Europeo U20M: Italia fenomenale, battuta la Russia ed è finalissima

Europeo U20M: Italia fenomenale, battuta la Russia ed è finalissima

Commenta per primo!

L’Italia batte la Russia col punteggio di 68-77 e conquista la seconda finale Under 20 in 3 anni. Due anni fa gli azzurrini guidati da Alessandro Gentile si arresero alla Spagna, ma quest’anno la Lettonia sembra meno irresistibile rispetto alle furie rosse guidate da Mirotic. Altra straordinaria prestazione di cuore e grinta degli azzurrini, che ancora una volta mettono sul parquet una difesa straordinaria e un’intensità di raro livello. Tutto questo sommato ad un alto livello di talento non può che formare un mix straordinario. Oggi l’MVP è stato Awudu Abass che ha chiuso con 18 punti e 5 rimbalzi. Grandi prestazioni anche da parte dei 4 esterni Della Valle, Laganà, Ruzzier e Imbrò, tutti preziosissimi nei momenti decisivi. Ma questa è una vittoria di squadra. E speriamo che il grande cammino di questo meraviglioso gruppo si concluda nel modo più degno: domani, domenica 21 luglio, ore 19:15, al Saku Suurhall di Tallinn andrà in scena Italia-Lettonia. Diretta Sportitalia. Per tornare a vincere a livello cestistico, per la gloria.

La partita: l’Italia parte con Ruzzier, Laganà, Della Valle, Cefarelli e Chillo. La Russia risponde con Chilkin, Zakharov, Komolov, Gudumak e Loginov. È il duo Della Valle-Laganà ad aprire il match: 8 punti consecutivi per la premiata ditta azzurra ed è subito 8-4. È ancora il playmaker di Biella a dare addirittura due possessi di vantaggio dopo 4’. Primo quarto in cui le difese fanno la voce grossa, in particolare quella azzurra che tiene i russi a 9 punti in 9’. I 10’ iniziali si chiudono in equilibrio solo grazie a un 5-0 targato Zakharov : 16-18. A inizio secondo periodo si iscrivono al match Landi e Tonut per gli azzurrini, che così riescono a tornare in controllo sul 20-25. Gli attacchi sono molto discontinui e i russi, grazia al leader Zakharov, ne approfittano: altra bomba della guardia del Khimki ed è primo sorpasso. L’Italia però non stenta a reagire ed esce dal timeout chiesto da Sacripanti piazzando un gran 10-0 di parziale, coronato da una grande schiacciata di Lombardi per il 30-39. Gudumak ne mette 4 consecutivi e si va all’intervallo sul 34-40 azzurro.

Il rientro dagli spogliatoi non è positivo per gli uomini di Sacripanti, che segnano appena 2 punti in 6’. Zakharov continua a segnare, e grazie anche a un paio di fischi favorevoli riesce a riportare i suoi in vantaggio: 43-42 al 26’. A questo punto si accende Michele Ruzzier: una bomba, un antisportivo conquistato e due liberi messi a segno concretizzano il mini-break italiano sul 43-47. Il terzo quarto si chiude con un grande Imbrò che segna due canestri di puro talento che valgono il 49-55.
Si ricomincia nel migliore dei modi: 5 punti tutti targati Abass e massimo vantaggio assoluto, per la prima volta in doppia cifra. L’Italia poi dilaga con una tripla da ragguardevole distanza di Imbrò : il tabellone di Tallin dice 49-63. La Russia prova a rientrare sul -11 ma Della Valle li ricaccia indietro con un fadeaway di pregevole fattura. I sovietici però non si arrendono e riescono a tornare a meno 9 e palla in mano. La rimonta però è solo un fuoco di paglia: alla fine arriva il tecnico per Lombardi che commette un’ingenuità, ma si vince 68-77. È finale, nella quale affronteremo la Lettonia.

Russia 68-77 Italia (16-18; 18-22; 15-15; 19-22)

Russia: Sokolov 2, M. Zacharov 2, Sacharov 5, Loginiov 6, Komolov 11, A. Zacharov 19, Trushkin 6, Gudumak 15 Rogozhkin2. 
Italia: Chillo 4, Tonut 6, Ruzzier 8, Lombardi 6, Della Valle 12, Laganà 10, Imbrò 10, Abass 18, Cefarelli 2, Landi 3.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy