[ESCLUSIVA] Nikola Ivanovic: “Capo un’esperienza speciale, mi ha fatto crescere molto”

[ESCLUSIVA] Nikola Ivanovic: “Capo un’esperienza speciale, mi ha fatto crescere molto”

Il playmaker visto la scorsa stagione con la maglia di Capo d’Orlando si è raccontato relativamente alle sue ambizioni e alla sua esperienza pregressa anche in Italia.

Lo scorso anno è stato uno dei grandi protagonisti della seconda parte di stagione di Capo d’Orlando, arrivando in Italia al posto di Fitipaldo nello scacchiere dei siciliani, e in questa stagione sta confermando la propria crescita anche in EuroCup. Nikola Ivanovic è il playmaker e uno dei giocatori di maggiore talento del Buducnost Voli Podgorica, prossimo avversario di Reggio Emilia nella prima giornata di ritorno di EuroCup. Ivanovic si è raccontato ai nostri microfoni, partendo dai primi anni in cui ha giocato a basket fino ad arrivare all’attualità, con una menzione speciale per Capo d’Orlando e l’Italia.

Nikola, quando ha cominciato a giocare a basket? Ha praticato anche altri sport da ragazzo?

ʺQuando ero molto giovane ho praticato il karate, ma è stata una cosa che non è durata nel corso del tempo, quindi ho cominciato a giocare a pallacanestro all’età di sette anniʺ.

Quando ha realizzato che sarebbe diventato un giocatore di pallacanestro?

ʺE’ stata una convinzione che ho sviluppato nel corso del tempo, ma ho sempre sognato di potere giocare a pallacanestro al massimo livello e credo che quello sia stato importante per permettermi di diventare un giocatore professionistaʺ.

Quanto è stato importante per lei giocare in un posto come Capo lo scorso anno?

ʺCapo è stato un buon posto per me lo scorso anno, abbiamo ottenuto un risultato, un successo storico. La gente è positiva e ho passato sei mesi molto buoni là: credo sia stata un’esperienza che mi ha permesso di crescere moltoʺ.

Cosa ha apprezzato di più del basket italiano?

ʺHo apprezzato molto come sia spesso orientato all’attacco, il gioco è generalmente veloce e attrattivo. Le palestre sono piene e calde, rumorose, ovunque tu vada a giocare. Sono stato sorpreso da questo punto di vista. Apprezzi ed è veramente gradevole giocare lìʺ.

Cosa pensa del livello dell’EuroCup di quest’anno? Con la squadra state facendo grandi cose.

ʺE’ davvero alto, molte squadre hanno talento e organizzazione simili a quelle di EuroLega. Giocare a questo livello per l’intera stagione è una sfida dura e complessa. Per noi è importante, come abbiamo fatto in questo avvio di stagione, mantenere alto il livello del nostro gioco con partite ogni tre giorniʺ.

Ha avuto molte esperienze in diversi paesi europei: qual è il suo rapporto con i tifosi e quali ha apprezzato maggiormente?

ʺOnestamente, in Italia i tifosi sono grandi e calorosi, ma in Grecia sono pazzi per la pallacanestroʺ.

Cosa pensa del calendario FIBA con le finestre per le Nazionali durante la stagione?

ʺE’ qualcosa di molto diverso rispetto agli anni scorsi. C’è decisamente meno tempo per prepararsi a livello tattico, ma penso che sia buono avere tre brevi finestre per giocare nel corso della stagioneʺ.

Crede siano possibili sorprese in queste qualificazioni?

ʺAbbiamo avuto un’estate difficile alle nostre spalle con la Nazionale, quindi la cosa più importante che dobbiamo fare è alzare il livello del gioco. Siamo inseriti in un gruppo difficile per avanzare e passare, ma andremo passo dopo passo e vedremo dove questo ci porteràʺ.

In quali aspetti del gioco pensa di dovere migliorare?

ʺOnestamente, sto cercando di lavorare in tutti gli aspetti del mio modo di giocare. Non credo che nessuno sia buono abbastanzaʺ.

Dove si vede Nikola Ivanovic fra cinque anni?

ʺQuesta è la domanda che mi piace meno (ride, ndr). E’ importante avere in testa i massimo obiettivi e essere sempre pronti a lottare per raggiungere risultati. E in cinque anni, questo modo di pensare ti porterà dove tu vorrai essereʺ.

Cosa direbbe a un giovane di tredici-quattordici anni che vuole giocare a pallacanestro ad alto livello?

ʺGli direi di avere pazienza. In diverse situazioni le cose non andranno secondo i piani e nella direzione che vorresti andassero. Abbi pazienza, non scoraggiarti, continua a lavorare duro e sicuramente in futuro arriveranno di sicuro cose positiveʺ.

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy