Europeo Under20F: Italia fuori a testa alta, Francia in semfinale

Europeo Under20F: Italia fuori a testa alta, Francia in semfinale

Fiba-Kike Garcia

L’ Italia saluta il sogno semifinali al cospetto della corazzata francese. Le ragazze di Molino disputano una buona prova, tenendo testa alle avversarie per tutta la contesa. Il cuore però non è però bastato per firmare l’impresa in un match in cui la Francia non ha brillato come nella fase a gironi: probabilmente sarebbe bastato il maggior contributo da parte di qualche giocatrice a sostegno della solita Zandalasini, pilastro ancora una volta della compagine azzurra e protagonista con 20 punti. Lei prima e Peresson con una fiammata nella quarta frazione poi,  han provato a rispondere alle offensive transalpine. Nel finale, sul più bello, è però uscito il maggior tasso tecnico delle nostre avversarie che con l’Mvp Gaye (17pt+11rb), hanno strappato la semifinale.

Italia: Marangoni-Kacerik-Zandalasini-Penna-Ercoli

Francia: Mané – Millavet – Johannès – Vidal – Gaye

ZANDALASINI SUPER, L’ITALIA E’ VIVA- L’Italia parte subito forte: sblocca il punteggio con Zandalasini, ma sono Penna e Kacerik a far volare le azzurre 10-4 iniziale. Zandalasini piazza il più otto, ripetendosi poco dopo con un gran gioco da tre punti che mette la doppia cifra di scarto tra le due squadre, obbligando al timeout la Francia sul 15-5. Niagre al rientro trova subito la via del canestro, ma è ancora Zandalasini a replicare nel modo migliore, siglando il nono punto personale. Le transalpine si accendono però nell’ultimo minuto, rientrando prepotentemente in gara grazie alle triple di Hero e Johannès, chiudendo sotto di soli due punti sul 19-17. Il botta e risposta tra Zandalasini e Djaldi-Tabdi riapre la contesa, con quest’ultima autrice del sorpasso francese. Barberis trova il controsorpasso, ma cinque punti di fila di Gaye portano a più quattro le nostre avvversarie. La formazione di Molino però continua a giocar bene: Kacerik e Zandalasini annullano il passivo, rimettendo la nostra nazionale davanti. Vidal e Johannès non ci stanno e con due triple regalano il più tre francese all’intervallo, con il punteggio sul 30-33.

FRANCIA IN SEMIFINALE-  Nella ripresa l’avvio è tutto francese con Traoré e Millavet a scrivere il più sette. A interrompere il digiuno è la solita Zandalasini prima dalla lunetta, poi col diciottesimo punto che rimette un singolo possesso di distanza (34-37). Gaye e Mané riportano le proprie compagne sul più sette, ma è Naigre a mettere la firma sul canestro che vale l’allungo sul 34-43.  Zandalasini, Penna ed Ercoli riavvicinano il punteggio fino al meno quattro, ma prima Djaldi-Tabdi e poi Gaye tengono la Francia a distanza di sicurezza fissando il 39-47 del trentesimo. Il copione si ripete poco dopo: sono ancora la numero nove e la numero quattordici a mettere i canestri che valgono dodici punti di vantaggio, obbligando Molino al timeout imminente. E’ una pausa che fa bene alle nostre: Peresson dall’arco suona la carica, Trimboli replica con la stessa moneta e con la palla persa di Johannès e un altro canestro di Peresson, l’Italia è clamorosamente a meno quattro, col timeout che è chiamato questa volta dalle transalpine. Al rientro c’è però ancora la nostra nazionale a dettare i ritmi: è ancora Peresson a bucare la retina dalla lunga distanza firmando il 50-51. Sul più bello l’Italia entra però in un black out infinito e tra palle perse e i canestri di Mané e Gaye scivola nuovamente a meno sette, a meno di un minuto dal termine. Le azzurre non ne hanno più e son costrette ad alzare bandiera bianca: Vidal in lunetta manda i titoli di coda e i liberi di Penna seguiti dal canestro di Trimboli servono solo a rendere meno pesante il passivo. Il finale recita 55-61.

MVP BASKETINSIDE.COM: Gaye

ITALIA FRANCIA 55 61 (17-19, 33-30, 47-39)

Francia: Traorè 2, Johannes 8, Vidal 6, Naigre 6, Hero 3, Djaldi-Tabdi 8, Devillers 2, Guapo, Millavet 4, Manè 5, Gayè 17, Agblemagnon.
Italia: Trimboli 6, Mosetti ne, Barberis 2, Kacerik 6, Tagliamento, Zandalasini 20, Marangoni, Peresson 8, Penna 7, Nicolodi 2, Botteghi ne, Ercoli 4.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy