Esclusiva Basketinside.com, a tu per tu con coach Pianigiani

Esclusiva Basketinside.com, a tu per tu con coach Pianigiani

Commenta per primo!

 

Abbiamo avuto l’onore di porre qualche domanda al coach dell’Italbasket Simone Pianigiani, presente ieri sera in quel di Capo d’Orlando, per assistere al posticipo delle 20:30 tra Orlandina Basket ed Olimpia Milano, e perchè no, per scambiare anche qualche parola con uno che di storia con la nazionale ne ha fatta parecchia: Gianluca Basile.

 

Buonasera coach, abbiamo vissuto una bella serata di sport, con l’Upea che ha compiuto una vera e propria impresa battendo Milano, cosa ne pensa?

Credo che abbiamo assistito davvero ad una bella serata di sport, con l’Orlandina che ha fatto bene in campo e fuori, con un pubblico leale, entusiasta e corretto, che ha trasmesso tanta energia positiva.

 

Positivo invece, non è il momento che sta trascorrendo Milano, dopo il derby perso con Cantù è arrivata un’altra sconfitta pesante qui a Capo d’Orlando, in ogni caso resta la favorita numero 1 per lo scudetto.

Si, assolutamente si, prima di queste due partite aveva una striscia di 20 vittorie consecutive. Adesso sicuramente stanno facendo preparazione in vista dei playoff, ed avendo già acquisito il primo posto staranno calibrando per la fine della stagione, ma durante tutto l’anno hanno dimostrato di essere i favoriti numero 1.

 

Passiamo ad una domanda che probabilmente le stanno facendo tutti in questo periodo, il reale obiettivo per l’Europeo?

Beh sicuramente competere, e non è facile essere competitivi essendo nel girone più complesso, dove ci sono squadre come la Spagna e la Serbia che giocano per vincere l’oro, altre come la Turchia che in questo momento hanno probabilmente il campionato più ricco d’Europa, o altre ancora come la Germania, che gioca in casa e sono all’ultimo giro di un campione assoluto come Nowitzki, per cui già superare il girone non sarà cosa facile. Però sappiamo che in questa competizione, con 5 partite in 6 giorni può succedere di tutto. Vogliamo competere insomma, e se ci riusciremo poi andremo a leggere.

 

I nostri azzurri oltre oceano stanno facendo molto bene ultimamente, Datome sta trovando minuti importanti ai Celtics, Gallinari è fresco di record di punti per un italiano in NBA e Bargnani sta rinascendo dopo tante critiche a New York. Senza dimenticare Belinelli, conta ad averceli tutti per l’Europeo?

Si, conto di si, perchè i ragazzi hanno dato la disponibilità e ci tengono, per cui se stanno bene ci saranno sicuramente. E’ chiaro che alcuni di loro sono stati praticamente due stagioni senza giocare, quindi è positivo che siano di nuovo in fiducia e possano toccare il campo con frequenza, perchè ritrovare il ritmo partita è importante, poi dovremo essere bravi noi in estate a fargli trovare anche la giusta sintonia con la pallacanestro europea, che è diversa dall’NBA.

 

Ultima domanda, cosa vi siete detti nel post partita con Basile?

E’ sempre un piacere scambiare due parole con campioni come Basile, non solo per quello che hanno fatto, ma anche per quello che sono, per l’etica di lavoro e per l’amore incondizionato per la pallacanestro, per cui ogni volta che si incontrano persone di questo spessore è sempre bello ed abbiamo parlato di tutto, soprattutto di basket.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy