DNG Finali U19 – Semifinale: E’ La Torre la (Super)Stella Azzurra , Assigeco eliminata

DNG Finali U19 – Semifinale: E’ La Torre la (Super)Stella Azzurra , Assigeco eliminata

Commenta per primo!

Seconda semifinale al Ruffini che vede contro la Stella Azzurra e Casalpusterlengo, in una sfida che si configura a tutti gli effetti come una finale anticipata. Le due squadre sono le stra-favorite, anche se il cammino fino ad ora è stato nettamente diverso. La Stella Azzurra si è imposta, praticamente e nettamente, contro tutte, mentre l’Assigeco, priva di Donzelli, ha trovato molte più difficoltà con la sconfitta nei giorni contro la PMS, ma prove come la vittoria in rimonta di ieri contro Milano mostrano tutto il valore del gruppo Campione d’Italia uscente.

Il primo quarto parte subito con le difese che la fanno da padrona, ma con anche i giocatori che ci metto il loro, tanto che dopo 3 minuti il parziale è di 2-2 con solo Cacace e Sgorbati (su liberi) in grado di muovere il punteggio. Al primo time-out, a 4’51” dalla fine del primo parziale, il risultato è di 4-2 con solo Guariglia a referto con una schiacciata. Un minuto più tardi arriva il primo canestro di Casalpusterlengo con Dincic. Di qui la partita si apre sul serio, con le squadre che si scrollano finalmente la pressione di dosso: Maghet firma la magia con un gioco da 4 punti, la Stella Azzurra paga la troppa aggressività, permettendo ancora al talento lodigiano di tirare e realizzare 3 tiri liberi che permettono a Casalpusterlengo di chiudere sul 19-18 il primo quarto.

Il secondo quarto parte come il secondo, con le difese che tengono in scacco il gioco, e con la Stella Azzurra che muove il tabellone per prima con Cacace: da lì servono ben 2 minuti per vedere un altro canestro con La Torre, che converte un solo libero. I primi punti di Casalpusterlengo arrivano a metà quarto con i liberi di Dincic, ma la squadra capitolina va a segno con una tripla di Savoldelli, a cui rispondono i liberi di Rossato. A 3’20” dalla pausa lunga c’è ancora Rossato, bravo in penetrazione ad appoggiare sul tabellone, ma la qualità delle conclusioni non cresce negli ultmi minuti, tanto che la Stella Azzurra muove il punteggio praticamente su liberi, tranne che sul canestro di Palsson, mentre Casalpusterlengo va a segno solo con i canestro di Rossato e Dincic. A fine secondo quarto le statistiche al tiro sono impietose: la Stella Azzurra che viaggia con il 32% (12-37), Casalpusterlengo con il 30% (8/27). Il terzo quarto parte con gli animi caldi: ben 2 tecnici alla panchina di Stella Azzurra e con Rossato che realizza i due liberi, la gara viene presa in mano dalla squadra lombarda, mentre la Stella Azzurra si fa condizionare dai fischi arbitrali innervosendosi, e non trovando più la fluidità offensiva, tanto che Casalpusterlengo si porta sul 45-37 a 7′ minuti dalla fine del terzo quarto. Il match continua sulla falsa riga fino alla fine, con la Stella Azzurra che non riesce a giocare e Casalpusterlengo che trova in Costa e Dincic le bocche di fuoco principali.

A 34” dall’ultima pausa però viene espulso il coach Andrezza, alla bomba di Dincic a 5 secondi dalla fine rispondono i liberi di Radonjic, liberi guadagnati a seguito di una spinta di Gallinari (4° fallo per lui). Terzo quarto che si chiude con il punteggio di 61-49 per la squadra lombarda. Il quarto quarto parte molto bene per la Stella Azzurra, che grazie al rientro sul parquet di La Torre firma un break di 8-0 in cui il numero 10 della squadra capitolina è assoluto protagonista con 5 punti ed un assist, tanto da far chiamare il timeout a Casalpusterlengo. Pausa che però non sortisce alcun risultato, con l’Assigeco che non riesce a muovere il punteggio, mentre la Stella Azzurra, carica a mille, riesce a trovare anche il sorpasso con la tripla di La Torre (mattatore del quarto), tanto d’allungare il break sul 13-0. La squadra lombarda rivede il fondo della retina solo con i liberi di Dincic dopo ben 5 minuti dall’inizio del quarto. Il primo canestro dal campo, per l’Assigeco, arriva dopo ben 6’30” con una bomba di Maghet sulla sirena dei 24”, ma non cambia per nulla il corso della partita con la Stella Azzurra che continua a dominare sul parquet, e con La Torre (realizzando due tiri liberi) pareggia sul 66-66 a 2’10” dalla fine. E’ ormai un testa a testa: Costa riporta avanti l’Assigeco, la Stella Azzurra non ci sta è trova a 1 minuto dalla fine il nuovo pareggio con Radonjic che da sotto trova un comodo appoggio al canestro, a 39” Casalpusterlengo chiama timeout sul punteggio di 68-68.

L’Assigeco deve fare a meno di Gallinari e Rossato entrambi fuori per 5 falli, negli ultimi secondi lo schema non riesce, si va all’overtime. Il supplementare si apre con un errore di Costa, sul capovolgimento di fronte la Stella Azzurra apre bene il campo permettendo a Palsson un tripla piedi a terra che non fallisce. La Stella Azzurra rimane in controllo del gioco con i lunghi che sotto dominano il pitturato, mentre Casalpusterlengo fatica ad esprimere gioco, tanto da trovare un solo canestro con Costa. A un minuto dalla fine, per l’Assigeco, arriva una tripla importantissima con Maghet che riporta il match sul -3. La Stella Azzurra allunga con un tiro libero di Radonjic (liberi che costano il quinto fallo a Dincic), a cui risponde immediatamente Costa. -2 a 22 secondi dalla fine palla persa (fallo in attacco) di La Torre che permette all’Assigeco d’avere l’ultimo possesso per pareggiare o vincere la gara. Ultimo tentativo che viene affidato a Costa ma ch a sua volta trova solo un air-ball, e anche se Cacace dalla lunetta fa 0-2, la Stella Azzurra porta ugualmente a casa la vittoria (77-75). Domani la finale costro Pistoia, un degno antipasto della Finale Promozione in A tra Torino e Agrigento.

STELLA AZZURRA ROMA – ASSIGECO CASALPUSTERLENGO 77-75 d1ts
PARZIALI: 19-18; 35-30; 49-61; 68-68

Stella Azzurra: Palsson 9, Da Campo, Savoldelli 4, La Torre 16 + 8 rimbalzi e 5 assist, Radonjic 15 + 13 rimbalzi, Antonaci, Guariglia 14 + 7 rimbalzi, Bucarelli 2, Trapani 1, Cacace 16 + 13 rimbalzi, Masciarelli, Ulaneo. Casalpusterlengo: Del Vescovo, Costa 13, Sgorbati 5, Elia, Dincic 16 + 11 rimbalzi, Gallinari 3, Diouf, Brigato, Rossato 17 + 10 rimbalzi, Maspero, Maghet 21, Fontana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy