Europeo Under 20 Maschile: disastro Italia, la Lettonia ci annienta

Europeo Under 20 Maschile: disastro Italia, la Lettonia ci annienta

Commenta per primo!

Lettonia-Italia 82-51 (22-7, 40-15, 57-27)

Lettonia: Engers 2, Lomazs 11, Zvigurs 11, Plavnieks, Meznieks 10, Gluditis 21, Paze, Smits 17, Geks 6, Jaunzems 4, Malmanis, Stradnieks. All. Vecvagars

Italia: Cappelletti 3, Lupusor, Laquintana 2, Spatti 12, Spissu, Vencato 2, Flaccadori 8, Fontecchio 8, Akele 6, Benetti, Zilli 6, Vedovato 4. All. Sacripanti

LA CRONACA

La partita inizia con Zilli che vince la palla a due e Laquintana che vola a canestro in meno di 7 secondi. L’inizio sembra presagire molto bene, ma in realtà la Lettonia tira fuori un parziale devastante di 17-0 (complici le enormi difficoltà in attacco per Akele e compagni, a quota 6 con 4:15 sul cronometro) con 10 punti di uno scatenato Smits, prima che capitan Fontecchio segni due liberi per il 4-17 a 3:21 dalla fine, dopo più di 6 minuti senza punti per gli azzurrini. Con 3 punti consecutivi di Cappelletti si chiude il primo periodo con la Lettonia nettamente avanti per 22-7.

Il secondo quarto inizia con un canestro di Jacopo Vedovato, ma anche in questo caso la Lettonia stringe gli spazi in difesa e ingrana in attacco, nonostante i problemi alla schiena di Smits che è costretto ad uscira fuori (con 6: dalla sirena). Lomazs e Jeks conducono l’attacco lettone a ben 22 punti realizzati con un più che discreto 13/24 dal campo nella metà di apertura, mentre i ragazzi di Sacripanti segnano 6 tiri su 28 con un disastroso 0/8 dalla lunga distanza

Il terzo quarto potrebbe lasciare speranze (seppur fievoli) di una riscossa azzurra, ma è solo l’inizio di un lungo garbage time, nel quale i soli Akele e Zilli tengono insieme (per quanto possono) la baracca, ma che non possono nulla sotto i colpi di Meznieks e soprattutto di uno scatenato Gluditis (saranno 21 a fine partita per lui) e l’Italia continua a sparare a salve (in totale 0/11 da oltre l’arco e 8/41 dal campo). La Lettonia in questa frazione è arrivata fino ad un massimo vantaggio di 33 lunghezze.

L’ultima frazione di gioco non è altro che un proseguimento del bombardamento lettone che sotterra l’Italia. Spatti mette due triple ed evita un punteggio ancora più disastroso, anche se Glauditis è infermabile (comunque in quest’Europeo viaggiava a 7 punti di media e non era mai arrivato in doppia cifra). Flaccadori con 3 liberi chiude questa “esecuzione” sull’81-52 per i nordici. Per passare il turno adesso dobbiamo battere l’Israele e sperare in una vittoria del Belgio sulla Lettonia.

Fotogallery a cura di Dario Cechet

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy