ESCLUSIVA: Intervista all’agente FIP Andrea Capasso (Talentsinaction)

ESCLUSIVA: Intervista all’agente FIP Andrea Capasso (Talentsinaction)

La redazione di Basketinside.com ha intervistato in esclusiva il procuratore Andrea Capasso della Talentsinaction.

Commenta per primo!

Basketinside.com ha intervistato in esclusiva il procuratore Andrea Capasso con il quale è stata svolta una panoramica sulla sua agenzia, tra opinioni sul futuro dei propri assistiti ed i servizi offerti dalla struttura gestita insieme ad Erminio Mazzone, senza escludere rivelazioni e aneddoti sulla sessione di mercato ormai ai titoli di coda.

Per iniziare ti chiedo di parlarmi un po’ della storia della Talentsinaction: come nasce la vostra agenzia?

“La nostra agenzia nasce 8 anni fa quando con l’avvocato Erminio Mazzone decidemmo di unire le forze in quello che oggi è un sistema che assiste oltre 60 giocatori tra italiani e stranieri. Successivamente la sinergia con l’avvocato Vincenzo Vivis, anche lui come me procuratore FIP, ci ha consentito in pochissimo tempo di diventare l’agenzia più rappresentativa nel mercato delle minors in Campania.”

Come funziona il processo di reclutamento di un giocatore?

“In generale la nostra struttura ci consente di avere una persona che si occupi esclusivamente di scouting. I giocatori più giovani vanno seguiti a livello giovanile con costanza ed è possibile approcciare con loro dopo la maggiore età ad eccezione che ci sia il consenso dei genitori.
Con gli stranieri il discorso è diverso. Noi monitoriamo tutta la Division I e i migliori college della Division II a livello universitario e studiamo attentamente le dinamiche di quei campionati ma spesso capita che siano i giocatori stessi a contattare noi. Ogni giorno ricevo decine di video di atleti stranieri che si propongono per venire in Italia esordendo con «My dream is to play in Italy».”

Che genere di attività svolgete per i vostri assistiti?

“La nostra attività parte dalla negoziazione dei contratti al marketing, consulenze patrimoniali, legali, infortunistiche ed assicurative. Il nostro primario obiettivo è quello di tutelare i nostri clienti, fornendo la migliore consulenza nella pianificazione e nello sviluppo della loro carriera.”

Sei il procuratore del classe ’93 Mattia Norcino, che ad agosto si è trasferito dalla Scandone Avellino ad Isernia. Quanto credi che possa essere importante, per Norcino, questa nuova esperienza in Serie B?

“Mattia è un ragazzo umile che ha tanta voglia di fare. Abbiamo deciso di accettare questa sfida perché a Isernia ci è stato garantito un ruolo da protagonista e lui ha tutte le carte in regola per non deludere le aspettative. Mattia può garantire qualità in due ruoli e l’esperienza ad Avellino gli ha permesso di maturare ulteriormente.”

Rimanendo in tema Serie B, quali potrebbero essere secondo te le principali candidate alla promozione in A2?

“Il campo riserva sempre delle sorprese e spesso i pronostici vengono sovvertiti quindi non mi voglio sbilanciare. Secondo me per vincere la Serie B c’è bisogno di avere in squadra gente che conosca bene la categoria e che butti il sangue dalla palla a due fino alla sirena lunga. Mi viene in mente Cassino, che ha allestito un roster di primissimo livello e da cui avevo ricevuto personalmente un’offerta irrinunciabile per Vincenzo Di Capua (nuovo giocatore di Angri, in C Silver, ndr). Per problemi logistici siamo stati costretti a rinunciare ma avevo capito da subito che avrebbero fatto sul serio quest’anno.”

E mentre Norcino si prepara per la prossima esperienza in Serie B, l’altro vostro assistito Salvatore Parlato è stato confermato dalla Scandone: ti chiedo un’opinione sulla prossima stagione di Salvatore e in generale della Sidigas. 

“La coppia Sacripanti-Alberani è senza dubbio l’MVP della passata stagione e quest’anno ho l’impressione che possano ripetersi. Fesenko è un giocatore fantastico e per me potrà essere uno dei migliori dell’intera competizione. Salvatore fa dell’umiltà, passione e dedizione a lavoro il punto di partenza per ogni nuova sfida. Gli allenatori sono innamorati di lui e nonostante le molte offerte ricevute ha deciso di sposare nuovamente la proposta ricevuta da Nicola. Sono molto orgoglioso di avere un giocatore come lui in scuderia.”

A questo punto non potrei non chiederti quali squadre secondo te partono da favorite nella corsa-scudetto…

“Milano superfavorita, ma mi piacciono molto Venezia e Torino oltre che Avellino.”

La tua scuderia include anche un gruppo di giocatori americani, molti dei quali scelgono di giocare proprio nelle minors italiane. Come funziona il mercato degli stranieri?

“Il sistema degli stranieri è complicatissimo. A certi livelli, ad eccezione di un colpo di c…, lavorano sempre gli stessi nomi grossi. Pensa che quest’anno ho proposto Kareem Canty a mezza Italia, poi però ha firmato a Verona tramite un altro agente, e ancora prima Marshawn Powell – in assoluto uno dei migliori stranieri arrivati in Italia – proposto dal sottoscritto per due mesi prima che venisse chiuso a Treviso, sempre da un altro nome grosso, per 20.000 in più di quanto lo proponevo io. Questo significa due cose: abbiamo occhio, ma se non sei un pesce grosso non arrivi facilmente in A. Quest’anno abbiamo portato 18 giocatori stranieri in Italia dagli States e ti assicuro che molti di loro potrebbero giocare in A2, per esempio Charles Hankerson accasatosi ad Angri oppure Derrick Wilson che gioca a Battipaglia. Non mi pare sia mai successo che dalla Serie C, in Italia, sia stato promosso in A2 un americano diversamente da quanto accade in altri posti nel mondo. Per questo abbiamo partnership in tutto il mondo…”

Con quali agenti avete instaurato delle partnership?

“Con Mike Baron della M.A.C. Sports Management e Kim Davis della Dream Sports Makers”

Chi è stato il vostro primo cliente straniero?

“Il nostro primo cliente straniero è stato Kyle Barker, ala-pivot che ha giocato fino a 4/5 anni fa in Italia per poi tornare in America. È stato per diversi anni il capo-cannoniere dei campionati regionali in Campania.”

La redazione di Basketinside intende ringraziare il procuratore Andrea Capasso per la disponibilità dimostrata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy