Festeggia ancora il World Team al Nike Hoop Summit, bene Mussini

Festeggia ancora il World Team al Nike Hoop Summit, bene Mussini

World Team @ Team USA 103-101 (25-18; 47-44; 79-77)

Il World Team || twitter.com
Team USA || twitter.com
Si sono riuniti ieri sera a Portland i migliori prospetti liceali statunitensi ed internazionali. Hanno tutti massimo 19 anni e molti di loro sono già sicuri del loro futuro in NCAA. I ragazzi internazionali partono subito fortissimo e si portano sul 12-0 grazie ai due australiani Ben Simmons (promesso sposo già da tempo a Louisiana State e probabile prima scelta al draft 2016, finirà la partita con 16 punti, 9 rimbalzi e 9 assist) e Thon Maker, ma anche grazie alla presenza sotto canestro del maliano Diallo.
facebook.com
Tuttavia Team USA non ci sta a fare brutta figura in casa propria e risponde con Briscoe – andrà a Kentucky e finirà una gara a tutto tondo con 9 punti, 9 assist, 4 rimbalzi e 3 rubate – e Newman, che chiuderà con 10 punti totali. Alla fine del primo tempo il tabellone indica 47-44 per il World Team, con 16 punti del canadese Murray (chiuderà a quota 30 e premio di MVP indiscusso). Dopo l’intervallo gli statunitensi riescono anche a portarsi avanti sul 52-51, ma alla fine del periodo sono ancora i ragazzi stranieri a condurre (79-77). Ben Simmons, nel frattempo, ci dimostra tutto il suo atletismo. Nell’ultimo quarto ci sono un sacco di cambi di fronte, fino alla fine. Negli ultimi 13 secondi, Murray va in lunetta sul 102-101 ma fa solo 1/2. Dall’altra parte Kennard – 22 punti per il miglior realizzatore dei padroni di casa che andrà a Duke – viene stoppato contemporaneamente da Labisserie – diretto a Kentucky per sostituire Towns e Cauley-Stein, finirà con 21 punti, 6 rimbalzi e 6 stoppate – e Simmons, ma la palla esce e ci sono altri 2.6” da giocare. Team USA gioca un ottimo schema per liberare un uomo sull’angolo, ma il tiro di Trier è davvero da dimenticare e così il team internazionale può festeggiare il suo quarto Hike Hoop Summit consecutivo. USA: Briscoe 9, Brown 8, Brunson 12, Ellenson, Ingram 12, Jeter 5, Kennard 22, Newman 10, Rabb 2, Swanigan 2, Trier 11, Zimmermann 8 World: Buza 6, Diallo 12, Labisserie 21, Maker 2, Murray 30, Mussini 9, de Paula 3, Peno 3, Qi 2, Simmons 13, Wynyard 2 MVP: Jamal Murray chiude con 30 punti, frutto di buone percentuali da 2 (9/16) e da 3 (3/7), compreso un 3/4 dalla lunetta. Aggiunge anche 3 rimbalzi e 5 assist. Due bombe per il nostro Federico Mussini nel primo tempo, alle quali aggiungerà anche 3 liberi nella ripresa, il tutto condito da 3 assist. 2/4 da 3 per lui, ma anche 3 perse e 4 falli.
facebook.com

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy