In esclusiva per Basketinside: A tu per tu con Szymon Szewczyk

In esclusiva per Basketinside: A tu per tu con Szymon Szewczyk

Commenta per primo!

Al rientro dall’intervallo, invece, siamo stati molto deconcentrati, abbiamo perso molti palloni che hanno consentito a Sassari di fare il loro gioco in velocità, poi con  le tre bombe di Plisnic sono rientrati del tutto in partita nel terzo quarto. A quel punto siamo stati bravi a riprendere in mano la partita gestire il vantaggio, anche se nel finale abbiamo perso qualche pallone di troppo che hanno consentito a Sassari di starci con il fiato sul collo fino alla fine.

Con questa vittoria siete al quarto posto in classifica quale è il vostro obiettivo finale, visto che nelle ultime tre partite affronterete Siena e Brindisi fuori con nel mezzo la partita casalinga con Pesaro?

Ma alcune settimane fa, in un’altra intervista, dissi che se volevamo raggiungere il quarto posto dovevamo vincere quattro delle ultime cinque partite, con le vittorie su Caserta e Sassari siamo a metà dell’opera. Ora nel prossimo turno ci aspetta la proibitiva trasferta di Siena, tutti sanno come è difficile affrontare quella squadra. Siena  ha un roster infinito, speriamo che siano un tantino distratti dalle Final Four di Eurolega che giocheranno dopo la partita con noi.

Parlando un po’ dello Szewczyk giocatore hai numeri alla mano ottime cifre (13,5 punti  e 7 rimbalzi di media a partita), ti senti uno dei leader di questa squadra?

No, non mi sento un leader, perché questa squadra non ha leader, ci sono ogni partita due o tre giocatori che recitano il ruolo da protagonista in attacco, ma alla fine le partite le vince il gruppo con la difesa e con tante altre piccole cose. Ti faccio un esempio alcune settimane fa a Teramo ho fatto 34 punti, ma non sono serviti per la vittoria, mentre stasera ho segnato solo 8 punti (ndr 11 rimbalzi catturati con 18 di valutazione finale) ma sono serviti alla vittoria, non contano i personalismi ma il gruppo.

Si, Szymon, proprio il gruppo, dove trovate la carica giusta nonostante i problemi economici che avete affrontato in passato, ed i tanti infortuni che hanno falcidiato e tutt’ora restringono all’osso le vostre rotazioni?

Per quanto riguarda la situazione economica ora è molto migliorata, grazie l’impegno in prima persona del dottor Preziosi e di altri imprenditori di tutta la provincia, per quanto riguarda il gruppo io dico che dobbiamo avere una grande determinazione ed un grande cuore per superare le difficoltà. Vedi stasera io avevo problemi al tallone d’Achille, qualche altro mio compagno alla schiena, ma quando scendiamo in campo dobbiamo metterci tutti i problemi alle spalle e dare il massimo.

Tornando un po’ a te, tu sei al secondo anno ad Avellino come è il tuo rapporto con l’ambiente ed i tifosi irpini?

 Ad Avellino io e la mia famiglia ci troviamo molto bene, mia moglie aspetta il secondo figlio, nascerà a fine Giugno, chissà potrebbe nascere anche qui ad Avellino. Poi il mio rapporto con la gente è ottimo, ti racconto una cosa: questa settimana ero in un negozio mi si avvicina un ragazzo e mi domanda allora domenica con Sassari? Io gli rispondo no so vediamo, e lui mi fa come vediamo noi dobbiamo vincere. I tifosi qui sono molto calorosi ti trasmettono tutta la loro carica. La loro grande passione per noi è un’ ulteriore motivazione a fare sempre meglio.

Infine cosa pensi del tuo futuro, continuerai a vestire ancora la casacca avellinese?

Io ho ancora un altro anno di contratto con l’Air, mi farebbe molto piacere rimanere qui. Dovrò discuterne con la società, in base ai progetti ed i programmi della società insieme faremo le giuste valutazioni e decideremo se proseguire il nostro rapporto.

Grazie Szymon sei stato veramente gentilissimo. Auguri di una Santa Pasqua a te ed a tutta la tua famiglia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy