VTB United League, al via i playoff. Zalgiris e CSKA favorite. Prime vittorie a sorpresa per Krylia e Astana

VTB United League, al via i playoff. Zalgiris e CSKA favorite. Prime vittorie a sorpresa per Krylia e Astana

Dopo oltre un mese dalla fine della fase a gironi, riprende la VTB United League 2012-2013 ed è finalmente giunto il momento di parlare dei playoff iniziati ieri. Tra le “magnifiche 12” che partecipano a questa post season è la Russia a farla da padrona con una folta colonia di ben 8 unità (Lomotiv Kuban, Novgorod e Spartak San Pietroburgo. Seguono a ruota la Lituania (Zalgiris Kaunas), il Kazakistan (Astana), la Lettonia (VEF Riga) e l’Ucraina (Donetsk), tutte con un solo team in tabellone. La stagione regolare ha visto dominare nel girone A il Khimki e l’Unics Kazan che hanno concluso la prima parte d’annata dopo aver portato a casa entrambe ben 14 vittorie e soltanto 4 sconfitte. Ad aggiudicarsi il primo posto però – a causa degli scontri diretti a favore – è stata la squadra dell’ex virtussino Petteri Koponen, partito in sordina e poi dimostratosi col passare del tempo un ottimo leader e metronomo dei gialloblù. Ci si aspettava sicuramente qualcosa di più dal Lietuvos Rytas e dall’ Azmovash Mariupol che disponevano di roster molto competitivi e pieni di ottimi giocatori passati anche per la nostra serie A (Lynn Greer, Leon Radosevic, poi tornato in corso d’opera alla EA7 Milano, Janis Blums e Dejan Ivanov, ora a Varese, su tutti). CSKA e Zalgiris Kaunas sono state le dominatrici invece del Girone B, e si presentano ai nastri di partenza di questi playoff con tutti i favori del pronostico. In vetta troviamo i lituani con un bilancio complessivo di sedici vittorie conquistate e solo tre sconfitte patite. Subito dietro i moscoviti guidati da Ettore Messina con un successo in meno. In questa seconda graduatoria c’è però la vera sorpresa del torneo: il VEF Riga di uno stratosferico E.J. Rowland. L’esterno statunitense con passaporto Bulgaro ha trascinato i suoi con 16.6 punti , 5.9 rimbalzi e 5.8 assist di media ( un 20 di valutazione per gara!) a 11 vittorie e soprattutto al quarto posto. Tutto ciò gli è valso il premio di Mvp della stagione regolare. Grande delusione invece per Minsk e Neptunas, che sono riuscite ad imporsi sulle avversarie in sole tre occasioni (tanto prestigiosa, e quindi da ricordare, quanto ininfluente la vittoria dei bielorussi a spese dello Zalgiris il 10 Marzo scorso). Come sottolineavamo in precedenza, Zalgiris e CSKA sono le grandi favorite per il successo finale, ma non vanno sottovalutate squadre come Khimki e l’UNICS che potrebbero insidiare il trono delle due big già citate. Il primo round dei playoff – l’unico a giocarsi al meglio delle tre partite (poi si passerà a 5) –  ci mette subito di fronte a due derby russi (Triumph vs. Krylia e Novgorod vs. Spartak). Il primo si è giocato ieri ed ha visto trionfare fuori casa il Nizhny Balashov (14 punti +10 rimbalzi) e compagni con il risultato finale di 76 a 69. La vera sorpresa della prima giornata dei quarti però arriva dall’SK Velotrak Arena di Astana dove la formazione timonata dal nostro Matteo Boniciolli ha schiantato con un perentorio 89 a 76 la “Cenerentola” Vef Riga. In evidenza il pivot USA David Simon, autore di 19 punti e 5 rimbalzi. Da oggi si ricomincia con altri due appassionanti incontri ( Novgorod-Spartak e Donetsk-Lokomotiv) ed un unico grande obbiettivo per tutti: agguantare le ambitissime finali

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy