Top&Flop della 4 giornata di A2 Est e A2 Ovest

Top&Flop della 4 giornata di A2 Est e A2 Ovest

I migliori e peggiori scelti dalla redazione di basketinside.com

Andiamo alla scoperta dei 5 giocatori migliori e i 5 giocatori peggiori dell’ultimo turno di A2 Maschile.

I TOP

ADAM SMITH

Sempre più capocannoniere della serie A2, guida Roseto alla vittoria anche con Imola (78-71 il finale). Per la guardia Americana 31 punti in 35 minuti con un 9/13 da due, per una valutazione totale di 29. Se gli Abruzzesi sono in testa alla classifica è anche e soprattutto merito suo.

MICHAEL FRAZIER

Verona tenta di rialzare la testa dopo un deludente inizio campionato e batte Trieste 75-70. Da sottolineare la prova di Frazier, gioca tutti e 40 i minuti mettendo a referto 33 punti, subisce 7 falli e tira con un 9/12 da 2 e un 4/9 da tre raggiungendo la valutazione di 27, immenso.

JAZZMARR FERGUSON

Spettacolo a Biella, i padroni di casa battono 103-90 la virtus Roma agganciando i capitolini in testa alla classifica grazie a una prestazione spettacolare dell’esterno Americano: 36 minuti in campo segnando 35 punti, un irreale 7/9 da 3 a cui si aggiungono 6 assist per una valutazione totale di 34. Con la coppia Ferguson-Hall i tifosi di Biella possono sognare ad occhi aperti.

DAMEN BELL-HOLTER

Il centro dei Siciliani spolvera una prestazione maiuscola sotto canestro, 17 rimbalzi di cui 7 offensivi, in aggiunta alle 2 stoppate e ai 21 punti. Agrigento vince 73-64 con Latina e raggiunge quota 4 punti. Senza dubbio Bell-Holter il lungo migliore dell’intera giornata di A2.

DESHAWN SIMS

Rieti si aggiunge al quintetto a quota 4 punti in classifica grazie alla vittoria casalinga su Scafati che tiene i Campani inchiodati a quota 2 in classifica. MVP del match l’ala americana che raggiunge una doppia doppia da 32 punti (14/20 da 2 punti) e 11 rimbalzi. 36 di valutazione per lui, miglior prestazione stagionale.

I FLOP

GUIDO ROSSELLI

Arriva la prima caduta stagionale della virtus Bologna, le v nere cadono sotto i colpi di Ravenna che aggancia la formazione di casa a quota 6 punti in classifica. A Casalecchio finisce 75-90, protagonista in negativo per la squadra di casa è Guido Rosselli che parte in quintetto ma non va oltre i 4 punti in 32 minuti d’impiego, poco incisivo sia in fase realizzativa che in fase difensiva. Rimandato a Settembre? No, solo alla prossima partita.

BRANDON NORFLEET

Imola cade anche sotto i colpi di Roseto e resta inchiodata a quota 0 in classifica, inizio di stagione disastroso per i romagnoli, come la prestazione dell’esterno Americano che a Roseto segna solo 3 punti in 32 minuti, tirando con un imbarazzante 0/6 da 2, condito da 6 palle perse per una valutazione finale di -5. Così per Imola si fa dura davvero.

MATTEO MALAVENTURA

L’ala dell’eurobasket Roma, arrivato in estate come rinforzo d’esperienza continua a deludere come la squadra capitolina, una vittoria in quattro partite. Stavolta a passare a Roma è l’Europromotion Legnano, con un netto 59-78. Per Malaventura parlano le statistiche, parte in quintetto e mette a segno 7 punti in 28 minuti, tirando con il 25% da tre e il 14% da 2, nessun assist ne rimbalzo per una valutazione complessiva di -3, male a tratti malissimo.

ALEX CHARLES LEGION

Reggio Calabria cade in casa contro Siena e l’esterno americano è decisamente sottotono, in campo per ben 37 minuti mette a referto solo 6 punti, tirando con un deludente 3/9 da due e uno 0/4 da tre ancora peggiore. Statistiche deludenti proprio come l’inizio di stagione dei Calabresi, bloccati nelle zone basse della classifica a quota 2 punti.

NICOLA NATALI & BRETT BLIZZARD

Casale Monferrato perde l’occasione di agganciare Trapani a quota due in classifica, e la sconfitta di misura con i Siciliani condanna la squadra di coach Ramondino all’ultimo posto solitario in classifica con zero punti. Natali parte in quintetto ma in diciotto minuti d’impiego non riesce a segnare nemmeno un punto, tira solo due volte da 3 sbagliando entrambi i tentativi. Blizzard esce dalla panchina e resta in campo 27 minuti, 1/2 da due e 0/2 da tre, con 4 palle perse per una valutazione complessiva di -1. Continua inesorabile il digiuno di Casale Monferrato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy