Europeo Under20F: l’Italia soffre, ma esulta. Il buzzer beater di Penna ci manda ai quarti di finale

Europeo Under20F: l’Italia soffre, ma esulta. Il buzzer beater di Penna ci manda ai quarti di finale

L’Italia soffre ma grazie a una magia di Elisa Penna allo scadere vola ai quarti di finale. Resta da capire quale sarà la posizione e di conseguenza l’avversaria, ma quello riguarderà esclusivamente la classifica avulsa in cui le azzurre hanno comunque la meglio sia sull’Ungheria sia sul Belgio. Sarà quindi tra il 3 e il 4 posto il collocamento della formazione di Molino. Tornando all’incontro, l’Italia si complica la vita come al solito dopo un buon primo quarto chiuso a +7, subisce il solito blackout nel secondo quarto beccando un controbreak di 6-14 che costa lo svantaggio a metà gara. Nella ripresa le azzurre premono, vanno avanti e sembrano in controllo prima di sfiorare un’altra beffa finale. Per fortuna questa volta è Penna a togliere la paura, mettendo appunto il canestro della qualificazione. Top scorer Zandalasini con 16 punti.

Italia: Marangoni-Kacerik-Zandalasini-Barberis-Penna

Belgio: De Baets – Heleen Nauwelaers – An Katrien Nauwelaers –  Ben Abdelkader – Grzesinski

ITALIA POCO CONVINCENTE, IL BELGIO AVANTI DI UNO- Italia spalle al muro. La formazione di coach Molino sa bene che col Belgio non sono ammessi passi falsi. Tuttavia l’inizio non è dei migliori: il Belgio è una squadra tosta e lo dimostra andando subito a segno due volte dall’arco con Heleen Nauwelaers.  L’ Italia replica con Marangoni, ma Ben Abdelkader insacca il 4-8 dopo quattro minuti di gioco. Le azzurre però reagiscono bene, due punti di Barberis e sette di fila di Zandalasini valgono il primo consistente margine per la nostra nazionale, che vola sul 13-8 costringendo il coach delle belghe al timeout. Nenche la pausa però aiuta il Belgio, che subisce anche i primi punti di Penna, col primo quarto in archivio sul 15-8. Nel secondo quarto però la musica cambia, col Belgio che dopo il botta e risposta tra Meas e Peresson, inizia a premere: Ben Abdelkader va a segno dall’arco, Heleen Nauwelaers la imita poco dopo, riportando a un solo punto di distanza il margine tra le due formazioni. Molino chiama timeout ma l’inerzia non cambia: il Belgio sorpassa con De Baets, Ercoli trova i primi punti personali, ma l’ultimo acuto arriva dal libero di An Katrien Nauwelaers, che regala il 21-22 per le avversarie al ventesimo.

PENNA COL BUZZER, ITALIA QUALIFICATA- Anche dopo la pausa lunga, l’Italia fatica tremendamente e viene punita costantemente da Ben Abdelkader: la numero dieci vede una vasca da bagno al posto del canestro e va a bersaglio due volte di fila dall’arco. Grzesinski segna il più sette, obbligando così Molino al minuto di sospensione. L’Italia torna a trovare la via del canestro con Barberis prima e Zandalasini poi, ma è la bomba di An Katrien Nauwelaers a costare nuovamente caro alla nostra nazionale (30-35). Nel momento di maggior difficoltà, finalmente torniamo a macinare gioco e punti: il tredicesimo punto di Zandalasini apre un break in cui s’iscrive anche Penna. E’ però la giocatrice di Schio a completarlo nel migliore dei modi, mandando a bersaglio il gioco da tre punti che vale il sorpasso a dieci minuti dal termine sul 37-35. Nell’ultima frazione si va a rilento, data la posta in palio elevata: gli attacchi faticano a portare punti sui rispettivi tabellini. Le azzurre trovano quattro punti da Barberis, ma il Belgio è sempre incollato, con Heleen Nauwelaers che continua nel suo show offensivo. Sale in cattedra anche Penna, poi Tagliamento, nel momento di maggior difficoltà, realizza un’incredibile tripla che vale il più cinque a 1’30’’ dal termine. Questa nazionale però ama soffrire e farci soffire e così, quando tutto sembra in discesa, arriva prima il canestro di Grzesinski poi la tripla della parità di An Katrien Nauwelaers, che vale la parità a quota 46 con ventiquattro secondi sul cronometro. Il Belgio non è in bonus e fa scorrere diverso tempo prima di arrivarci. Restano così quattro secondi da giocare. Molino chiama il timeout. Lo schema è di quelli giusti, la palla arriva a Barberis, ma il suo 1vs1 in mezzo all’area non è fortunato finendo sul ferro. La più lesta a rimbalzo è Penna, che con una magia riesce a infilare il buzzer beater che ci manda ai quarti di finale. Finisce 48 46, con tutte le azzurre in campo a far festa.

MVP BASKETINSIDE.COM: Penna

ITALIA BELGIO 48-46 (15-8, 21-22, 37-35)

Italia: Trimboli ne, Mosetti, Barberis 9, Kacerik, Tagliamento 3, Zandalasini 16, Marangoni 2, Peresson 4, Penna 12, Nicolodi ne, Botteghi ne, Ercoli 2.
Belgio:
De Baets 4, Devliegher, Nauwelaers H. 15, Nauwelaers A. 7, Uittenhove 1, Baggio, Ben Abdelkader 13, Bernard, Deneve, Grzesinski 4, Maes 2, Mukeba Kasanda ne.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy