Vujacic super, Milano cade per la quarta volta consecutiva

Vujacic super, Milano cade per la quarta volta consecutiva

L’Anadolu Efes batte l’Olimpia Milano col punteggio di 77-71. Quarta sconfitta consecutiva in Eurolega per i meneghini e sesta sconfitta nelle ultime 7 partite giocate. La situazione si fa sempre più tragica: dopo le forti polemiche occorse in casa Olimpia durante l’ultima settimana, non arrivano le risposte sperate sul campo. Buona difesa per 20’, ma attacco quasi inesistente e assenza praticamente totale anche nell’altra metà campo dall’intervallo in poi. MVP della partita uno straordinario SashaVujacic, che chiude con 29 punti e 31 di valutazione. Per Milano, oltre le statistiche, è indubbiamente Nicolò Melli il migliore: per l’ex Reggio Emilia 10 punti e tanta applicazione difensiva. Sicuramente uno dei pochi che ce la mette tutta. Vediamo come reagirà l’ambiente e la società all’ennesima débâcle. 

 

La partita: l’Olimpia Milano inizia con Cook, Langford, Hairston, Fotsis e Hendrix. L’Efes risponde con Farmar, Lucas, Vujacic, Gonlum ed Erden. Il primo canestro è di Erden, con l’Efes che piazza subito un break di 10-2 coronato dalla schiacciata di Gonlum. Milano continua a perdere palloni e regalare possessi all’Efes, che si porta sul 16-8. I biancorossi provano a reagire con un parziale di 8-0 che vale il -2, ma arriva un brutto infortunio ad Alessandro Gentile: storta alla caviglia per lui. Il primo quarto si chiude su un buon 20-18.

Milano ricomincia molto bene: canestro da 3 punti e scippo di Basile che realizza in contropiede per il 20-23, primo vantaggio per l’EA7. Gli attacchi vengono decisamente frenati dalle difese: pochissimi canestri, con l’Olimpia che prova a tenere il vantaggio con le unghia e con i denti. L’Efes però rientra e ha il possesso del vantaggio, Scariolo è costretto al timeout e stranamente Milano esce bene dalla sospensione: 7-1 di parziale, firmato Hairston e Melli, per il 25-33 al 19’. Punteggio totalmente inaspettato, difesa dell’Olimpia straordinaria. Anche Fotsis si iscrive a referto, segnando sulla sirena dopo 5 errori consecutivi: si va all’intervallo lungo sul 27-36.

L’inizio offensivo di Milano è disastroso: quattro palle perse consecutive, l’Efes ne approfitta con una tripla di Vujacic e un libero di Erden per il 31-36. È Fotsis a sbloccare il tabellino dei meneghini con una penetrazione: 31-38 al 25’. La partita si accende: gioco da 4 punti di Vujacic, Chiotti risponde con un gioco da 3 punti che non basta; Erden infatti segna e riporta sopra i suoi a quota 41-40. Milano continua a fare tanta fatica ma è tenuta in gioco da una grande prestazione del lungo ex Casale Monferrato. Langford colpisce dalla lunga per la prima volta, ma Vujacic è incontenibile: l’ex Lakers fa 2/2 in lunetta e riporta a -1 i suoi. Melli prova a prendersi sulle spalle l’Olimpia con 4 punti consecutivi, ma Lucas chiude il periodo con un canestro più fallo: 54-52.

Le squadre rientrano in campo: Cook piazza due liberi, ma Kuqo domina sotto canestro e firma il 60-54 al 33’. Inerzia della partita dalla parte dei turchi. “Da machine” si accende e realizza un altro canestro dall’arco: 13-2 di parziale Efes, che aggiorna il massimo vantaggio a quota 67-56, +11. Milano prova a rientrare servendosi di un mini break di 4-0 per il 67-60. Vujacic continua a massacrare dalla lunga: quando Milano torna a due possessi di distacco, colpisce ancora per il 72-62 al 38’. Hairston colpisce dall’arco ma Vujacic è inarrestabile: scrive 28 e condanna l’Olimpia alla quarta sconfitta consecutiva in Eurolega.

 

ANADOLU EFES 77-71 OLIMPIA (20-18; 27-36; 54-52).

EFES: Farmar 5, Vujacic 29, Batuk NE, Erden 9, Tunceri 2, Shipp 2, Gonlum 10, Batista, Savanovic 5, Lucas 10, Kuqo 5, Guler. 
MILANO: Melli 10, Langford 15, Hairston 14, Basile 4, Giachetti NE, Stipcevic 3, Fotsis 7, Cook 2, Chiotti 5, Gentile 3, Hendrix 8.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy