In esclusiva per Basketinside: Dimitri Doum Lauwers

In esclusiva per Basketinside: Dimitri Doum Lauwers

Commenta per primo!

 

 

Dimitri, innanzitutto grazie del tempo che ci dedichi per questa intervista, questa sera è arrivata una sconfitta contro Milano quali sono le tue sensazioni a caldo?

Penso che abbiamo perso contro una grande squadra, Milano ha avuto i suoi meriti nel vincere l’incontro, ma noi abbiamo avuto i nostri demeriti nel gestire la gara.

A cosa ti riferisci quando parli di demeriti?

Noi nella prima parte dell’incontro abbiamo controllato il ritmo della partita per circa sei -sette minuti, ma non abbiamo avuto continuità. Mentre nella seconda parte di gara abbiamo concesso che loro controllassero il ritmo dell’incontro  per circa dieci minuti, poi non abbiamo avuto la forza di riportare la partita nei nostri binari di gioco.

 

Doum, ma in particolare cosa è successo nel terzo quarto, quando pronti e via avete subito un terribile break di 18-2 ad opera di Milano, ed a maggior ragione se si pensa che statistiche alla mano il terzo quarto è di solito uno dei migliori per voi?

 

Ti ripeto è una questione di ritmo, abbiamo lasciato che loro prendessero in mano il ritmo del gioco, noi in quel momento dovevamo essere duri fisicamente reggere il loro impatto, anche se loro indubbiamente dal punto di vista fisico sono più forti di noi, ma soprattutto dovevamo essere forti dal punto di vista mentale cercando di controllare noi il ritmo della partita con un gioco più in velocità ed in contropiede.

Accantoniamo la sfortunata parentesi di oggi, parliamo un po’ di te che sei protagonista di un’ottima seconda parte di stagione?

Abbiamo avuto un periodo con molti infortuni e quando coach Vitucci mi ha chiamato in causa io mi sono fatto trovare pronto. Poi vedi per le mie caratteristiche di gioco è importante che la squadra si passi la palla non ci siamo troppi palleggi e troppi personalismi, così posso mettere in evidenza le mie doti migliori al servizio della squadra.

Dimitri, ma dove prendete la forza e la grinta che mettete in campo nonostante tutta la serie di sfortune ed infortuni che avete avuto quest’anno?

Nonostante le tante difficoltà che abbiamo attraversato abbiamo fatto gruppo, alle volte quando si è in pochi è più facile compattarsi all’interno di un gruppo.

 In conclusione, classifica alla mano siete in piena lotta play-off quanto ci credete?

Noi ci crediamo tanto nel poter accedere ai play-off, domenica prossima (ore 11:45 diretta Sky Sport2) andremo a Cremona una partita importante, ma calendario alla mano secondo me saranno fondamentali  le due partite in casa con Sassari e Pesaro. Hanno dimostrato di essere due ottime squadre ma dovremo cercare di vincere entrambe le partite per avere concrete possibilità di qualificarci per i play-off.

Scheda Dimitri  Doum Lauwers

Nato a Liegi (Belgio) 30/4/1979 altezza 1,87 cm peso 82 kg  ruolo guardia

Squadre in carriera

1997-2000 Telindus Ostenda (Belgio)

2000-2001 Le Mans (Francia)

2001-2002 Cholet (Francia)

2002-2004 Digione (Francia)

2004-2005 Teramo

2005-2008 Scafati

2008-2009 Virtus Bologna  Febbraio 2009 Varese

2009- in corso Avellino

Nazionale belga under 19, under 21 e prima squadra

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy