Top&Flop della 25 giornata di serie A2 Est e A2 Ovest

Top&Flop della 25 giornata di serie A2 Est e A2 Ovest

Andiamo alla scoperta dei migliori e dei peggiori giocatori dell’ultimo turno di serie A2.

I TOP

STANLEY OKOYEokoye

Udine vince senza troppe difficoltà il derby Friulano con Trieste con il punteggio di 88-70, al termine di un match sempre in mano ai padroni di casa che hanno visto mano a mano aumentare il loro vantaggio durante i 40′ di gioco. Mvp senza ombra di dubbio Stanley Okoye, come spesso accade nelle vittorie di Udine. Prestazione maiuscola per Okoye, autore di 29 punti nei 31 minuti sul parquet, ai quali aggiunge 8 rimbalzi (3 dei quali offensivi), una stoppata, 2 assist e ben 4 palle rubate, a testimonianza di una super prestazione sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva. Vittoria che sembra chiudere il discorso salvezza per Udine, sconfitta pesante per Trieste che scivola al quarto posto.

 

TRAE GOLDENgolden (2)

Impossibile non citare Golden tra i top di giornata nonostante la sconfitta dei suoi. Chieti perde tra le mura amiche il derby d’Abruzzo con Roseto al termine di un match al cardiopalma, chiuso solo dopo 2 overtime con la vittoria per 100-110 di Roseto. Partita memorabile per Golden, che vince la sfida personale tra play contro l’espertissimo Fultz, per l’Americano 35 punti, 8 assist, 4 rimbalzi e 8 falli subiti per una valutazione totale di 31. Non basta la super prova del play a Chieti per evitare una sconfitta che brucia anche per le dinamiche con cui è arrivata, i Teatini restano solo 4 punti davanti a Forlì al penultimo posto. Roseto ringraza e si conferma in piena zona play-off a quota 30 punti.

 

LAWRENCE BOWERSbowers lawrence

Ferrara supera Jesi con il punteggio di 84-82 al termine di una sfida equilibratissima e aperta fino alla fine. Migliore in campo per gli Estensi Bowers, top scorer del match con 23 punti messi a referto (al pari di Davis). Impressionante il match giocato da Bowers su entrambe le metà campo, infallibile in attacco dove tira con 60% dall’arco e il 56% dall’area, e insuperabile in difesa, cattura 5 rimbalzi e soprattutto colleziona 4 stoppate, 27 la valutazione totale per l’esterno Americano. Ferrara aggancia il gruppo a quota 22, di cui fa parte anche Jesi, mettendo una seria ipoteca sulla salvezza.

 

JACKSON DARRYL JOSHUAdarryl jackson

Scafati trova una vittoria preziosissima in chiave salvezza superando tra le mura amiche l’Eurobasket Roma, con il punteggio finale di 93-84. Partita decisa dal break a cavallo tra secondo e terzo periodo dei padroni di casa che nell’ultimo quarto non fanno altro che gestire il vantaggio accumulato. Mvp Jackson Darryl che mette a referto 27 punti, tirando tanto male da due (1/7) quanto bene dall’arco, dove mette ben 7 delle 12 triple tentate. Anche 3 rimbalzi, 3 assist e una palla recuperata a coronare la sua serata di gloria. Scafati abbandona l’ultimo posto in classifica raggiungendo a quota 14 punti Reggio Calaria e Agropoli.

 

ALAN VOSKUILvoskuil

Reggio Calabria perde in casa il difficile match con Tortona con il risultato di 68-78, ma per Voskuil c’è da fare lo stesso discorso fatto per Golden, impossibile non citarlo tra i top nonostante la sconfitta dei suoi. 36 punti in 37 minuti in campo, 2/3 da due e 2/2 ai liberi, ma a fare impressione e il dato riguardante i tiri da 3: 10/16!! Prestazione da cecchino vero per la guardia Americana, autore di una prova davvero da record, che purtroppo non basta ai suoi per evitare la sconfitta che condanna Reggio Calabria all’ultimo posto in classifica al pari di Scafati e Agropoli.

I FLOP

 

ATTILIO PIERINIpierini

Recanati crolla alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno contro una Virtus Bologna indomabile e resta all’ultimo posto solitario in classifica. 98-63 il finale in favore della squadra di Coach Ramagli, gara già nettamente compromessa al termine del primo tempo e mai in discussione. Pierini peggiore in campo tra i Marchigiani, 0 punti e 1 stoppata subita nei 16 minuti sul parquet tirando con lo 0/2 sia dall’area che dalla linea dei 6.75m, partita decisamente sottotono sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva, non riesce in alcun modo a limitare gli avversari, tutti in serata di grazia. Sconfitta pesante per lo scarto subito e la differenza di valori ben visibile, ma di certo non era questa la partita da vincere per la corsa salvezza di Recanati, che giornata dopo giornata si fa sempre più difficoltosa.

 

LEONARDO TOTE’totè

Verona cade a Forlì, al 40′ il tabellone segnava 70-68 per gli Emiliani, trascinati da un grande Pierich. Tra gli scaligeri prestazione negativa per Totè, l’ala classe 97 parte in quintetto ma nei 15 minuti sul parquet segna 0 punti, tirando con un deludente 0/5 dal campo, di positivo solo due rimbalzi e una stoppata, a dimostrazione che la fase difensiva è quella che gli riesce meglio. Stavolta però la difesa non basta e Verona esce sconfitta dalla sfida con Forlì. I padroni di casa abbandonano Recanati all’ultimo posto solitario raggiungendo quota 14 punti, Verona resta ai margini della zona play-off con 26 punti.

 

STEFANO BOSSIbossi

Trieste perde in trasferta il derby con Udine per 88-70, ed è una sconfitta pesante sia perche i derby sono sempre partite speciali, sia perchè scivola al quarto posto in classifica. Prestazione decisamente sottotono per Bossi, che resta sul parquet 17 minuti prima di essere costretto ad uscire per 5 falli, 17 minuti nei quali mette a referto 6 punti ma tirando molto male dal campo, 0/1 da 2 e 2/6 da tre, basse percentuali a cui aggiunge una stoppata subita e 2 palle perse, chiaramente in difficoltà sia nella fase offensiva che in quella difensiva. Trieste non approfitta della sconfitta di Treviso a Ravenna e resta a quota 32 punti, due punti sotto Treviso e la stessa Ravenna, e ora deve anche guardarsi le spalle da Fortitudo Bologna e Roseto, distanti una sola vittoria.

 

BRUNO MENGUE mengue

Trapani crolla a Biella e scivola fuori dalla zona play-off a causa della vittoria di Casale Monferrato su Rieti. 79-55 il finale in favore dei Piemontesi al termine di un mach praticamente deciso dal primo parziale chiuso sul 24-9 dai padroni di casa. Tutti negativi i Siciliani, in particolare Mengue, la guardia/ala scuola Stella Azzurra resta sul parquet per 17 minuti colleionando solo un brutto 0/3 dall’arco, assente sia nella metà campo offensiva che in quella difensiva, -4 la valutazione finale. Non trova dunque l’impresa Trapani che ora è attesa da un’altra sfida complicata, tra le mure amiche contro la Virtus Roma.

 

LUCA CESANAcesana

Nel big match del girone Ovest di questa 25 giornata la Virtus Roma supera tra le mura amiche Treviglio dopo un overrtime. 97-90 il finale in favore dei capitolini, trascinati dai punti di Brown e dalla grande prova di Sandri. Cesana peggiore in campo tra gli ospiti, 31 minuti in campo nei quali mette  referto 5 punti tirando con l’1/4 da due e l’1/3 dall’arco, 2 rimbalzi catturati e 2 palle perse, -1 di valutazione che descrive alla perfezione la prova negativa dell’esterno classe 97. Treviglio si mangia le mani, è un’occasione persa per raggiungere Legnano al terzo posto, Roma ringrazia e vola a quota 30 punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy