EBK High School Cup, progetto 3×3 al via negli istituti superiori di Roma

EBK High School Cup, progetto 3×3 al via negli istituti superiori di Roma

Petrucci: “E’ un importante investimento”

di La Redazione

In palio c'è un campo regolamentare 3×3. Andrà alla scuola che vincerà, a fine anno scolastico, la
EBK High School Cup, il primo campionato 3×3 di pallacanestro riservato a sedici istituti superiori
romani che si affronteranno con la formula dei concentramenti e poi dei playoff.
Il progetto, presentato nell'Aula Magna del Centro di Preparazione Olimpica "Giulio Onesti" di
Roma, è stato ideato dala Leonis Eurobasket Roma, la società la cui prima squadra milita nel
campionato di serie A2. EBK High School Cup che ha ricevuto il patrocinio del Comitato Regionale
Lazio della FIP, oltre che della Regione Lazio e del Comune di Roma.
"Siamo convinti che il nostro progetto faccia bene a tutto il movimento, al basket romano e alla
nostra squadra perché crediamo nel basket come elemento di comunicazione ed immagine" ha
affermato in apertura il vicepresidente dell'Eurobasket Emilio Gisondi. "Perché abbiamo proposto
questo progetto? Beh, siamo partiti dalla considerazione – ha spiegato il responsabile marketing
della Leonis Eurobasket Antonio Mangiola- che non tutte le scuole hanno un campo regolamentare,
che le squadre di 4 giocatori sono più facili da formare in una classe e poi il 3×3 è una disciplina
olimpica."
"I Giochi Olimpici sono la manifestazione più importante – ha ricordato il presidente FIP Giovanni
Petrucci- Oggi abbiamo qui a Roma Alex Sanchez responsabile FIBA 3×3 che mi permette di
ricordare e onorare Patrick Baumann, segretario generale della FIBA recentemente e
immaturamente scomparso, che ha lavorato tanto per avere il 3×3 ai Giochi Olimpici. L’esordio sarà
nel 2020, per cui eccoci qua, siamo arrivati. I Giochi Olimpici, l'ho sempre detto, hanno un
significato speciale. Parteciparvi è il sogno che coltiviamo. Il progetto EBK High School Cup è un
investimento importante, ci permette di entrare e dialogare con le scuole. Pochi giorni fa ho
consegnato questo progetto al ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca Marco Bussetti che è
una persona a cui piace molto il basket, oltre al fatto che è stato un allenatore. E' il progetto della
società del presidente Armando Bonamici, un antesignano, che crede nella pallacanestro e nei suoi
valori.
"Sabato prossimo -ha concluso il presidente Petrucci- sarò a Ferentino, in provincia di Frosinone a
vedere la partita di serie A2 della Leonis Eurobasket. Ci vado perché voglio mostrare affetto ad una
squadra romana che deve emigrare per giocare in casa. Non è giusto, non è serio, non è corretto. Al
Palazzetto dello Sport i lavori non sono ancora iniziati con conseguenze anche per la Virtus Roma.
Lo sport è socialmente importante e non si può andare avanti così. Nella città di Roma, nella
capitale d'Italia c'è tutto: il Papa, il Presidente della Repubblica, il Parlamento, ma non c'è il basket:
non è possibile!"
"Il 3×3 ci ha porta dalle strade ai Giochi Olimpici -ha detto il responsabile FIBA 3×3 Alex Sanchez-
per cui è importante che si parta dalla scuola. L'Italia ha vinto la World Cup femminile e

sicuramente è una delle Nazioni che può essere protagonista ai Giochi Olimpici."
"Abbiamo sempre puntato sul 3×3 – ha ricordato Mara Invernizzi, vicepresidente FIP- e abbiamo
aumentato i nostri sforzi da quando è diventata una disciplina olimpica. Ottima l'idea di far
confluire l'agonismo nelle scuole. Complimenti e in bocca al lupo."
"Da ragazzi a scuola ci giocavamo a basket -ha sottolineato Francesco Martini, presidente del
Comitato Regionale FIP Lazio- ora non si fa più. L'Eurobasket ha sempre mandato i giocatori nelle
scuole per promuovere il basket e adesso presenta un progetto organico. Siete dei precursori e il
Comitato Regionale è ben lieto di esservi accanto".

Ufficio Stampa FIP

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy