenco di tutte le partecipanti, in ordine di nazionalità e girone di appartenenza, un breve riepilogo sullo svolgimento del torneo e quello che riteniamo come potenziale Power Ranking (e annessi uomini di punta) per il torneo che vedrà come partita d’esordio la sfida di sabato 5 ottobre tra Lokomotiv Kuban Krasnodar e Kalev Tallinn.

Partecipanti:
Russia: CSKA Mosca, Enisey Krasnoyarsk, Khimki Mosca, Krasnye Krylia Samara, Krasny Oktyabr Volgograd, Lokomotiv Kuban Krasnodar, Nizhny Novgorod, Spartak San Pietroburgo, Triumph Lyubertsy, Unics Kazan.
Lituania: Lietuvos Rytas, Neptunas Klaipeda.
Ucraina: Azovmash Mariupol, BK Donetsk.
Bielorussia: Cmoki Minsk.
Kazakistan: BC Astana.
Estonia: BC Kalev Tallinn.
Lettonia: VEF Riga.
Polonia: Turòw Zgorzelec.
Repubblica Ceca: CEZ Nymburk.

Gruppo A: Unics Kazan, BC Kalev Tallinn, Lietuvos Rytas, BK Donetsk, Spartak San Pietroburgo, Lokomotiv Kuban, Nizhny Novgorod, Enisey Krasnoyarsk, Turòw Zgorzelec, CEZ Nymburk.

Gruppo B: CSKA Mosca, Khimki Mosca, Azovmash Mariupol, VEF Riga, Cmoki Minsk, BC Astana, Neptunas Klaipeda, Triumph Lyubertsy, Krasnye Krylia Samara, Krasny Oktyabr Volgograd.

Formato della competizione: 2 gironi da 10 squadre ciascuno. Si giocano 18 partite (da ottobre a marzo) con turni di andata e ritorno.
Fase ad eliminazione diretta (maggio/giugno): le squadre dal terzo al sesto posto di entrambi i gironi giocano una serie di ottavi di finale (al meglio delle 3) con accoppiamenti 3°-6° e 4°-5°. Chi passa gioca i quarti di finale (serie al meglio delle 5) dove sono già qualificate le prime 2 di ogni raggruppamento.
Semifinali e finale sempre al meglio delle 5 partite.

Power Ranking basketinside.com

1 CSKA Mosca (Nenad Krstic, Kyle Hines)
2 Khimki Mosca (Mike Green, Mickael Gelabale)
3 Unics Kazan (Nikos Zisis, Kostas Kaimakoglou)
4 Lokomotiv Kuban (Mantas Kalnietis, Richard Hendrix)
5 Lietuvos Rytas (Renaldas Seibutis, Omar Cook)
6 BK Donetsk (Georgi Tsintsadze, Bernard King)
7 Azovmash Mariupol’ (Coleman Collins, Marcus Ginyard)
8 Spartak San Pietroburgo (Yaroslav Korolev, Artem Yakovenko)
9 VEF Riga (Gani Lawal, Kristaps Janicenoks)
10 BC Astana (Janis Blums, Patrick Calathes)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy